Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: FERRARI CHALLENGE TROFEO PIRELLI

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 3+
Genere: Sportivo
Giocatori: 1/2
Produttore: System 3
Sviluppatore: System 3
Distributore: Koch Media
Versione: Filmato
Requisiti: /

Uscita:
EU: 16 Febbraio 2008
JAP: N.A.
USA: Marzo

 

 


Le inquadrature dei replay sono davvero spettacolari.

 

 


Se si esclude qualche piccola scalettatura presente sulla carrozzeria delle auto, i modelli poligonali delle varie Ferrari sono impeccabili.

 


Ferrari Challenge Trofeo Pirelli è un titolo incredibilmente simulativo...

 


...Tant'è che, uscire di strada, capita fin troppo spesso specie durante le prime partite.

 


La sensazione di velocità è ben ricreata anche con la visuale in terza persona...

 


...Ma il meglio Ferrari Challenge Trofeo Pirelli lo regala con la camera dentro l'abitacolo!

ASPETTATIVA

5 STELLE SU 5!

 

Cos'altro aggiungere che non sia stato ancora detto in questa anteprima fiume?

Speriamo che le varie promesse di System 3 risultino mantenute, perché Ferrari Challenge Trofeo Pirelli ha tutte le carte in regola (bollo e assicurazione...) per riuscire a stupire diventando non solo il racing game più valido per Wii, ma anche il titolo graficamente più spettacolare...

IL GIOCO CHE RIVOLUZIONERà IL GENERE DEL RACING GAME SU  WII?

 

Viene spontaneo aprire questa anteprima con una domanda simile. Del resto le immagini ed i video che Koch Media ci ha appena consegnato fanno trasparire una grande qualità in campo grafico. In più, siamo ancora entusiasti per gli ottimi ed inaspettati risultati conseguiti dalla sua versione per DS (recensita in questo stesso numero), quindi i motivi per essere ottimisti ci sono tutti.

Stando alle caratteristiche elencate con orgoglio da System 3 (il team di sviluppo), Ferrari Challenge Trofeo Pirelli promette di diventare il titolo verso il quale dovranno puntare i nuovi giochi simulativi. E da un gioco con licenza ufficiale Ferrari, del resto, ci si deve aspettare questo ed altro.

 

WII E MOTORI, GIOIE E…

In poco più di dodici mesi di vita, il Wii avrà anche saputo rivoluzionare la concezione del videogioco, allargare il mercato e tracciare nuove strade, ma sotto il profilo dei racing game ha fatto ancora ben poco, consolidando quella poco simpatica tradizione secondo la quale i giochi di guida e le console Nintendo non possono andare d’accordo.

Dopo qualche orrido tentativo firmato Ubisoft (Monster 4x4 World Circuit e GT Pro Series) e qualche pallido episodio della serie Need for Speed targata EA, la situazione, per gli amanti del genere, non può non configurarsi come deprimente.

Fortunatamente, però, System 3 e Koch Media sembrano voler spezzare la maledizione e credono nelle potenzialità grafiche dell’ammiraglia bianca di Nintendo.

Ferrari Challenge Trofeo Pirelli uscirà anche per PlayStation 3, ma la versione del Wii ha goduto di uno sviluppo parallelo. Dunque non aspettatevi la solita versione smagrita e rattoppata del titolo proveniente da hardware maggiori, perché il cavallino rampante promette di tirare al massimo la piattaforma Nintendo.

 

CAVALLINI E TELECOMANDI

Che System 3 si sia concentrata adeguatamente nello sviluppo della versione per Wii lo si capisce già dalla configurazione dei comandi, studiata per rendere al meglio la guida. Messo da parte il Nunchuck, il Telecomando Wii andrà tenuto in orizzontale (quindi un guscio in plastica a forma di volante è quasi essenziale) e permetterà di accelerare pigiando A, frenare facendo leva sul dorsale B, salire e scalare le marce con la croce direzionale e mettere in pausa mediante la pressione del tasto -.

 

“il cavallino rampante promette di tirare al massimo la piattaforma Nintendo”

 

Lo sterzo viene invece lasciato alle inclinazioni del Telecomando Wii che, come un volante vero e proprio, accentuerà il grado della curva a seconda di quanto verrà girato.

Ferrari Challenge Trofeo Pirelli sarà un titolo altamente simulativo, perciò anche molto ostico, specie per i neofiti del genere. Per non essere sempre in mezzo alla polvere presente a bordo pista è necessario frenare duramente in curva. Non basta mollare l’acceleratore, perché con le vostre Ferrari arriverete spesso ad infrangere persino la barriera dei 300 km/h e molto spesso tornanti e chicane vi richiederanno di decelerare fino a fermarvi. Mettete dunque da parte l’orgoglio ed iniziate a guidare prudentemente, scalando le marce se utilizzerete il cambio manuale al fine di avere il giusto freno motore utile a non uscire di pista e, soprattutto, evitando sorpassi azzardati, perché in Ferrari Challenge Trofeo Pirelli le auto si danneggiano come la realtà, e molto spesso basta anche solo un dosso preso a forte velocità per vedere una ruota schizzar via dalla vettura. Il motore fisico, a quanto abbiamo visto, ben gestisce il modello dei danni che appare realistico e incredibilmente particolareggiato. Basti pensare che qualsiasi dettaglio presente sulla macchina è passibile anche del minimo danneggiamento.

Inoltre, Ferrari Challenge Trofeo Pirelli premia la guida pulita e mal vede invece comportamenti arroganti e sbruffoni. Ecco quindi che in molte prove vi verranno decurtati dei punti per ogni avversario “toccato” mentre ve ne verranno elargiti altri in qualità di bonus per ogni sorpasso corretto andato a buon fine.

Imparare a guidare una Ferrari richiede tempo e costanza: le vetture, proprio come nella realtà, slittano, scodano, tendono a finire in testa coda se anticiperete le riprese dopo le curve, ma tutto questo non vuol dire che il gioco non sia godibile e divertente. Tutt’altro: Ferrari Challenge Trofeo Pirelli si preannuncia di fatti come una manna dal cielo per tutti i puristi che da tempo attendevano un gioco del genere.

Inoltre, la modalità Practice permetterà ai novelli di impratichirsi con i comandi grazie ad una lunga serie di prove che vi richiederanno sia di completare un certo numero di giri in un determinato lasso di tempo, sia di superare un certo quantitativo di avversari nelle modalità indicate.

 

“Imparare a guidare una Ferrari richiede tempo e costanza: le vetture, proprio come nella realtà, slittano, scodano, tendono a finire in testa coda se anticiperete le riprese dopo le curve, ma tutto questo non vuol dire che il gioco non sia godibile e divertente. Tutt’altro.”

 

Chi volesse invece dedicarsi all’aspetto più ludico del gioco, può selezionare la modalità Arcade che permette di correre sui tracciati affiancati dal computer di bordo che toglierà la maggior parte delle preoccupazioni. Tra ABS e misure anti pattinaggio sarà molto più facile restare in pista e dar prova a tutti delle proprie abilità.

Ma gli amanti delle simulazioni preferiranno comprensibilmente spolparsi il Ferrari Challenge, ovvero il campionato che dà il nome al gioco. Oltre 20 modelli di Ferrari da vincere lungo i 16 circuiti ufficiali vi terranno impegnati per un lungo periodo di tempo.

 

UNA POTENZA TUTTA ITALIANA!

Ma ciò che stupisce di Ferrari Challenge Trofeo Pirelli è il comparto tecnico. Come testimoniano le foto che correlano questa anteprima, infatti, anche la versione Wii beneficia di una grafica davvero impressionante.

I sedici circuiti sono stati ricreati con dovizia di particolari dai ragazzi di System 3, mentre i 20 modelli di Ferrari appaiono sgargianti e sinuosi, tanto sono realizzati in modo realistico. Ottimi gli effetti di riflessione del paesaggio sulla carrozzeria delle auto, pronti a deliziare gli occhi di chi guida usando la visuale in terza persona, ancora più interessante, invece, la possibilità di guidare visualizzando l’interno della macchina e godendo di tutti i particolari del cruscotto.

Gli appassionati grideranno al miracolo quando noteranno che sono persino visibili le cuciture in pelle del volante, mentre contachilometri e contagiri funzionano alla perfezione e permettono di disabilitare la grafica in sovrimpressione.

Ottimo, inoltre, il senso di velocità offerto dal gioco: grazie ad un sapiente uso di motion bleur, infatti, che offusca sempre più i bordi dello schermo con l’aumentare dell’accelerazione, è possibile toccare con mano la potenza sprigionata dai motori di questi bolidi. Potenza che viene resa ancora più realistica dal sonoro, che vanta di campionamenti incredibilmente fedeli a quelli reali. Ogni Ferrari, infatti, così come ha scocche e interni tutti suoi, ha anche un ruggito che la contraddistingue dagli altri modelli. Impossibile accorgersene se non si è dei veri intenditori.

Insomma, nonostante qualche sfarfallio in lontananza e qualche scalettatura visibile lungo i bordi della pista (specie sui muretti), questo Ferrari Challenge Trofeo Pirelli sembra finalmente portare il Wii in orbita, posizionandosi di merito tra i titoli più interessanti del primo trimestre 2008.

Spiace, invece, per la cancellazione della modalità on line, che resterà esclusiva della versione PS3. Già pregustavamo il sapore delle sfide e dei testa a testa con i nostri lettori…

Sul numero di Febbraio contiamo di proporvi la recensione.

Autore: Leonardo Gatto

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Vuoi utilizzare questo spazio pubblicitario?

Scrivi una mail a carloscafe@libero.it con oggetto: banner pubblicità!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer