Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

Il numero natalizio del Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE- ospita un Carlo's Café davvero magico. Colti dall'aria frizzante di dicembre, i nostri lettori si sono infatti lasciati contagiare dall'atmosfera delle feste e così, tra missive cariche di buoni propositi per l'anno nuovo, di auguri e di divertenti racconti, non possiamo che essere entusiasti di questo piccolo angolino della posta che sopravvive tranquillo alle angherie di un mondo sempre più cinico e frenetico.

Buon Natale a tutti!

 

**  ****  **

L'indirizzo cui far riferimento è sempre quello: carloscafe@libero.it

Scriveteci numerosi, mi raccomando!

 

NON SOLO L'UOMO è UN ESSERE NINTENDOFILUS!

Caro Carlo,

mi presento: mi chiamo Gianmaria, ho quasi 25 anni e devo ammettere che seguo il vostro giornale on line con passione e dedizione. Ogni mese, scoccato il primo, mi dirigo impaziente sul vostro sito sperando di trovare il nuovo numero del Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-! Complimenti, tra l'altro, per le stupende copertine, che già erano belle prima, ma da qualche mese a questa parte si sono ravvivate ulteriormente. Complimenti, già che ci siamo, anche per le recensioni di Super Mario Galaxy, magica come il gioco, e di Metroid Prime 3 Corruption, appassionata e appassionante, frutto di certo di un duro lavoro ma anche di tanta, tanta passione.

Comunque, non voglio perdermi troppo in chiacchiere perché se vi ho contattato è innanzitutto per rispondere al simpaticissimo editoriale dell'ultimo numero. L'Homo Nintendofilus. Naturalmente il profilo delineato da Carlo rispecchia in pieno la maggior parte dell'utenza Nintendo. Io, così come i miei amici, ci siamo ritrovati in pieno nella descrizione. Nell'attesa di scoprire come possa essere il profilo della Donna Nintendofila, ti racconto allora come ho conosciuto la mia ragazza. Era il lontano 1998 ed un mio amico, nonché compagno di banco (allora frequentavo ancora il Liceo) mi disse: "sai, ieri da mio cugino ho provato un gioco fantastico. E' la continuazione del mitico Zelda A Link To The Past, solo che è tutto 3D! Come Mario 64!"

Allora non c'era internet (o meglio, c'era, ma non era così diffuso), e noi non potevamo neppure permetterci di comprare le costose riviste di videogiochi (settimila lire per Mega Console, un'inezia, se paragonato ai 5 euro di Nintendo Rivista Ufficiale e dei 5,50 euro per Videogiochi), quindi i giochi li conoscevamo solo al momento dell'uscita. "Uno Zelda 3D?" gli rispondo "ma va!". E lui: "Se non mi credi, vieni da mio cugino e vedrai". Nel pomeriggio andammo da suo cugino e... sorpresa, non c'era! In compenso c'era la sua sorellina, che aveva pressappoco la nostra stessa età. Quando arrivammo stava proprio giocando a The Legend of Zelda Ocarina of Time. Non era una grande appassionata di videogiochi, ma Zelda l'aveva proprio presa. Però non riusciva molto bene, a dire il vero non impugnava neppure correttamente il pad tricornuto del N64. Così il mio amico iniziò a sfotterla. Io mi accodai, ma solo per attaccare bottone. Fortunatamente sapeva stare allo scherzo, quindi mi passò il pad e iniziò a prendermi in giro tutte le volte che Queen Gohma, l'indimenticabile primo boss del gioco, mi colpiva... Con la scusa di giocare a Ocarina of Time (che non mi comprai subito solo per andare da lei), passai per diversi giorni a casa sua. Quando suo cugino (il mio compagno di classe) se lo comprò, io continuai ad andare ugualmente da lei. Lei diventava sempre più brava ed appassionata, nonché curiosa di nuovi games, quindi ogni settimana le portavo un titolo della mia collezione. Mario Kart 64 prima, Goldeneye 007 poi, F-Zero X in seguito. Insomma, il nostro amore è proprio nato grazie Nintendo e durante i suoi giochi. Sono quasi dieci anni che ci frequentiamo ed il nostro rapporto funziona sempre alla grande, tant'è che appena finiremo gli studi ci sposeremo. Oggi conviviamo e, naturalmente, appena abbiamo un po' di tempo libero giochiamo al Wii ed al DS. Naturalmente lei mi straccia, finendo prima di me tutte le avventure (Zelda Twilight Princess e Super Mario Galaxy) e collezionando record straordinari in Wii Sports e in Wario Ware Smooth Moves.

Caro Carlo, come vedi, oltre all'homo nintendofilus, che hai dipinto così realisticamente nell'ultimo editoriale, esiste anche la donna, e per certi versi, è sicuramente un essere molto più affascinante ed interessante.

Un saluto a tutta la mitica redazione ed un bacio alla mia "Bea".

Gianmaria.

 

Ecco, queste sono proprio le missive che piacciono a noi. Lunghe, ricche di magia nintendosa e ricolme di affetto. Affetto che in questo caso tocca tanto i poli di Nintendo quanto quelli di "Bea", questa videogiocatrice incallita che ha scoperto il mondo delle console proprio grazie a Zelda Ocarina of Time. E se i due protagonisti del racconto si sono incontrati... Bhé, è davvero merito di Nintendo!

Non è nemmeno la prima volta che ci giunge una lettera simile. Se non sbaglio, infatti, qualche estate fa pubblicammo la missiva di un ragazzo che aveva conosciuto la sua lei in spiaggia proprio grazie al DS. Insomma... come si fa a chiamarli semplicemente "videogiochi"!?

_______________________________

 

LA RIVINCITA DELLA GRAFICA!

Ciao Carlo,

chi ti scrive è un lettore di vecchia data, ma che, per un motivo o per l'altro, non aveva mai manifestato la sua presenza con lettere ed epistole. Oggi, invece, ho sentito il bisogno di scrivervi perché sono stato folgorato dal mio ultimo acquisto. Mi riferisco al mitico Metroid Prime 3 Corruption. Nella mia classe hanno quasi tutti l'X-Box 360. Prima avevano tutti la PS2, ma ora che Sony è ad un passo dal fosso, sono passati in massa a Microsoft, così, ovviamente, dopo anni di grafica mediocre ora si vantano della potenza della loro macchina. Anche i miei amici più cari, quando vengono in casa mia per giocare, dopo aver provato il Wii ed essersi divertiti un mondo se ne escono con frasi sciocche del tipo "si, ma hai visto che grafica? La chiami bella?" oppure "è una Playstation 2 sbiancata nella vareghina".

Poi, ho comprato Metroid Prime 3 Corruption, ho fatto vedere loro quanto è figo il sistema di controllo semplicemente interagendo con i comandi della nave, e poi gli ho fatto vedere qualche pianeta. Sono rimasti sbalorditi, sia perché nonostante tecnicamente non sia un Wii alla massima potenza, riesce a mascherare bene i suoi difetti con tonnellate di effetti grafici, sia perché è spettacolare anche più del loro decantato Halo 3, e infatti qualcheduno lo ha ammesso.

Intendiamoci, non è che un gioco, per piacermi, debba superare il vaglio dei miei amici, ma dopo i divertentissimi Wii Sports e Wii Play, mi ha comunque fatto piacere vedere il Wii spremuto come dovrebbe sempre essere. E non sarebbe neppure male, ora, se facessero un titolo come Wii Sports, Wii Play o Wii Fit dalla grafica come Metroid Prime 3 Corruption, non trovate?

Buon Natale e buon anno nuovo!

Behind-the-wall-88.

 

Indubbiamente Metroid Prime 3 Corruption, pur non tirando a lucido il Wii, fa la sua bella figura, anche perché, contrariamente ai due episodi che lo hanno preceduto su GameCube, si dimostra molto più orientato verso i classici FPS e molto meno ancorato al concept classico della saga, che in alcuni suoi aspetti limitava le meccaniche dello sparattutto tradizionale. Questo nuovo bilanciamento, a mio avviso, non scontenta nessuno, né gli amanti degli FPS, né i fans di Metroid, permettendo anzi ai profani di iniziare a giocare pur non avendo mai provato prima un gioco della serie.

Riguardo all'idea di partorire un Wii Sports con grafica adulta, io penso che si potrebbe davvero fare. Anzi, scommetto che molti denigratori non avrebbero poi più scuse. Solo che i giochi più "seriosi" tendono a spaventare i non giocatori, e questo genere di giochi nasce invece con lo scopo di allargare il panorama dell'utenza. Tuttavia, se mai un Wii Sports 2 dovesse essere fatto, sarebbe bello vederlo tirare al massimo le potenzialità tecniche della console, non trovate?

_______________________________

 

CASTELLI (DI ZELDA) IN ARIA!

Caro Carlo,

complimenti per la rivista. A mio avviso il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE- è il più bel giornale del settore di tutti i tempi. Complimenti per la vostra professionalità, ma anche per la vostra simpatia e disponibilità. Ho infatti visto che nel Carlo's Café (la rubrica in cui vorrei che venisse pubblicata la mia mail) siete sempre pronti ad aiutare i lettori bloccati in questo o quel gioco, ma anche ad ascoltare i deliranti sogni di qualcuno.

Oggi vorrei che ascoltaste i miei.

Allora, come avete detto più volte, di sicuro alla Nintendo staranno già preparando il nuovo Zelda per Wii. Perché il Wii dovrà avere il suo personalissimo Zelda.

Ebbene, per me darà un taglio al passato, e visto che in Giappone Twilight Princess non ha venduto moltissimo, potrebbe proprio diversificarsi per mezzo di uno stile grafico.

Magari riprenderà lo stile di Wind Waker. Anzi, sono sicuro che lo farà perché sfrutterà appieno il Wiimote, e per farlo dovrà senz'altro contenere tantissimi minigiochi scanzonati, e magari pure tante discipline sportive. Insomma, non mancheranno le occasioni per sbracciarsi, e per questo dovrà essere uno Zelda meno serioso e meno dark e più cartoon. Non trovate?

Prima di salutare, oltre ai doverosi auguri di Buon Natale a voi e a tutti i lettori, vorrei farvi i complimenti per le stupende recensioni di Super Mario Galaxy e di Metroid Prime 3 Corruption.

Zigorobey.

 

Caro Zigorobey, potresti anche aver ragione.

Se dovessimo di fatti immaginarci un nuovo Zelda completamente compatibile con il Wiimote ci sarebbe più facile farlo pensando ad uno stile semplice e minimalista à la Wii Sports (e quindi à la Wind Waker) che uno troppo dark e serioso. Il Wii, poi, non puntando troppo sulla grafica non produrrà neppure mai nulla che rischi di mettere in evidenza i limiti stessi della macchina, per cui il tuo vaneggiare potrebbe essere sensato per più motivi. Del resto i fans che volevano il ritorno allo stile grafico di Ocarina of Time sono stati accontentati con Twilight Princess, ora bisogna anche accontentare chi spera in un nuovo tuffo nel mare di Wind Waker, no?

_______________________________

 

HELP, PLEASE MARIO, HELP ME!

Ciao Carlo,

sono Toadette 93 e ho bisogno di aiuto.

Prima di esporvi i miei problemi, però, vorrei farvi gli auguri di Natale e i complimenti per il vostro lavoro mensile.

Ora, invece, passo al centro della questione.

In Super Mario Galaxy mi ritrovo bloccata a 117 Stelle e questo perché non riesco a superare la missione in cui devo ripulire una discarica a suon di bombe. Trenta secondi di tempo sono troppo pochi. Non c'è un modo per rallentare il tempo o per avere più bombe? Sono disperata, rispondimi in privato se non vuoi pubblicare una missiva che ai più sembrerà inutile.

Grazie e auguri.

Toadette 93

 

Cara Toadette 93, innanzitutto calmati!

Come vedi, il tuo segnale d'aiuto è stato ricevuto e ti rispondiamo pubblicamente perché molti altri nostri lettori si sono fermati proprio nello stesso punto. Ed il bello è che Super Mario Galaxy ospita ben 2 missioni in cui è necessario ripulire la discarica a suon di Bob-Ombe in trenta secondi, e l'altra è ancora più tosta della prima!

Comunque sia, un buon modo per superarle è buttando le bombe proprio sulle monete d'oro che affiorano dal terreno. Non sono state messe a caso, ma è un aiutino che gli sviluppatori vi hanno voluto offrire. Se posizionate lì le bombe, esplodendo state pur certi che il raggio d'azione coperto basterà per non lasciare fuori nulla.

Inoltre, tenta anche di buttarle l'una vicina all'altra, così facendo provocherai delle esplosioni a catena molto più devastanti e in grado di farti risparmiare tempo prezioso.

Sperando d'esserti stato d'aiuto, ti auguro un buon Natale.

_______________________________

 

 

Volete dire la vostra?

Scrivete a carloscafe@libero.it e potreste venire pubblicati!

 

Torna al Magazine - Torna alla Home

 

 


ifooter