Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

ANTEPRIMA DI: WARIO - MASTER OF DISGUISE

 

Sistema: Nintendo DS
Target: 3+
Genere: Piattaforma
Giocatori: 1
Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Suzak
Distributore: Nintendo
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: Primavera
JAP: Disponibile
USA: Primavera


Wario passa le sue giornate sognando di essere il protagonista della serie tv di Al Dente...

 


Per mascherare Wario basterà tracciare dei semplici simboli sullo schermo...

 


...et voilà! Con una specie di "fi" greca Wario diventa un dottore in grado di scovare le stanze segrete con un macchinario a raggi X.

 


Ma il nostro travestimento preferito rimane quello che ci calerà nei panni di un artista: grazie al pennello potremmo disegnare dei blocchi là dove servono di più!

ASPETTATIVA

4 STELLE SU 5!

 

Wario è sempre Wario, non c'è nulla da fare. Potrà cambiare il nome del gioco, potrà cambiare genere, ma i titoli con protagonista questo buffo ciccione maleducato sono destinati ad essere incredibilmente demenziali e divertenti. Questo Master of Disguise promette di continuare degnamente la serie di Wario Land, pur non essendo direttamente collegata ad essa. Speriamo in qualche ritocchino grafico in più, poi tutto dovrebbe essere perfetto.

DOPO GLI SPLENDIDI WARIO LAND, IL CINICO PANZONE IN GIALLO TORNA CON UN PLATFORM TUTTO NUOVO, TUTTO PER DS!

 

Cappello a cilindro, abito elegante, mantello e bastone con diamante: no, non si tratta di Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo nato agli inizi del ‘900 dalla penna di Maurice LeBlanc, ma del furfante italiano Al Dente (eh, proprio così…), il noto criminale televisivo che non manca mai un bersaglio.

Questo abile furfante, genio dei travestimenti, è accompagnato da un bastone magico che non solo gli fa da maggiordomo, ma grazie ai suoi poteri gli permette di fare apparire ciò che si disegna con la stylus del DS.

 

LA VITA è TUTTA FICTION!

Wario, si sa, passa le sue giornate ingozzandosi davanti alla tv ed è divenuto in breve tempo un assiduo telespettatore della serie televisiva del ladro Al Dente. La classe, gli abiti europei, i tesori che con disinvoltura riesce a far propri: “questo Al Dente è proprio come me!” Sbotta la nemesi malvagia di Mario durante l’ultimo spettacolo. “Anzi, sicuramente io sono meglio di lui!”  pronunciando queste parole il panzarotto in giallo inventa uno strano marchingegno che gli permette di tuffarsi dentro il televisore per poter vivere le stesse avventure di Al Dente!

 

LADRO GENTILUOMO!?

Lo scopo del gioco sarà proprio questo: scoprire quali sono gli obbiettivi di Al Dente per batterlo sul tempo. Questa folle competizione col personaggio televisivo ci porterà a visitare le locations più disparate del globo, dalle piramidi egizie i cui tesori fanno gola ai predatori di tombe, passando per le navi da crociera più lussuose, fino ad arrivare ai mitici templi aztechi divorati dalla vegetazione. Dovendo anticipare le mosse di Al Dente, ogni livello dovrà essere terminato prima dello scadere del tempo. Non esiste però un traguardo da raggiungere, basterà infatti raccogliere il maggior numero di tesori possibili per archiviare in tutta tranquillità l’avventura.

 

"Si è perso il nome d’arte, ma le caratteristiche della saga sono rimaste fortunatamente inalterate. Anzi, Wario – Master of Disguise sembra anche sfruttare per bene le specifiche del DS"

 

Naturalmente, non sarebbe Wario se il paffuto idraulico in giallo non giocasse sporco: e infatti il nostro, all’inizio dell’avventura, ruberà il bastone magico di Al Dente, servendosi così dei suoi poteri per potersi travestire ed acquisire conseguentemente nuove abilità. Ma il bello è che per dar via a questo tourbillon di mascheramenti bisognerà camuffare lo sprite di Wario disegnandoci sopra con la stylus! Tracciando sulla sua testa un cerchio, il perfido protagonista si troverà nei panni di un astronauta, con tanto di pistola laser e possibilità di saltare a gravità zero, disegnando uno stetoscopio, invece, Wario diverrà nientemeno che un dottore le cui abilità consisteranno nell’usare un macchinario a raggi X per poter individuare delle uscite nascoste e nell’usare un guantone allungabile per raggiungere oggetti particolarmente distanti.

 

"Lo scopo del gioco sarà proprio questo: scoprire quali sono gli obbiettivi di Al Dente per batterlo sul tempo. Questa folle competizione col personaggio televisivo ci porterà a visitare le locations più disparate del globo!"

 

Ma i travestimenti non finiscono certo qui: contando quello iniziale, da ladro, che gli permetterà di usare la spinta con rincorsa già vista nei Wario Land, il botolo maleducato potrà diventare anche dinosauro, pipistrello, artista e supereroe. Insomma, i travestimenti lo porteranno ad impersonare i classici ruoli delle fiction, da quello del medico a quello dell’eroe senza macchia e paura…

 

"tesori da recuperare, nemici da abbattere a suon di cazzotti, travestimenti, il classico gameplay Nintendo… Questo Wario – Master of Disguise altri non è che il degno sequel della serie di Wario Land, iniziata anni fa sul mitico Game Boy monocromatico."

 

LA VITA è TUTTA UN BLUFF!

Insomma, tesori da recuperare, nemici da abbattere a suon di cazzotti, travestimenti, il classico gameplay Nintendo… Questo Wario – Master of Disguise (che in Giapponese dovrebbe essere sottotitolato: “i sette travestimenti”) altri non è che il degno sequel della serie di Wario Land, iniziata anni fa sul mitico Game Boy monocromatico.

Si è perso il nome d’arte, ma le caratteristiche della saga sono rimaste fortunatamente inalterate. Anzi, Wario – Master of Disguise sembra anche sfruttare per bene le specifiche del DS che non torneranno utili solo per trasformare il protagonista in qualche strampalato essere, ma saranno necessari anche per concludere l’avventura. Alcuni tesori, infatti, potranno essere raccolti solo finendo dei minigiochi che, manco a dirlo, dovranno essere terminati a suon di stylus!

Per ora le uniche perplessità riguardano la grafica, scarna ma comunque caotica. Il materiale che Nintendo ci ha fornito mette infatti in mostra come molti nemici si confondano con gli sfondi, rendendo così difficile l’individuazione.

Sperando in un maquillage dell’ultima ora, vi rimando ai numeri estivi del Mario&Yoshi’s friends –MAGAZINE- nei quali dovrebbe comparire la recensione!

Autore: Carlo Terzano

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer