Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

GIOCANDO IN UN TUNNEL

La nuova console Nintendo ha consentito di intendere nuovi modi per divertirsi. Approfondendo il gameplay dei suoi titoli, rendendolo quasi avvolgente e tridimensionale, facendoci partecipi delle azioni e delle fatiche degli alter ego virtuali, abbiamo giocato come mai prima d'ora.

Insomma, il Wii ha scombussolato non solo l'attuale concezione e capacità di intendere il videogioco, ma anche le idee di chi pensava che questo fenomeno non avesse più nulla da dire e che potesse solamente evolversi in campo grafico.

Di questo avviso sono Microsoft e, in larga parte, Sony. Le due rivali di Nintendo punteranno infatti soprattutto sulla

potenza dei processori  per sorprendere l'utenza, tra texture sempre più definite, effetti luce filmici ed una fisica aderente a quella della realtà.

Sotto questo profilo si apre invece per il Wii una discussione più ampia. La console Nintendo, infatti, non brilla per la potenza e per i poligoni che riesce a mettere in campo senza fatica, questa è cosa nota, tutt'altro però sarebbe riuscire a definirne realmente i limiti. I detrattori sostengono che il Wii sia un semplice Game Cube rinfrescato, sulla carta, specifiche alla mano, la nuova ammiraglia sembrerebbe invece essere ben più potente. Se anche così non fosse, comunque, noi ci accontenteremmo di giochi della stessa

qualità tecnica di  Resident Evil 4 e Zelda Twilight Princess: se infatti il GameCube è riuscito a produrre cotanta bellezza, una sua versione potenziata dovrebbe anche superarla.

Sta di fatto che i titoli usciti fin'ora lasciano parecchio a desiderare sotto questo profilo, specie quelli di Nintendo. A dispetto delle vendite, la qualità grafica di titoli del calibro di Wario Ware, Excite Truck o lo stesso Twilight Princess non può certo competere con i mostri messi in campo da Microsoft e Sony. La situazione, insomma, potrebbe prendere toni ben più cupi ma forse, come ho detto all'inizio, la grafica, ormai, non è più nulla di importante...

 

 

Carlo.

Torna al Magazine - Torna alla Home


ifooter