Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: SUPER SMASH BROS. BRAWL

 

Sistema: Nintendo DS
Target: 3+
Genere: Sparattutto
Giocatori: 1/4
Produttore: Konami
Sviluppatore: Konami
Distributore: Konami
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: Aprile 07
JAP: Disponibile
USA: Disponibile


Tra i nuovi personaggi annunciati, quello che ci ha sorpreso di più è Pit di Kid Icarus. O Nintendo ha in mente un sequel o la rosa di Brawl pescherà tra i titoli più vecchi della Casa di Kyoto.

 


Samus in Zero Suit attillata pesta con indifferenza Solid Snake: questo è un incontro "adulto"!

 


Naturalmente Link proviene da Twilight Princess ma non si esclude che ci sia anche il protagonista di Wind Waker...

 


Wario basa le sue mosse speciali principalmente su rutti e petti!

ASPETTATIVA

4 STELLE SU 5!

 

Lo attendiamo da ormai un anno ma albeggia nei nostri sogni da almeno due. Il ritorno della rissa targata Nintendo è molto più di un ritrovo tra vecchi commilitoni, ma una frizzante battaglia con colpi più o meno leciti. I nuovi personaggi, a cui se ne aggiungeranno certamente altri, non fanno che confermare l’ipotesi che vuole SSBB come uno degli immancabili 2007.

Rimanete quindi sintonizzati perché il party a cui tutti vorrebbero partecipare è fissato per un giorno ignoto del 2007. Invitate quindi più amici possibili: il divertimento è direttamente proporzionale alla folla!

UNA CONSOLE RIVOLUZIONARIA ED UN PICCHIADURO ORMAI CLASSICO: QUESTE SONO LE SORPRESE NINTENDO!

 

Se ci fosse chiesto di indicare un titolo che abbia venduto davvero tanto sullo sfortunato Game Cube quello sarebbe certamente Super Smash Bros. Melee.

Grazie al suo incredibile stile di gioco, adrenalinico e tecnico allo stesso tempo, il prodotto Nintendo si è imposto come uno dei totem Nintendo.

Grande quindi era la nostra eccitazione per il nuovo capitolo per Wii, promesso già a febbraio 2006, e il non averlo visto durante la conferenza Nintendo ci aveva fatto pensare a dei problemi durante lo sviluppo.

Fortunatamente Miyamoto non ci ha delusi, anzi, lo ha presentato in una piccola sala apposita durante l’E3.

Effettivamente come avrebbe potuto tralasciare un gioco nato nel 1997 su Nintendo 64 (Super Smash Bros. 64) e divenuto in breve tempo leggenda?

Per tutti quelli che hanno vissuto sull’isola di Lost negli ultimi 10 anni, Super Smash Bros. è un picchiaduro un po’ bislacco che pone 4 eroi Nintendo in una arena, sempre ispirata all’immaginario di Kyoto, per massacrarsi a vicenda.

L’appeal di questo gioco sta quindi anche nel proporre sfide impossibili tra i personaggi più famosi di sempre, in contesti surreali pieni di rimandi e citazioni.

Punto fermo della saga da un decade è il multyplayer: grazie al sistema di controllo intuitivo e veloce da comprendere le sfide tra 4 giocatori sono un’attrattiva a cui è davvero difficile resistere.

Le situazioni proposte sono sempre diverse e la velocità con cui tutto si muove rende gli scontri piacevolmente caotici e confusionari al punto giusto.

Infine ricordiamo le classiche prove di abilità, da sempre la parte meno interessante ma comunque piacevole del piatto Nintendo, che vi permetteranno di sfidare voi stessi e gli amici attraverso record impossibili.

 

"IMMAGINATEVI UNA LOTTA TRA MARIO E PIKACHU: AD UN CERTO PUNTO IRROMPE BOWSER E DALLE FIAMME DEL SUO ALITO INFUOCATO SI MATERIALIZZA SOLID SNAKE. QUESTO è SUPER SMASH BROS. BRAWL!"

 

Poiché tutto quello detto qui sopra è solo la premessa di Brawl, il mio consiglio è quello di prendere appuntamento dal medico perché la possibilità di uscirne con le ossa rotte è molto probabile…

 

"It's show time"

Fino ad oggi la saga più rissosa di Nintendo non ha mai avuto il privilegio di invitare al proprio Fight Club personaggi non appartenenti ai propri mondi di gioco; proprio per questo l’inserimento di Solid Snake ha aperto le porte al magico mondo dei fake sui forum di mezzo mondo.

Il serpente Konami, furbescamente nascosto nel suo fido scatolone, ha difatti iniziato a spiare il nemico per prepararsi meglio alla battaglia. Eccolo quindi utilizzare il suo CQC (Close Quarter Combat,apparso in Metal Gear Solid 3) contro Link e strisciare nascosto per evitare le fiamme di Mario.

 

"NONOSTANTE SUPER SMASH BROS BRAWL SIA GRAFICAMENTE UNA VERSIONE POTENZIATA DI MELEE, PUò COMUNQUE COMPETERE CON I TITOLI D'ULTIMA GENERAZIONE!"

 

In realtà il video si apre con un effetto “upgrade” sui modelli poligonali dei personaggi, quasi a voler dimostrare come non siano indispensabili l’utilizzo dell’alta definizione e di più Core per avere un genuino divertimento.

Graficamente parlando il gioco è in effetti un semplice aggiornamento grafico della versione Game Cube, utilizzando però textures, e più in generale atmosfere, più cupe rispetto al predecessore.

Ma appena si vede il classico “Pokemon Stadium” popolato dai nostri personaggi preferiti, si capisce subito come la via intrapresa da Nintendo sia quella corretta.

La ciurma disponibile è stata inoltre aggiornata, rendendo disponibili personaggi più o meno famosi: si parte dal misterioso Metaknight (acerrimo nemico di Kirby), per arrivare  alla bellissima Zero Suit Samus (cioè Samus vestita con una tuta blu e sprovvista di cannone; mancanza a cui ha cercato di sopperire con l’acquisto di una spada laser), passando per Pit ( preso dallo scomparso Kid Icarus) e Wario ( misteriosamente assente nelle altre edizioni).

Nell’ultimo video mostrato si è potuto vedere in azione anche Fox ( Star Fox): la classica volpe che non perde il vizio di combattere.

Nel versante arene potete star sicuri di visitare l’isola di Yoshy (con tanto di tinte pastello), l’autodromo di Mario Kart e una buona dose di arene sollevate da terra; come la tradizione vuole ce ne saranno anche in movimento, aggiungendo così nuovi elementi di disturbo.

A proposito di quest’ultimi potete dormire soni tranquilli: Sakurai–San (producer del gioco) ha annunciato nuovi gadget con cui demolire gli avversari e nel primo video mostrato un bel Nintendogs lecca lo schermo coprendo tutta l’azione di gioco, facendo partire cori di insulti da parte dei partecipanti.

Se a tutto questo aggiungiamo le musiche curate da Nubuo Uematsu, prestigiosa firma che ha lavorato a Final Fantasy, e un sistema di controllo simile a quello precedente, non è difficile capire come questo Brawl sia uno dei Most Wanted del 2007.

Se lo smacco di non poter utilizzare un sistema di controllo cucito su misura di Wii è tanto, possiamo consolarci con la compatibilità dei nostri vecchi controller Gc, mai utili come questa volta.

 

"SMASH BROS. è UNA SERIE NATA PER SORPRENDERE EPPURE QUESTA VOLTA NON SFRUTTERà IL WIIMOTE, LIMITANDO COSì IL SUO APPEAL... SPERIAMO CHE LA COMPATIBILITà SFRUTTI ALMENO I (NUMEROSI) MINIGIOCHI!"

 

L’ultima incognita è  quella legata al gioco on line: verrà davvero implementato come promesso? E in caso affermativo, come si comporterà on line?

Il rischio che questo raduno appaia come una nostalgica riproposizione di elementi già masticati negli anni precedenti è quindi evitata. Ora quello che manca è solo la consacrazione di una serie che è maturata abbastanza per entrare nel paradiso videoludico.

Autore: Niccolò Ballerio

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer