Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: FOREVER BLUE

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 3+
Genere: Avventura
Giocatori: 1/2
Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Arika
Distributore: Nintendo
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: Autunno
JAP: Disponibile
USA: Autunno

 

 

 

 


I simpatici delfini non mancheranno di giocherellare con i sub durante le loro incredibili spedizioni.

 


Gli scenari che si aprono di fronte ai nostri occhi saranno a dir poco incredibili.

 


Più che un gioco, Forever Blue appare quasi un documentario!

 


Sarà possibile fotografare le quasi cento specie animali presenti in modo da completare un proprio bestiario.

 


Lo squalo balena è un pesciolone innocuo, ma vederlo così da vicino fa comunque una certa impressione!

ASPETTATIVA

4 STELLE SU 5!

 

In definitiva, Forever Blue è proprio uno di quei titoli che piace a noi: annunciato all'improvviso, poco noto alla stampa, sottovalutato da tutti, strambo e grintoso al punto giusto.

Chissà che non sia veramente il momento di abbandonare cappa e spada: le prossime avventure su Wii potrebbero richiedere semplicemente pinne e boccaglio...

NEL BLU, DIPINTO DI BLU, FELICI DI STARE LAGGIù!

 

L’oceano.

Da sempre territorio misterioso e minaccioso per l’umanità e la sua tecnologia, con la quale è riuscito a domare le infinite distese blu dopo molti secoli di confitto.

Da via per le rotte commerciali a fonte di cibo grazie alle diversissime specie animali che lo popolano, è divenuto oggetto di ammirazione ed esplorazione solo negli ultimi due secoli: una pratica alla portata di tutti che ha preso il nome di snorkeling.

La contemplazione dei fondali marini è sempre stata sottovalutata nell’ambito videoludico, anche a causa della complessità di riproduzione dell’acqua, in tutte le sue caratteristiche fisiche.

Impossibile non citare EverBlue ed il suo relativo seguito (2001-2002), sviluppati da Arika e distribuiti da Capcom, che ipnotizzarono gli utenti Ps2, o comunque i pochissimi fortunati che diedero fiducia a questo bizzarro progetto.

Ma gli sviluppatori Giapponesi non si sono dati per vinti e si sono messi a lavorare su un nuovo prodotto: se non un diretto sequel, un vicino parente.

E quale migliore console se non quella che cerca di affascinare una nuova tipologia di giocatori?

Perché alla fine, lo snorkeling, interessa soprattutto a chi non ha mai toccato un complesso jopad.

 

Una libertà infinita.

Mostrato di gran fretta all’ultimo e caotico E3 Losangelino, Forever Blue non ha fatto breccia nella stampa specializzata; la sua sfacciata vena innovativa e il suo stato ancora troppo embrionale per essere giudicato, hanno fatto si che un prodotto molto interessante finisse in secondo piano.

Mostrato tra una riproduzione della seconda guerra mondiale qualsiasi e l’ennesimo capitolo di quella serie automobilistica, si rischia di non capire davvero questo titolo che invece necessita tempo e calma.

 

"L’oceano.

Da sempre territorio misterioso e minaccioso per l’umanità e la sua tecnologia, con la quale è riuscito a domare le infinite distese blu dopo molti secoli di confitto."

 

Il vostro cuore per una volta smetterà di pompare adrenalina anzi, si fermerà proprio davanti all’immensità dell’oceano grazie a paesaggi mozzafiato.

Il protagonista di questo gioco è uno snorkeler,un sommozzatore, una persona qualsiasi, uno di noi, appassionato e rispettoso della natura; sempre ricoperto dalla tuta da sub lo vedremo raramente in faccia, se non nelle brevissime cut-scene realizzate col motore di gioco.

Un motore che non viene intaccato dall’acqua, che non ne soffre l’immensità e riesce a gestirla senza cali di frame-rate.

Il modello poligonali del nostro sub è ben realizzato, e la cura riposta nelle animazioni sembra cancellare movimenti legati artificialmente.

 

"Il vostro cuore per una volta smetterà di pompare adrenalina anzi, si fermerà proprio davanti all’immensità dell’oceano grazie a paesaggi mozzafiato."

 

La flora e la fauna marina invece sembra essere un poco sottotono, con modelli eccessivamente spigolosi: speriamo che il poco tempo che ci separa dalla data di pubblicazione permetta una rifinitura.

Ma qui siamo su Wii, si bada poco all’estetica e si mira ai contenuti, e qui di contenuti sembrano essercene in gran quantità.

Per quanto la natura segreta e riserbata del progetto, abbiamo avuto delle notizie molto interessanti riguardanti il gameplay.

La più importante di tutte è certamente la vena Free Roaming: proprio come in un GTA qualsiasi, potrete abbandonare per tutto il tempo che vorrete le missioni principali e dedicarvi alla pura esplorazione del fondale e, perché no, fotografarlo nei suoi momenti più significativi.

Per quanto il numero delle missioni secondarie potrà essere effettivamente stimato con una prova sul campo, sembra strano che Arika non sfrutti una tale occasione.

Sullo schermo viene mostrato solamente il nostro alter-ego ed una bussola nell’angolo in alto a destra, assolutamente indispensabile per non smarrirsi nell’immensità dell’oceano.

Proprio come è possibile perdersi a Liberty City, dovrete stare attenti a non allontanarvi troppo dal vostro punto di recupero, poiché l’ossigeno non è infinito.

Ciò che la carenza di indicazioni su schermo cerca di suggerire è la pace, la tranquillità che pervade il gioco: non c’è timer, non c’è una barra della salute.

Ci siete solo voi e lui, l’infinito oceano con tutti i suoi misteriosi anfratti.

E’ questa incredibile atmosfera che certamente potrà fare la differenza in una produzione tutt’altro che hollywoodiana.

Il prodotto attualmente è completo al 90-95%, quindi non ci possiamo aspettare grandi sorprese sotto il profilo del gameplay.

Ma dove sembra che il gioco sia completo è il comparto audio: il respiro del vostro sub, i versi dei pinguini, le onde che si infrangono sopra di voi, la colonna sonora che si libera trionfante alla visione di quella che sembra essere una balena.

Infine possiamo assicurare la presenza del multyplayer a due giocatori: le modalità presenti non sono ancora certe, ma scordatevi di vedere i classici Deatmach e Capture The Flag.

Si era anche vociferato di un supporto online, ma l’entità e la veridicità della notizia sono ancora un mistero.

 

"Il prodotto attualmente è completo al 90-95%, quindi non ci possiamo aspettare grandi sorprese sotto il profilo del gameplay."

 

Il gioco arriverà i primi di agosto in Jappone, per poi volare alla scoperta degli USA in un nebulosa data del 2007 ( in America il gioco si chiamerà Endless Ocean); la versione PAL è confermata, anche se priva di data.

Vi lasciamo con la votazione che il gioco ha ricevuto da Famitsu, importante testata giornalistica giapponese che ha potuto provare in anteprima una versione praticamente completa.

 

Votazione di Famitsu:10/8/9/8 (35/40) [ I primi quattro voti sono quelli dati dai singoli giornalisti, su una scala numerica di 10. Tra parentesi trovate il totale in quarantesimi.]

Autore: Niccolò Ballerio

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Offerta valida solo per i nostri lettori: acquistando un titolo Wii da Multiplayer Shopping, riceverete in regalo un capolavoro sempreverde per GameCube!

Ampio assortimento: consulta il catalogo delle novità per Nintendo Wii!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer