Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

RECENSIONE DI: HARVEST MOON MAGICAL MELODY

Sistema: Nintendo Wii
Target: 3+
Genere: Gestionale
Giocatori: 1

Wireless Single Card: /

Wi-Fi: No
Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Natsume
Distributore: Nintendo
Versione: PAL
Requisiti: /
Uscita: Disponibile

 

Testo a schermo in ottimo italiano.

 


Tutte le azioni dovrebbero essere eseguite tramite i movimenti del Wiimote, ma noi preferiamo di gran lunga i canonici tasti da premere!

 


Basta mettere un uovo nell'incubatrice per vedere il numero delle proprie galline lievitare in breve tempo!

 


La grafica è rimasta sostanzialmente invariata rispetto all'edizione 2004 per GameCube.

 


Come in ogni Harvest Moon, anche qui potrete conoscere la vostra anima gemella e convolare a nozze! Bella la vita del contadino...

 


Jessie sarà la vostra avversaria: è scortese e non può vedervi, ma può essere corteggiata...

TRAMA: 7,0

+ La Dea del Raccolto è stata tramutata in pietra...

- ...Ancora una volta!

GRAFICA: 7,2

+ Pulita e colorata.

- Troppo datata.

SONORO: 7,0

+ Simpatiche le musiche.

- Effetti FX assenti o quasi.

GIOCABILITà: 6,5

+ L'idea del Wiimote era buona...

- ...Ma non funziona!

LONGEVITà: 8,0

+ Tantissime cose da fare. E' forse l'episodio più completo.

- Ma questa volta parte troppo lento.

GLOBALE: 7,1

In conclusione, 

Harvest Moon Magical Melody non innova certo quanto avremmo voluto.

Speravamo che il Wiimote potesse rendere ancora più profondo un gioco che non manca mai di ammaliare milioni di giocatori in tutto il mondo, ma questo porting nato su GameCube non si rivela invece particolarmente adatto ad un simile ruolo.

Tecnicamente datato, è comunque uno degli episodi più intriganti e profondi della saga anche se questa volta parte davvero lentamente.

Consigliato a tutti i fan della serie e a coloro che volessero provare un gdr un po' fuori dagli schemi.

SIETE PRONTI PER AFFRONTARE LA DURA, MA MAGICA, VITA DEL CONTADINO?

 

Se in Giappone, ormai, gli episodi di Harvest Moon per Wii e DS non si contano più, qua in Italia stanno giungendo con troppe difficoltà e un impressionante ritardo.

Solo qualche mese fa, infatti, giungeva in redazione Harvest Moon DS, titolo edito nel 2005, oggi, invece, è arrivato Harvest Moon Magical Melody che in patria natia è in realtà disponibile già da più di un semestre…

Non deve quindi stupire se diversi aspetti del gioco, quali una grafica un po’ acerba ed un gameplay a tratti stonato, risultino spesso datati e fuori luogo, anche perché Harvest Moon Magical Melody costituisce il porting di un progetto GameCube mai arrivato qui da noi…

 

RAPE E ZUCCHINE 3D!

Per i nintendofili, la saga di Harvest Moon si fa finalmente tridimensionale con Harvest Moon 64, uno dei capitoli più belli e magici della serie, che speriamo di poter presto trovare sugli scaffali della Virtual Console. Questo capitolo si rifà proprio a quell’ episodio, prendendo in prestito volti, personaggi, trovate e stili che, sul vetusto Nintendo 64, appassionarono più di un giocatore.

Lasciato da parte il “realismo” (in senso molto lato) grafico di Harvest Moon A Wonderful Life! per GameCube, la saga torna alle origini, muovendo tramite un simpatico ma non sempre aggraziato motore tridimensionale il concept classico nato su NES.

 

BEATO TE, CONTADINO…

Nel caso non conosciate la bizzarra saga di Natsume, sappiate che le regole qua sono davvero poche: non ci sono mostri da annientare, combattimenti a cui prendere parte e principesse da salvare.

Solo un terreno da arare, seminare, innaffiare e animali da cortile da accudire.

Sorpresi? In effetti agli inizi la saga fece molta fatica ad imporsi qua, nel mercato Occidentale, e non è un caso se, ancora oggi, gli episodi arrivino con gran ritardo.

Ma la ratio che sta dietro al progetto, e che si conferma come l’elemento vincente della scommessa di Natsume, è davvero semplice: far conoscere ai bambini di un sempre più tecnologico Giappone il piacere di una vita rurale che oggigiorno rischia di andar perduta.

Far conoscere loro il rispetto per l’ambiente e la natura, responsabilizzarli e offrire qualche oretta in un verde virtuale che li salvi dal grigio delle metropoli.

Strano? Forse, ma in Giappone ogni episodio è comunque salutato con interesse da milioni di fans e ormai la serie si è fatta un nome anche negli USA ed in Europa.

Il concept che sta alla base del gioco, che riprende poi gli elementi più classici degli action rpg, è infatti in grado di ammaliare e assuefare il giocatore che, di punto in bianco, si ritrova catapultato in un bucolico villaggio…

 

…CHE SEI Più RICCO DI UN RE!

Il lavoro dei campi, si sa, è strutturato sull’orologio biologico. Non ci sono ritmi o imposizioni artificiali, ma si segue il lento e ciclico scorrere delle stagioni.

Questo vuol quindi dire che, a seconda del periodo dell’anno, vi ritroverete impegnati in attività diverse.

In primavera, ad esempio, non sono poche le specie vegetali che potrete piantare e, in più, il vicino fiumiciattolo si rivela particolarmente pescoso. Potrete inoltre abbellire il vostro giardino con piante da fiore che potrebbero essere particolarmente gradite a quella ragazza che, giù al villaggio, vi fa sempre gli occhi dolci…

In estate, invece, il ritmo rallenta: il caldo fa sopravvivere solo poche specie vegetali ma in compenso vi permette di lasciare più ore al pascolo i vostri animali da cortile senza la preoccupazione che possano prendersi un raffreddore. Le belle giornate possono essere spese ai party in spiaggia, o in montagna alla ricerca di oggetti particolari…

In autunno non si può perdere tempo: se avete piantato alberi da frutto potrete finalmente incassare i primi dindini, e non mancano inoltre le varietà vegetali da seminare e coltivare.

I boschi, poi, si riempiono di bacche e funghi, che possono essere rivenduti a caro prezzo o regalati a qualche persona speciale…

In inverno, infine, sono ben poche le attività che possono considerarsi remunerative. Poche piante crescono e resistono ai rigori della stagione, mentre i vostri animali dovranno rimanere in stalla per evitare qualche brutto malanno. Potrete dunque investire tutto il tempo libero nelle miniere di Grotta Lago, che si rendono accessibili solo quando la superficie del lago ghiaccerà.

Insomma, nonostante in apparenza la giornata del contadino possa sembrare tranquilla, non mancano le attività in grado di portare profitto.

Anzi, sono così tante e variegate che spesso vi sembrerà persino che la giornata (che dura una decina di minuti)non basti per porre in essere tutti i progetti che avevate in mente.

Come se ciò non bastasse, Harvest Moon Magical Melody pone l’accento anche su un aspetto che fin’ora era rimasto trascurato: quello dell’imprenditore agricolo.

Quando gli incassi saranno abbastanza soddisfacenti, sentirete infatti il bisogno di espandere la vostra attività e potrete farlo acquistando nuovi terreni ed edificando nuove strutture (pollai, stalle, fienili o, semplicemente, una casa più grande e più bella).

Una volta tanto, inoltre, potrete anche scegliere dove abitare e insediare la vostra attività: preferite una bella fattoria in riva al mare, ma dai terreni grandi e poco fertili, oppure una comoda fattoria in centro città, con spazi piccoli per l’agricoltura ma comunque vicina a tutte le comodità?

 

UN FATTORE ED IL SUO REGNO!

E la città ora è sicuramente una locazione più importante rispetto al passato, dato che ospita diversi servizi essenziali. Spesso, però, sarete così presi dal lavoro che, per intere giornate, non riuscirete nemmeno a visitare i vostri amici.

Al laboratorio, ad esempio, troverete Woody, un anziano falegname che vive nei boschi e che si offrirà di costruirvi le strutture di cui avrete bisogno. Come nei vecchi Harvest Moon, portategli tutto il legno e i massi che riuscite a trovare, perché così risparmierete qualcosa sul materiale.

Il rigattiere vende invece tutti gli attrezzi essenziali per la vostra attività. Volete un innaffiatoio che contenga più acqua? Andate a comprarlo da lui, anche se i prezzi non sono certo i più economici. Dal rigattiere troverete inoltre nuovi mobili con cui arredare la casa.

A questo proposito urge segnalare che la piccola cittadina crescerà a dismisura arrivando ad ospitare tantissimi abitanti e, soprattutto, attività variegate che dipenderanno dalle vostre azioni.

Aiutando il dottor Alex con i suoi studi botanici, ad esempio, il suo studio medico si amplierà e verranno al villaggio due simpatiche crocerossine, mentre se investirete nel commercio dei fiori, la bella Lyla aprirà il suo negozio. Con i primi turisti arriveranno anche nuove attività e quando il Moonlight Café e la locanda saranno finalmente aperti la cittadina non vi sembrerà poi così desolata…

Alla Fattoria Primavera potrete acquistare le semenze, mentre al Ranch Cielo Blu gli animali. Non fate passi più lunghi della gamba: partite acquistando semplicemente un nuovo, quindi aspettate che si schiuda. Ripetete l’esperimento e, quando avrete un gallo e una gallina, potrete dare il via al vostro allevamento. Con i primi soldini, poi, potrete acquistare mucche, cavalli e caprette.

 

HARVEST MOON IN ROSA

Purtroppo Harvest Moon Magical Melody registra una grave mancanza: contrariamente all’ultima edizione per DS (mai arrivata da noi), infatti, non permette all’inizio del gioco di poter scegliere il sesso del personaggio.

Errore macroscopico, ribadiamo, perché, questo genere di gestionali “à la Animal Crossing” è spesso particolarmente amato da una platea femminile che, di certo, avrebbe preferito calarsi nei panni di una contadina.

Le uniche presenze femminili in Harvest Moon Magical Melody saranno invece le ragazze che potremo sedurre e, con un po’ di impegno, portare all’altare.

Ritornano volti noti e ruoli classici: si va dalla dolce Nina della fattoria Primavera, a quel maschiaccio di Ann nipote del rigattiere, passando per Ellen, contadina acqua e sapone, la sofisticata bibliotecaria Maria, la seducente Eve cameriera del Moonlight Café fino ad arrivare all’infermierina Gina e alla cavallerizza Gwen.

Ogni ragazza ha un hobby particolare: scoprirlo non è difficile (spesso basta guardare il loro modo di vestire) e potrà aiutarvi nell’intavolare le conversazioni, capire dov’è possibile trovarla durante l’arco della giornata e, soprattutto, cosa ama e cosa odia, onde evitare di presentarsi alla sua porta con in mano un regalo decisamente sbagliato!

Un comodo radar sempre presente sulla parte inferiore dello schermo vi rivelerà in tempo reale i loro spostamenti e, soprattutto, quelli dei vostri rivali, perché non saranno pochi i maschietti che tenteranno di mettersi tra voi e la prescelta…

 

L’ERA BIOLOGICA

Di questo Harvest Moon Magical Melody apprezziamo soprattutto due cose: l’esser ritornato alle meccaniche del gioco originale, prendendo volti e situazioni direttamente dal capostipite per SNES, e aver optato per una grafica che strizza l’occhio a quella di Animal Crossing (come nel titolo Nintendo, è poi anche possibile cambiare i mobili e la loro disposizione), dai personaggi con teste abnormi ai colori vividi e dalle tinte pastello.

Ci piace molto meno, invece, il sistema col quale è stato messo assieme il controllo del Wiimote: arare, innaffiare, seminare sono tutte azioni che richiedono un uso casuale del Telecomando e movimenti continui che, a lungo andare, stancano e non poco.

Per fortuna è possibile eseguire le medesime azioni con i classici tasti, ma anche in questo modo il sistema non si rivela dei più comodi.

Graficamente parlando, ci assestiamo su livelli medio-bassi: il gioco è uscito per GameCube nel 2004 e da allora non è stato più toccato. Tuttavia la simpatia dei personaggi e la pulizia della grafica rende comunque il titolo piacevole.

Sottotono il sonoro: i motivetti sono quelli di sempre, discreti, piatti e noiosetti, mentre i suoni FX in realtà non esistono.

Insomma, Harvest Moon Magical Melody non rappresenta certo quella sorpresa in grado di surclassare l’ottimo Harvest Moon A Wonderful Life!, ma è comunque un titolo completo, profondo e intrigante, che tutti gli amanti della saga dovrebbero acquistare…

Autore: Luisa Grotti

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Vuoi utilizzare questo spazio pubblicitario?

Scrivi una mail a carloscafe@libero.it con oggetto: banner pubblicità!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer