Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

RECENSIONE DI: WII PLAY

Sistema: Wii
Target: 3+
Genere: Miscellanea
Giocatori: 1/2

Wireless Single Card: /

Wi-Fi: No
Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Nintendo
Distributore: Nintendo
Versione: PAL
Requisiti: /
Uscita: Disponibile

Gioco interamente in italiano, nella confezione è incluso un Telecomando Wii.


Questa rivisitazione del famoso Duck Hunt farà felici soprattutto gli old gamers, tutti gli altri potrebbero trovarlo un po' stantio...


Anche il Pong in versione psichedelica non mancherà di entusiasmare i giocatori più vecchi. I Wiimote, poi, regalano soddisfazioni!


Wii Play introduce in alcuni giochi i Mii che abbiamo creato nell'hardware della console.


La pesca è meno rilassante di quella di Zelda ma non meno divertente.

TRAMA: /

+ /

- /

GRAFICA: 5,5

+ Funzionale...

- Troppo scarna, non stilosa come un Wario Ware.

SONORO: 6,3

+ Musichette carine...

- ...Anche qui, nulla di particolare.

GIOCABILITà: 7,2

+ La maggior parte dei giochi diverte...

- ...Ma solo con un amico al fianco!

LONGEVITà: 7,5

+ In multiplayer può durare parecchio.

- ...Ma non capiamo perché non ci si possa giocare in 4...

GLOBALE: 6,6

In conclusione, Wii Play è una raccolta di minigiochi demenziali ma simpatici, utili per capire le potenzialità del Wiimote ma troppo scarni per durare abbastanza. L'acquisto rimane consigliato solo perché nella confezione è incluso gratis un telecomando Wii, che da solo costa quasi quanto il gioco...

WII PLAY, NON SARà INCLUSO CON LA CONSOLE MA IL RISPARMIO C'è COMUNQUE!

 

Nel corso dell’ultima edizione dell’E3, Nintendo tra i suoi tanti stand dedicati al Wii, aveva sparso qua e là una serie di minigiochi tutti brevi ma dall’animo spensierato e divertente. Tra queste demo c’erano il Ping Pong, una versione “aggiornata” di Duck Hunt (quello sparatutto presente nel primo Mario Bros. che richiedeva l’uso della famosa Zapper) e una sorta di “simulazione” d’aeroplano. Se quest’ultima è stata purtroppo cassata, i primi due giochi citati sono stati inseriti, insieme ad altre sette disciplina, in questa sorta di “demo collection” che risponde al nome proprio di Wii Play, annunciato appena pochi mesi dopo l’E3.

Wii Play infatti, titolo presente al lancio del Wii, è una raccolta di nove simpatici minigiochi che Nintendo ha confezionato per noi, dotati di un aspetto alquanto buffo e grezzo ma tutto sommato divertenti ed assolutamente graditi. Se consideriamo poi l’aspetto economico non indifferente, possiamo dire con tranquillità che Wii Play ha senso di esistere e può tranquillamente dire la sua, soprattutto perché sfrutta per bene il Wiimote e il multiplayer rischia seriamente di tenere incollati voi e i vostri amici/parenti per molte serate, considerando l’intuitività del tutto e che alcuni minigiochi si sono rivelati assolutamente spassosi. Poi ci sarebbe anche l’aspetto economico da non sottovalutare affatto, ma di questo ne parleremo  con pace alla fine dell’articolo. Per adesso, cuccatevi le descrizioni dettagliate dei nove minigames che compongono tale collection.

 

Find Mii
In questo gioco il nostro obiettivo è quello di trovare i Mii che rispecchiano determinate caratteristiche nei diversi schemi che vengono mostrati al giocatore… Non è un minigioco che fa impazzire la massa, ma quando i giocatori a sfidarsi sono i due la musica cambia, allorché ognuno deve concentrarsi a sgamare il suo Mii.

 

Pose Mii
Questo minigame è fondamentalmente noioso. Una volta selezionato il Mii, dobbiamo far combaciare la sua silhouette con la forma presente all’interno di alcune bolle, semplicemente ruotando il Wiimote nella direzione opportuna. Noioso.

Ping Pong
Il famosissimo Tennis da tavolo è divertente, davvero uno dei migliori games di Wii Play. Per la simulazione astenersi in fretta e furia, ma se cercate un gioco frenetico per umiliare il vostro amico a Ping Pong, tale minigioco potrebbe rivelarsi una gradita sorpresa.

 

Charge
In groppa ad una mucca, il gioco ci catapulta in un bizzarro racing game, dove, impugnando il pad orizzontalmente, si potrà guidare il bovino nella sua folle corsa per i campi.
Anche i controlli sono piuttosto intuitivi; inclinando ai lati il controller si sposterà la bestia a destra o sinistra in base appunto alla direzione del Wiimote, mentre ruotando il pad verso di sé o in avanti si diminuirà (o si aumenterà) la velocità della mucca. Un gioco di guida piuttosto grezzo nel suo insieme, ma in multiplayer tutto sommato diverte.

Pesca
Alla faccia della pesca di Zelda (ehr… scherzo!), la risoluzione di questo minigioco richiede il pescare dei pesci che sguazzano felici in un laghetto ghiacciato. Con il Wiimote naturalmente si gestisce l’amo e, proprio come in Twilight Princess, per raccogliere il pesce che ha abboccato è sufficiente portare il Wiimote verso se stessi. Il fatto che ogni varietà di pesce garantisca un punteggio sempre diverso, lo rende un vero campione se si gioca contro un avversario umano, entrambi alla ricerca del best score.

 

Tanks
E’ probabilmente il meno intuitivo della cricca, perlomeno per i giocatori meno avvezzi; in questa sorta di simulazione di carroarmati, con il Wiimote si gestiscono i movimenti del carro, il puntamento e lo sparo, mentre il Nunchuk è adibito al controllo del mezzo tramite lo stick analogico. Volendo è possibile controllare il carro anche tramite i direzionale del Wiimote, ma con il Nunchuk è tutto più semplice.

 

Tiro al bersaglio
A mio modo di vedere il minigioco più divertente dell’intera combriccola, impugnando il Wiimote come se fosse una pistola si mira ai bersagli presenti su schermo, e premendo il grilletto B si fa fuoco. Paradossalmente è il minigioco forse meno consigliato per giocare in multi, visto che due mirini sullo schermo generano un po’ di confusione. Ma da soli, specie per chi ama puntare ai record più elevati, rischia di distogliere l’attenzioni dai titoloni disponibili per Wii.

Hockey da tavolo
Nelle sale giochi sono presenti gli Hockey da tavolo, avete presente no? Quei tavoli metallici forati e una sorta di tappetino dove il dischetto può scivolare, da respingere con quei puck di plastica, cercando di spedire il dischetto nella porta avversaria. Divertente, nevvero? Già, e questo minigioco se la cava anche abbastanza bene, soprattutto con un amico.
 
Biliardo
Ecco un altro bellissimo sport da bar, da sala giochi, da spiaggia… Tappeto verde, stecche e quindici palle da depositare in buca.
Il gioco è meno di un gioco vero e proprio, più di una demo. Si imposta direzione e il punto preciso della pallina da colpire, e si sposta il Wiimote verso sé come se fosse una stecca da biliardo. Un gioco tutto sommato fedele (anche per quanto riguarda la fisica delle sponde), dunque divertente, specie con un utente umano a seguito.

 

Eccoci qua, più o meno è questo Wii Play. Un’interessante raccolta di minigames dotata di tanto divertimento, specie se decidete di far giocare un amico o un parente insieme a voi.

 

WII RISPARMIAMO…

Affrontiamo ora il discorsetto economico lasciato in sospeso all’inizio. Wii Play è venduto a poco meno di cinquanta euro, ma la notizia buona è che in tale è somma è compreso un bel Wiimote. Se tanto mi dà tanto, Wii Play è assolutamente consigliato a tutti quei giocatori che volessero acquistare un secondo Wiimote (cosa tra l’altro suggerita, considerando la mole di giochi dall’alto fattore multiplayer presenti su Wii). Dai, facendo due conti tutto sommato conviene; un Wiimote “liscio” costa 39,99 euro, un joypad con Wii Play al seguito soltanto dieci sacchi in più (che è una cifra comprensibilmente esigua, considerando che il gioco tutto sommato diverte). Vabbè dai basta chiacchiere; giocate e divertitevi!

 

Autore: Alessio Dossena

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer