Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: MARIO KART WII

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 3+
Genere: Sportivo
Giocatori: N.A.
Produttore: Nintendo
Sviluppatore: EAD
Distributore: Nintendo
Versione: Filmato
Requisiti: /

Uscita:
EU: 2008
JAP: 2008
USA: 2008

 

 

 

 


Abbiamo ingrandito il più possibile questa immagine per potervi permettere di cogliere tutti i particolari non ancora ufficializzati da Nintendo.

 


L'automobile di Wario appare ancora più grintosa di quella provata in Mario Kart Double Dash!! e in Mario Kart DS!

 


Il circuito lungo le miniere, nonostante fosse abbastanza spartano, ci ha già stregato per via dei continui sali-scendi!

 


Le foto scattate al trailer non sono certo di grande qualità, ma permettono di scoprire piccoli particolari in più.

 


Ogni personaggio disporrà almeno di due veicoli e in più potrà correre con quelli degli altri corridori.

 


Mario Kart Wii presenterà tantissimi tracciati emulati dai predecessori per SNES, N64, GameCube e DS!

 


Reginald Fils Aime ha presentato il Wii Wheel come qualcosa di straordinario, ma a noi non pare nulla di speciale...

 


Guardatele bene queste due foto che siamo riusciti a scattare, perché del Wii Wheel non esistono ancora illustrazioni originali!

ASPETTATIVA

5 STELLE SU 5!

 

In realtà cinque stelle sono forse troppe. Abbiamo visto davvero poco, dunque non possiamo ancora avere un'idea chiara di quanto ci aspetta.

Tuttavia, come dice Carlo, la qualità futura del titolo non deve influenzare più di tanto la nostra "sete" di bei giochi e in questo caso è chiaro che la nostra aspettativa è già alle stelle, se non oltre!

Insomma, speriamo di avere nuove notizie all'evento teutonico, al Tokyo Game Show di Settembre o alla manifestazione londinese di inizio autunno...

DORMIVO COSì BENE QUANDO IL PUBBLICO MI HA SVEGLIATO…

 

Qualche applauso, qualche urlo. Niente di che, ma sono bastati per destarmi dal torpore nel quale ero caduto. Il caldo della sala, i giornalisti appiccicati gli uni agli altri (quelli americani, poi, occupano quanto due giornalisti europei e quattro asiatici!), Reginald Fils Aime che snocciolava cifre su cifre, lo sbigottimento dovuto al fuso, la notte brava del giorno prima, passata a cercare le standiste che venivano arruolate ai cancelli della fiera...

La conferenza era ormai iniziata da mezz’ora, ma più che il classico show di Nintendo strutturato come una spensierata serata in pizzeria con gli amici, sembrava la solita, triste e grigia solfa che propinano Microsoft e Sony. Niente siparietti, niente battute, niente presentazioni al cardiopalma, niente filmati elettrizzanti, niente brand nuovi, niente di niente, insomma. Il sonno, quindi, mi ha in breve tempo vinto e del resto non avevo neppure opposto troppa resistenza: alla decima schermata zeppa di grafici, infatti, desideravo quasi cedere il posto ad uno tra i tanti fans rimasti fuori ad origliare.

All’improvviso, però, qualche applauso e qualche urletto mi fanno sobbalzare. Per carità, abituato alle ovazioni da stadio (avute l’anno scorso con Super Mario Galaxy, l’anno prima con Zelda Twilight Princess, l’anno ancora prima grazie alla presentazione del Wii e l’anno ancora prima con i titoli DS), alle urla disperate di fans e giornalisti che iniziano quasi a piangere mentre sugli schermi si rincorrono veloci i frame dei filmati, quasi non volevo dare importanza a questo evento che aveva suscitato così poco clamore. Prima di riaddormentarmi ho però fiutato che poteva anche essere l’unica cosa interessante da annotare, quindi il mio ego giornalistico si è finalmente risvegliato e, palmare alla mano, ho buttato giù qualche riga (più o meno quelle che leggete ora) e scattato le foto che seguono.

 

PERCHé TANTO CHIASSO?

Infatti, perché tanto chiasso?! E’ il solito Mario Kart… E’ il pensiero che deve aver attraversato almeno l’80% dei giornalisti presenti in sala, ovvero coloro che sono rimasti impassibili e non hanno urlato o applaudito, neppure quando Reginald Fils Aime ha presentato il “miracoloso” volantino. Anzi, alla comparsa del Wii Wheel tutti hanno aggrottato le sopracciglia. Sarà che, nonostante il nome sia simpatico, chiamare un volante “ruota” (wheel, appunto) suona davvero strano, oppure sarà che di volantini così da quando è uscita la console ne abbiamo avuto già diversi in mano, sta di fatto che anche Reggie è rimasto visibilmente sbigottito dalla freddezza della sua platea. Gli auditori sono rimasti immobili, ma il presidente di Nintendo of America, che di certo sa condurre uno spettacolo, è allora rimasto un secondo in silenzio, quasi volesse comandare l’applauso, che in effetti c’è stato, anche più forte del primo, ma di certo meno spontaneo. Il Wii Wheel, dice Reginald, sarà essenziale per giocare a Mario Kart Wii. Non solo, perché, contrariamente ai normali giochi di guida, il Wii Wheel conterrà una configurazione che permetterà anche ai profani (quelli che non videogiocano mai, per intenderci. ndrCarlo) di mettersi subito alla guida e di divertirsi anche, senza troppe ore perse in allenamento.

Eppure il Wii Wheel ci sembra così dannatamente simile alle varianti (davvero utili) proposte da case come X-Treme, Joitech o Atomic, tanto per citarne alcune. A voler essere sinceri, cambiava solo il pad incastrato all’interno, leggermente differente rispetto ai pad normali che abbiamo trovato inclusi nella console. Ma questa, ovviamente, non era la novità. La novità è vista invece nella levetta posta sul deretano del volante, levetta che dovrebbe proprio attivare la modalità per neofiti. Come? Staremo a vedere…

 

DUE SCHERMI SU WII?

Venendo al gioco, fin dalla comparsa del logo è stato possibile intuire che il titolo è proprio agli inizi del suo sviluppo. Gli artwork che campeggiavano sui due maxi-schermi che chiudevano il palco ai lati erano infatti quelli di Mario Kart DS. Ad un occhio acuto certi particolari non sfuggono, figuriamoci poi se non vengono notati dai pignolissimi fan(atici) Nintendo.

Il nome stesso del gioco, come fatto notare da Reginald Fils-Aime è provvisorio: dopo un Mario Kart DS, infatti, ci aspettiamo più originalità per la scelta del titolo…

Ma veniamo a quanto visto. Noi presenti, effettivamente, siamo stati di certo più fortunati di coloro che le notizie le hanno avute via internet. Un filmato abbastanza lungo ha infatti ripreso svariate sequenze di gioco. Negli stessi istanti, invece, sul sito ufficiale di Nintendo of America comparivano appena tre foto ufficiali e nulla più.

Il velocissimo trailer, comunque, non svelava più di tanto, ma gli scatti fotografici hanno comunque immortalato qualche dettaglio piuttosto interessante.

Innanzitutto si è tornati alla vecchia formula preesistente a Double Dash!!, niente secondo pilota a bordo, ma solo piccole e grintose monoposto.

Secondariamente, Mario Kart Wii sembra proprio seguire le orme lasciate dalla versione per Nintendo DS: ogni personaggio, infatti, disporrà di proprie vetture esclusive ma potrà, all’uopo, anche guidare quelle degli altri. Tutti partono con i classici go-kart che danno il nome al titolo, ma basta portarsi a casa qualche trofeo per tirare fuori dai garage i mezzi più assurdi. Mario e Peach, ad esempio, sfilano su due grintose Formula Uno anni ’30, Bowser corre con una sorta di dune buggy infernale, Luigi ha una spider nuova di zecca, tutta nera con una riga blu che le conferisce un aspetto davvero grintoso mentre Yoshi si affida ad una versione riveduta e corretta della cetriolomobile. Wario e Waluigi, invece, condividono una cadilac viola con tanto di motore ben esibito sul cofano. Come di consueto, ogni mezzo si differenzierà dalle altre per peso, dimensioni e maneggevolezza. Insieme alle innate capacità dei piloti, avremo dunque completate le statistiche di Tenuta, Accelerazione e Velocità massima. Visto che le vetture e i piloti sicuramente non mancheranno, basterà andare per tentativi alla ricerca dell’accoppiata migliore (talvolta può infatti accadere che i risultati migliori Bowser li ottenga alla guida della Toadmobile…).

Tra i corridori troviamo ancora una volta: Mario, Luigi, Peach, Daisy, Yoshi, Wario, Waluigi e Toad. Restano per ora fuori Birdo, Toadette, DK e Diddy, in quanto non presenti nei filmati. Appare invece un nuovo figuro misterioso, visibile anche in una foto divulgata da Nintendo, figuro al quale non siamo ancora riusciti a dare un nome…

Ma Mario Kart Wii ricalca Mario Kart DS anche per quanto riguarda la scelta dei percorsi. Come già era accaduto su doppioschermo, infatti, anche qui godremo di piste nuove e piste emulate dai precedenti episodi. Circuiti SNES, N64, GameCube ma anche presi di peso dall’ultimo capitolo per DS. Il filmato infatti mostrava proprio due ambientazioni catturate dal DS e riproposte con un comprensibile maquillage grafico(o forse gli sviluppatori non avranno avuto il tempo di preparare le piste nuove e si saranno affidate a quelle già esistenti).

Due sole le piste esclusive per la versione Wii: una ambientata in un villaggio di Toad che prende ovunque elementi dal nuovo New Super Mario Bros. e un’altra che ci farà correre lungo un grigio canyon, tra una giungla di tubi, le capanne dei minatori e i pericolosi carrelli per l’estrazione dei minerali “à la Donkey Kong”. Questo circuito sembrava tratto dal settimo mondo di Super Mario Bros. 3.

Venendo infine ai controlli, nonostante Mario Kart Wii non fosse disponibile come demo giocabile, Reginald Fils Aime si è limitato a dire che lo sterzo sarà deputato all’inclinazione del volante. Il Telecomando, quindi, andrà tenuto in orizzontale.

 

BABY MARIO KART WII!

Insomma, per ora le notizie sono davvero poche. Come potete vedere, alle tre immagini distribuite da Nintendo accompagniamo gli scatti fatti in sala al trailer che scorreva alle spalle di Reginald. Ovviamente si tratta di foto prese mentre il filmato andava, dunque risultano piuttosto caotiche e sfumate. Ciò nonostante osservatele con cura perché contengono qualche particolare piuttosto curioso. E vi invito ad analizzare anche le immagini riguardanti il Wii Wheel dal momento che questo strambo accessorio non dispone ancora di foto ufficiali.

Ma tutto questo riserbo da parte di Nintendo non deve stupirci, né lasciare l’amaro in bocca: come abbiamo detto ad inizio articolo, infatti, non si tratta di strategia editoriale, quanto di mera impreparazione. Mario Kart Wii, molto probabilmente, non era ancora pronto ad apparire in pubblico, ma la Casa di Kyoto ha fatto comunque l’impossibile pur di mostrarlo anche perché altrimenti la carne al fuoco, alla mostra, sarebbe stata davvero poca.

Ora aspettiamo qualche novità a Lipsia, nella fiera prevista per la fine di Agosto (spiacenti: per allora la nostra redazione sarà chiusa, quindi non aspettatevi alcun reportage), ma difficilmente potrà essere mostrata una versione del gioco più progredita. L’appuntamento rimane fissato per il Tokyo Game Show di metà settembre. Per allora è più razionale aspettarsi diverse migliorie e, magari, la comparsa anche della prima versione giocabile.

Salvo novità dell’ultim’ora, comunque, Mario Kart Wii si trova ancora in uno sviluppo talmente embrionale del progetto da farci pensare che la versione definitiva giapponese non potrà essere pubblicata prima di Marzo-Aprile 2008. Di conseguenza potrebbe arrivare da noi giusto in tempo per le prossime vacanze estive. Naturalmente Nintendo è autorizzata a stupirci, pubblicando il gioco prima di quanto pronosticato, così come è autorizzata ad ufficializzare al più presto la tanto vociferata modalità Wi-Fi: vogliamo sapere come si giocherà in internet e, soprattutto, essere garantiti da una ricerca migliore dei propri sfidanti, magari non condizionata dal solito Codice Amico…

Autore: Leonardo Gatto

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Offerta valida solo per i nostri lettori: acquistando un titolo Wii da Multiplayer Shopping, riceverete in regalo un capolavoro sempreverde per GameCube!

Ampio assortimento: consulta il catalogo delle novità per Nintendo Wii!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer