Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

RECENSIONE DI: HORSEZ - LA SCUDERIA NELLA VALLE

Sistema: Wii
Target: 3+
Genere: Simulativo
Giocatori: 1

Wireless Single Card: /

Wi-Fi: No
Produttore: Ubisoft
Sviluppatore: Phoenix S.
Distributore: Ubisoft
Versione: PAL
Requisiti: /
Uscita: Disponibile

 

Testo a schermo in discreto italiano.


La grafica non sfrutta la potenza del Wii, ma il risultato è globalmente accettabile.


Cavalcare placidamente lungo scenari bucolici: in Horsez i quadretti idilliaci non mancano!


Ma non mancano neppure le occasioni in cui occorre sfoderare tutta la grinta...

 


...Per vincere le gare e scongiurare la necessità di dover vendere il proprio ranch al perfido Van Guinnes!

 

TRAMA: 7,2

+ Dobbiamo salvare il ranch di famiglia.

- Povera di colpi di scena.

GRAFICA: 7,1

+ Essenziale ma realistica

- Frame ballerino

SONORO: 6,7

+ Buoni gli effetti FX

- Limitate le musiche

GIOCABILITà: 7,6

+ Uso del Wiimote intuitivo...

- ...Ma non sempre perfetto.

LONGEVITà: 7,0

+ Avventura lunga...

- ...Per i bimbi o le bimbe dai 3 ai 12 anni.

GLOBALE: 7,1

In conclusione, 

Horsez La Scuderia Nella Valle ci ha colpito favorevolmente perché non è il classico pet game e non si limita perciò a farci accudire il nostro cavallo, ma aggiunge anche sullo sfondo una storia che, per quanto semplice, non mancherà di entusiasmare, specie i bimbi o le bimbe che hanno sempre sognato un pony tutto per loro...

Un gioco semplice e divertente sul mondo dei cavalli

 

Il genere dei pet game, dopo il grande successo di critica e pubblico riscosso dalla serie Nintendogs, ormai spopola su Nintendo DS. Una lunga serie di altri titoli hanno raggiunto gli scaffali ma non sempre con ottimi risultati. I felici possessori di Nintendo DS possono comunque divertirsi con un ampio catologo di giochi che permette loro di prendersi cura di cani, gatti, cavalli, delfini e addirittura interi zoo.

Su Wii invece il genere ancora latita, Nintendo non ha ancora proposto una versione casalinga del proprio Nintendogs mentre le altre case preferiscono investire le proprie risorse sul piccolo bivalve e cavalcare l'onda del successo riscosso dal genere.

Possiamo quindi dire che il primo passo verso il Wii è stato fatto da Ubisoft, proprio con il presente Horsez: La Scuderia Nella Valle. Ma il titolo della casa francese va al di la del semplice prendersi cura e accudire il proprio cavallo e attraverso una storia ben costruita e articolata ci permette di vivere un'avventura vera e propria!

 

Iniziamo a conoscere il nostro cavallo...e a prendercene cura

La protagonista Lily e suo zio Dylan lavorano senza sosta per occuparsi delle tante fatiche del ranch di famiglia, come pulire il box dei cavalli o ricoverare le galline o la caccia alle pecore.

L'avventura di gioco comincia quando lo zio Dylan sveglia la piccola Lily, addormentata sulla veranda, per ricordarle i lavori del giorno.

Accompagnandola cominciamo a scoprire i comandi e ad allenarci all'utilizzo del Nunchuk e del telecomando Wii. I movimenti per le operazioni di gioco sono semplici e piacevolmente simili a quelli reali in particolar modo nelle cavalcate in maneggio, dove subito si può far pratica nell'uso delle redini e nella gestione del movimento del cavallo. Nelle prime fasi di gioco è possibile scegliere il nome della giumenta per rendere il tutto ancora più personale ed entusiasmante. Inoltre è possibile cambiare finimenti con piccole e sfiziose varianti (coperta per la sella, sella, gambali e redini) che vanno adattate all'obiettivo di gioco. La cura del cavallo, come tutti gli altri obiettivi, è semplice e rilassante quasi come nella realtà, e sebbene non tutti i movimenti possono vantare somiglianza col mondo reale, nel complesso le operazioni fondamentali della toelettatura del cavallo sono ben rappresentate nella loro essenzialità di movimento e di importanza per il cavallo. La giumenta infatti ha un indicatore di morale che bisogna mantenere alto, mediante la toelettatura, affinché abbia voglia di correre e saltare. A riguardo in principio di gioco viene anche spiegato come domare il cavallo: con semplici carezze nei punti giusti scende il livello di tensione e di diffidenza della giumenta che diventa disponibile ad essere montata. Inoltre è spiegato come far accoppiare uno stallone e una giumenta in modo da poter cambiare cavallo.

 

Gli altarini della valle vengono a galla...

Dal ranch si esce sempre a cavallo, questo permette una piccola pausa dalle fatiche del lavoro in stalla per rilassarsi facendo una veloce cavalcata nei boschi saltando qua e la ostacoli naturali: chi non ha mai sognato un ranch tra i boschi e la spiaggia dove la vita scorre tranquilla e sempre uguale a se stessa? ...Questo almeno fino a quando il banchiere di città Rud Van Guinness, scegliendo a pretesto un litigio con Lily, non si mette d'impegno per portare via il ranch a lei e suo zio. Per rimediare a questo Lily ha un unico modo: gareggiare e vincere. Le competizioni rendono il tutto ancora più entusiasmante e coinvolgente e apre a tutti le porte del salto ad ostacoli, del cross-country e del steeple-chase rendendo il gioco ancora più motivante e coinvolgente. Tutto sommato, a differenza di molti altri giochi frenetici che non danno tempo di pensare, Horsez La Scuderia Nella Valle è piacevole e rilassante. Il gioco rimane nel suo complesso attivo ma rilassante, semplice ma entusiasmante per coloro che anche nella vita reale non disdegnano i piaceri semplici della vita nel campestre.

E' semplice per chiunque conseguire gli obbiettivi di gioco che non richiedono particolari rompicapo in quanto si è costantemente guidati dalla bussola che indica la direzione verso cui proseguire e dalle scritte in basso che suggeriscono possibili azioni da eseguire. Inoltre per aiutare gli spostamenti si è dotati di una mappa dove sono indicati i principali luoghi di gioco.

 

Briglie in mano!

Il gioco presenta due fasi ben distinte: quella in cui guidando Lily dovremo muoverci nella scuderia per carpire informazioni e segreti ma anche per svolgere alcune semplici faccende. In questo caso il controllo avviene classicamente attraverso il pad analogico del Nunchuk. L'altra fase, la più divertente, è quella in cui dobbiamo prenderci cura e montare a cavallo. In questo caso grazie ai sensori di movimento presenti nel controller, possiamo mimare tutti i movimenti della controparte reale. Scuotendo il Nunchuk e il Wiimote in alto ed in basso diamo dei colpi di redini mentre tirandoli verso di noi freniamo la corsa del cavallo. Per girare a destra e a sinistra basterà invece ruotare il pad nella corrispondente direzione.

Se in un primo momento tutto ciò si rivela molto coinvolgente e divertente, alla lunga può risultare ripetitivo e stancante, soprattutto se si tiene conto che talvolta ci sono intoppi nel nei cambi di direzione e nell'uso degli strumenti di toeletta.

 

Ma che bel cavallo!

Nonostante non sia possibile fare un confronto diretto con un gioco analogo per Wii, se paragoniamo il gioco ai diversi titoli per DS, Horsez La Scuderia Nella Valle mantiene  la sua identità ben distinta e riconoscibile. Non si confonde infatti con gli altri giochi: per la grafica essenziale, oserei dire rilassante, per l'uso pacato quanto realistico dei colori e per immagini  a inquadratura larga che permettono di ben collocarsi nell'ambiente. Immagini e colori non stancano la vista del giocatore. Gli animali sono ben definiti sia nell'immagine che nei movimenti, mostrando animazioni di ottima qualità. Il gioco scorre con fluidità e se escludiamo alcuni frangenti, come quelli in cui il cavallo compie dei salti in ambienti particolarmente rigogliosi, il framerate si attesta sempre su buoni livelli. Il sonoro è essenziale, sono presenti solo pochi brani musicali e gli effetti sonori dell'ambiente e degli animali, comunque molto simili a quelli reali. Il gioco è completamente in italiano ma privo di dialoghi parlati.

 

Sciogliendo le briglie...

Come primo approcio del genere su Wii, Horsez La Scuderia Nella Valle non è affatto male. Alcune sue caratteristiche però lo rendono appetibile per lo più ad una fascia limitata di utenza. Dalla copertina e dalla trama di gioco si può subito intuire come Ubisoft abbia voluto creare un gioco che potesse divertire e coinvolgere soprattutto le aspiranti fantine. E' questo si rispecchia anche nella semplicità generale dell'avventura di gioco. Ciò non toglie che molte altri persone possano trarre divertimento da un titolo semplice e rilassante, che permette di prendersi cura di uno degli animali più amati. Alcune pecche nella realizzazione tecnica, come l'abbassamento improvviso di frame-rate, e nel sistema di controllo non sempre repentino nella risposta, abbassano il giudizio finale. Consigliamo quindi il titolo a tutti gli amanti degli animali, in particolar modo dei cavalli ed al pubblico dei più giovani che con questo titolo, non solo potrà prendersi cura e accudire uno degli animali più amabili ma potrà anche vivere un avventura semplice e rilassante.

 

 

Autore: Guido Tangorra con il prezioso aiuto di Paola

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Vuoi utilizzare questo spazio pubblicitario?

Scrivi una mail a carloscafe@libero.it con oggetto: banner pubblicità!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer