Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: MANHUNT 2

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 18+
Genere: Avventura
Giocatori: 1
Produttore: Rockstar
Sviluppatore: Rockstar
Distributore: TakeTwo
Versione: Filmato
Requisiti: /

Uscita:
EU: Settembre
JAP: N.A.
USA: Estate


Per giocare a Manhunt 2 occorre avere uno stomaco abbastanza resistente...

 


Sorprendere gli avversari alle spalle è fondamentale se si vuole avere qualche speranza in più di sopravvivere allo scontro.

 


I modi in cui potrete "dilettarvi" ad uccidere i vostri avversari saranno i più disparati.

 


Anche in questo episodio le telecamere amatoriali svolgeranno un ruolo centrale.

ASPETTATIVA

1 STELLA SU 5!

 

Siamo contrari alla violenza gratuita, per cui è bene che Rockstar non si incentri solo lo quella per stupire...

ROCKSTAR SI PREPARA A SBARCARE SULL'AMMIRAGLIA DI NINTENDO E CON LEI FIUMI E FIUMI DI POLEMICHE...

 

Qualche anno fa usciva su console e PC un certo Manhunt, sviluppato dalla Rockstar (quelli di GTA per intenderci), un action/stealth caratterizzato dall’uso gratuito della violenza in ogni momento.

In breve, nel gioco impersonavamo James Earl Cash, condannato a  morte per svariati crimini, che per mano del Direttore, così viene chiamato il suo salvatore, riesce a salvarsi.

Però tutto ha un costo e in questo caso il prezzo da pagare è l’ubbidienza verso il Direttore, il quale chiede a James di “recitare” nella sua opera.

Infatti il nostro protagonista dovrà compiere varie missioni, tutte riprese da telecamere nascoste che gli richiederanno ogni volta di rischiare la vita.

In ogni stage, infatti, oltre agli obiettivi da completare ci saranno anche dei malviventi che cercheranno in ogni modo di intralciare il lavoro di James.

Tra uccisioni il più sanguinolente possibili, fasi stealth, misteri da scoprire e livelli da sbloccare il gioco oltre alla critica specialistica ha riscosso popolarità anche tra la gente comune..

Purtroppo non per motivi legati alla qualità del titolo, ma per i suoi contenuti, giudicati eccessivi e intollerabili, tanto che in alcuni paesi ne è stata persino vietata la vendita.

Ovviamente anche questo sequel sarà 18+, quindi preparatevi a tenere alla larga i fratellini e le mamme impiccione.

 

Nuova console, nuovo gioco…o quasi.

Manhunt 2, ha poco da spartire col vecchio capitolo se non il titolo e l’abbondanza di sangue.

In questo nuovo episodio, infatti ci ritroveremo a interpretare il Dr. Daniel Lamb, imprigionato in un manicomio dal Project, un’ organizzazione segreta basata sul traffico di droga, della quale abbiamo fatto parte.

Una volta evasi dalla struttura ci ritroveremo in compagnia di un certo Leo Kasper, persona psicopatica e assetata di sangue.

Sarà lui infatti ad istruirci sull’arte della violenza spiegandoci le varie tecniche e gli stratagemmi per non essere scoperti.

I gradi di violenza saranno misurati durante il combattimento in tre livelli: hasty, violent e gruesome ad ognuna della quali corrisponderanno delle scene sempre più crude.

 

"Rockstar si è portata avanti con il lavoro sostenendo che la quantità di violenza sarà uguale se non superiore a quella del primo episodio."

 

Ovviamente la componente stealth del precedente capitolo non sarà dimenticata e sarà possibile utilizzare l’ambiente a nostro favore sfruttando le zone d’ombra come nascondiglio, i rumori di sottofondo come copertura e i vari oggetti presenti come armi improvvisate (bottiglie rotte, assi chiodate, sacchetti e quant’altro).

Mentre saremo nascosti potremo anche regolare la respirazione con una combinazione di tasti, aspettare che passi il nemico e saltargli alle spalle tagliandogli la gola con un colpo di Wiiremote o colpirlo con una delle numerose armi da fuoco.

Inoltre, potremo anche strisciare a terra per passare sotto le vetture o arrampicarci per poi saltare addosso allo sfortunato di turno.

 

La critica è già pronta.

Come prevedibile, sono già arrivati i primi commenti non proprio benevoli da parte delle associazioni dei genitori, anche perché Rockstar si è portata avanti con il lavoro sostenendo che la quantità di violenza sarà uguale se non superiore a quella del primo episodio.

 

"I gradi di violenza saranno misurati durante il combattimento in tre livelli: hasty, violent e gruesome"

 

Per quanto riguarda la versione Wii, ancora non si hanno dettagli specifici sul sistema di controllo, ma è facile immaginare che verranno utilizzate tutte le sue funzionalità dandoci la possibilità di effettuare le più svariate uccisioni come mai prima d’ora.

Molto probabilmente anche lo speaker del Wiimote verrà utilizzato come in Red Steel per far immedesimare meglio il giocatore, dato che il nostro Dr. Daniel sarà sicuramente fornito di un apparecchio per comunicare.

Per sapere se il gioco merita veramente la pubblicità che si è fatto ancora prima di uscire e se la versione Wii sarà la più convolgente basta aspettare quest’estate, periodo di uscita di Manhunt 2.

Autore: Luigigiuseppe Prosperi

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer