Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: OKAMI

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 12+
Genere: Avventura
Giocatori: 1
Produttore: Capcom
Sviluppatore: Clover
Distributore: Halifax
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: Aprile
JAP: Disponibile
USA: 15 Aprile

 

 


Le splendide sequenze di intermezzo, purtroppo, rimarranno in inglese anche su Wii. Halifax si fa sempre più pigra...

 

 


Più che un gioco, Okami è un acquerello in movimento!

 


Il titolo Capcom sprizza zeldosità da tutti i pori: non solo, infatti, il lupo rimanda a Twilight Princess, ma la grafica ammicca al cell shading di Wind Waker!

 


Okami servirà anche per farsi un interessante viaggio nella cultura giapponese.

ASPETTATIVA

4 STELLE SU 5!

 

Okami su Wii, vale a dire tanta gioia e qualche dispiacere. Halifax non ha curato al meglio la conversione e così il gioco non solo sarà interamente in inglese, ma verrà anche venduto a prezzo pieno in barba alla sua effettiva "anzianità". Inoltre da Clover ci saremmo aspettati un maquillage tecnico più deciso...

L’anno del lupo

 

Esistono giochi che hanno il difetto di essere stati ideati fin troppo in anticipo rispetto ai tempi; Okami potrebbe rientrare comodamente nella categoria.

Uscito da ormai più di un anno su Ps2, il capolavoro di Atsushi Inaba, stesso genio che ha ideato Viewtiful Joe, è ormai un successo sia a livello commerciale sia a livello qualitativo.

L’innegabile qualità del prodotto lo ha reso uno dei più bei giochi degli ultimi anni e tutto, dal suo gameplay innovativo alla sua grafica visionaria, è stato applaudito dalla critica.

 

“Esistono giochi che hanno il difetto di essere stati ideati fin troppo in anticipo rispetto ai tempi”

 

Come ammesso dal Presidente di Ready at Dawn, Didier Malenfant, appena è stato annunciato il Wii tutti, giocatori e sviluppatori Capcom compresi, hanno pensato ad una conversione; per non rischiare però di snaturare un prodotto tanto bizzarro, tale conversione è stata affidata alle esperte mani di un nostro connazionale, Andrea Pessino, che ha lavorato con Blizzard per gli ultimi titoli dedicati alla saga di World of Warcraft.

Vediamo quindi se il bianco lupo riuscirà a risorgere sui nostri Wii come l’araba fenice.

 

Il sorgere del sole

Senza rovinare nulla della storia, Okami è ambientato in un remoto passato fatto di divinità ed eroi, un mondo che purtroppo deve affrontare l’ennesima sfida contro un male che sembra persistere da più di 100 anni, ma questa volta l’eroe di turno è l'incarnazione della Dea del Sole in persona, anzi no, in lupo, Amaterasu Omikami.

Okami significa infatti lupo, animale leggendario pronto a portare la pace nel mondo assieme al suo fido assistente-folletto Issun, così da sconfiggere il mostruoso Orochi per sempre.

La trama ha certamente il pregio di essere farcita di una valanga di citazioni e rimandi alla cultura giapponese: per quanto molti di noi potranno non comprendere la totalità di questi richiami, la storia non sarà compromessa, come potranno testimoniare i moltissimi giocatori che sono rimasti stregati in passato.

L’avventura si basa su l’alternanza di combattimenti ed esplorazione e il grosso verrà gestito dal Wiimote che, a seconda delle occasioni, si trasformerà in una spada o in un bastone, ma soprattutto in un pennello.

In ogni istante è possibile mettere in pausa il gioco e interagire con l’ambiente, che gode di un ottimo level-design, e, soprattutto, di uno stile grafico mai visto prima, che fa sembrare l’intero mondo fatto di carta di riso su cui poggiare il nostro pennello.

Vi facciamo un esempio: vi trovate davanti ad un ponte sospeso sul nulla e gran parte delle travi centrali mancano, facendo così risultare il passaggio impraticabile; ma una volta che avrete sfoderato il vostro pennellone potrete disegnare voi stessi i pezzi mancanti, così da poter proseguire il vostro viaggio.

 

“il grosso dell’avventura verrà gestito dal Wiimote che, a seconda delle occasioni, si trasformerà in una spada o in un bastone, ma soprattutto in un pennello.”

 

La varietà è certamente una qualità innata di Okami e ora grazie all’interazione che solo il Wiimote può offrire, l’avventura sarà ancor più coinvolgente.

La difficoltà ben calibrata è l’ottima longevità, costellata di sub-quest e dettagli, rendono Okami un titolo assolutamente ottimo per tutti coloro che non lo hanno già finito su Ps2.

Questa precisazione è necessaria poiché la conversione risulta essere fedele al 100% e, comandi a parte, non è stato inserito nulla di nuovo.

Se quindi vi aspettavate degli extra o materiale aggiuntivo che potesse immergervi nell’onirica atmosfera ancora una volta rimarrete delusi: purtroppo come nell’originale non è disponibile la lingua italiana, scelta certamente discutibile.

 

UN LUNGO VIAGGIO…

Per quanto il comparto audio non necessitasse di aggiunte e risultasse già magistrale, lo stesso non si può dire della grafica: lo stile del cell-shading è qui utilizzato in maniera prepotente e la direzione artistica pesa molto, tanto che sembra un quadro in movimento, ma in quanto a potenza pura il gioco è identico a quello a 128bit con l’aggiunta dei 16:9 e 480p.

 

"Halifax venderà il gioco a prezzo pieno, e anche se ciò per un titolo come questo non risulta eccessivo, data l'anzianità di Okami avremmo preferito un piccolo sconto, considerando soprattutto che il distributore non si è nemmeno preoccupato di investire fondi nella traduzione (l'intero gioco, infatti, sarà in inglese)..."

 

Certo il comparto tecnico risultava notevole ma alcuni elementi bidimensionali, come gli alberi, avrebbero potuto godere della 3°dimensione senza troppi sforzi da parte del team di sviluppo e dell’hardware Wii.

Un'altra notizia che ci ha lasciato turbati, è che Halifax venderà il gioco a prezzo pieno (56 euro), e anche se tale prezzo non risulta eccessivo considerato il titolo di cui stiamo parlando, per questo genere di remake avremmo preferito un piccolo sconto, considerando soprattutto che il distributore non si è nemmeno preoccupato di investire fondi nella traduzione (l'intero gioco, infatti, sarà in inglese).

Aspettando il seguito, vi suggeriamo un consistente antipasto: tornare a essere lupi dopo Zelda non avrebbe potuto essere più piacevole.

Autore: Niccolò Ballerio

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Vuoi utilizzare questo spazio pubblicitario?

Scrivi una mail a carloscafe@libero.it con oggetto: banner pubblicità!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer