Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

RECENSIONE DI: ELITE BEAT AGENTS

Sistema: DS
Target: 3+
Genere: Gioco Musicale
Giocatori: 1/4

Wireless Single Card:

Wi-Fi: No
Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Inis
Distributore: Nintendo
Versione: PAL
Requisiti: Cuffie
Uscita: Disponibile

 

Testo a schermo in buon italiano.


Eccoli i tre agenti del gruppo scelto EBA. Inutile dire che si ispirano spudoratamente ai Men in Black dell'omonimo film...

 


Il vostro capo, il comandante Kahn, è un uomo di poche parole ma dagli scatti facili. Vi farà prendere più di un colpo con tutte quelle strane pose...

 


Le varie storie sono raccontate in modo a dir poco perfetto, con riquadri e fumetti che compaiono sul DS con il giusto tempismo. Che dire poi dei disegni: si sfiora la perfezione!

 


La storia si modifica in tempo reale sullo schermo superiore a seconda della qualità della vostra esibizione. Sbirciare, però, è difficile.

 


Oh, il bonus: girate con il pennino più in fretta che potete per ottenere punti su punti!

 


Le animazioni di questi tre agenti matacchioni sono a dir poco demenziali e spassose!

TRAMA: 7,7

+ Tante trame, tutte diverse.

- Alcune troppo demenziali...

GRAFICA: 7,6

+ Ottimi i fumetti, gli sfondi e l'atmosfera.

- La mappa 3D poteva essere realizzata molto meglio.

SONORO: 8,4

+ Tracklist variegata.

- Alcune cover sono venute maluccio...

GIOCABILITà: 9,0

+ Un titolo frenetico, divertente, che da assuefazione!

- Niente on line!?

LONGEVITà: 8,4

+ Davvero simpatico...

- ...Finche dura. E non dura troppo.

GLOBALE: 8,2

In conclusione, 

Elite Beat Agents è sicuramente il prodotto di punta di questa afosa Estate 2007.

Sotto il suo giocoso e colorato aspetto così poco canonico, si nasconde un Rythm Game profondo e impegnativo oltre che incredibilmente divertente.

Inutile dirlo, ma gli agenti speciali dell'EBA hanno superato Donkey Konga, il numero uno del genere.

Elegante, inebriante e senza troppi fronzoli: tutte le produzioni per DS dovrebbero essere così!

Tre poliziotti sono pronti a “suonarle” di santa ragione nel gioco più pazzo dell’Estate!

 

Ci sono alcuni giochi che davvero sembrano nati apposta per stupire coloro i quali decidessero di usufruirne. Solitamente sono giochi di stampo tipicamente giapponese, ordunque folli nell’aspetto e anche nella forma, ma che riescono a divertire alla grande tutti i videogiocatori che riuscissero a cogliere il lato fuori di testa del titolo in questione. Senza dubbio alcuno Elite Beat Agents fa pienamente parte di tale categoria.

In realtà, questo Elite Beat Agents che magari alcuni di voi non avranno mai sentito nominare, non è nient’altro che la trasposizione occidentale del ben più celebre Ouendan, che fra un paio di mesi conoscerà un seguito, naturalmente previsto (per ora) soltanto sul suolo giapponese. Ora che avete le idee più chiare, è finalmente giunto il momento di scoprire non solo come mai Ouendan (e di conseguenza la sua versione “occidentalizzata”) sia così celebrato dai nostri “colleghi” con gli occhietti a mandorla, ma soprattutto cercherò di farvi comprendere i motivi che ci inducono ad affermare, senza paura di essere smentiti, che Elite Beat Agents è sicuramente la sorpresa più gradita di questa torrida stagione estiva.

 

NUOTARE…

Solitamente, in questo generi di giochi, praticamente non esistono elementi “normali”, dal momento che ogni caratteristica ludica è incredibilmente sopra le righe: grafica, gameplay, sonoro, contesto narrativo, tutto quanto è pazzoide e “schizofrenico”. Ormai avrete perfettamente compreso come Elite Beat Agents lo sia al 100%, tant’è che molti giocatori potrebbero rischiare seriamente di guardare il DS con almeno tre “???” che spuntano loro dalla testa. Del resto, sappiamo tutti benissimo che, sa da un lato c’è Ouendan che in Giappone ha venduto tantissime copie, Elite Beat Agents sarà destinato, molto probabilmente, a diventare un titolo per pochi eletti. I classici titoli di nicchia che magari offrono una qualità immensa, ma che per una serie di motivi non sono particolarmente acclamati e, conseguentemente, poco venduti. Peccato, perché Elite Beat Agents è un gioco che meriterebbe davvero di balzare al primo posto delle classifiche di vendita europee, giacchè propone una ricetta di gioco all’apparenza semplice ma profonda al tempo stesso, a ritmo di musica e di colori sgargianti. Il classico gioco estivo insomma, di quelli che non si prendono mai troppo sul serio, poco impegnativi e che riescono a farsi assaporare anche in quelle giornate particolarmente calde o quando la noia regna sovrana.

 

BALLARE…

Nonostante tutta questa introduzione, non è stata ancora chiarito un elemento, tant’è che molti di voi si staranno giustamente chiedendo: ma in Elite Beat Agents che bisogna fare? Che genere di appartenenza possiede? Domandare è lecito e rispondere è cortesia, per cui mettetevi comodi che fra circa dieci minuti avrete risolto ogni dubbio.

La fatica di Nintendo e Inis è, fondamentalmente, un gioco musicale, un “Rythm Game”, per dirlo in maniera più specifica, dove i protagonisti sono tre agenti, sette note e diciannove tracce che vanno a comporre la Tracklist del gioco. Naturalmente quest’ultima è stata adattata ai gusti occidentali, il che la rende forse meno “ipnotica” di Ouendan, ma ciò non toglie che vi siano comunque contenuti alcuni pezzi alquanto “giocabili” e di globale ottima qualità. Qui di seguito è riportata l’intera Tracklist, sta a voi decidere se le canzoni (tutte cover, ovviamente) vi garbano o meno.

 

1. Deep Purple - "Highway Star"
2. Steriogram - "Walkie Talkie Man"
3.
Avril Lavigne - "Sk8er Boi"
4.
Village People - "Y.M.C.A."
5. Earth, Wind and Fire - "September"
6. Stray Cats - "Rock This Town"
7. Queen - "I Was Born to Love You"
8. Jackson Five - "ABC" (EXTRA)
9. Jamiroquai - "Canned Heat"
10.
Madonna - "Material Girl"
11.
Ashlee Simpson - "La La"
12. Chicago - "You're the Inspiration"
13. Destiny's Child - "Survivor"
14. Hoobastank - "Without a Fight"
15. Cher - "Believe"
16. David Bowie - "Let's Dance"
17. The Rolling Stones - "Jumpin' Jack Flash"
18. Sum 41 - "Makes No Difference"
19. Good Charlotte - "The Anthem"

 

TOCCARE!

La Elite Beat Agents non è altro che una improbabile agenzia composta de tre agenti armati di tutto punto (eh?) che vanno in giro per il mondo capitanati da un tizio (capitano Kahn) che dice loro cose alquanto strane. La loro missione consiste nella risoluzione di alcuni fatti di vita quotidiani (come far innamorare Leonardo e la Gioconda oppure far sparire le nuvole con i ventilatori) che, appunto, man mano pervengono nella agenzia. Ogni livello di gioco dunque è il pretesto dei problemi che attanagliano alcuni essere umani, il tutto raffigurato sullo schermo superiore con dei coloratissimi fumetti che illustrano in maniera del tutto pazzoide come stanno le cose.

Ogni traccia della lista rappresenta infatti un livello, che va appunto risolto completando la canzone in atto.

Dopo i vari preamboli narrativi, entrano in gioco i tre agenti, che dovranno quindi ballare sul ritmo che imponiamo loro (anche se è poco chiaro il perché gli agenti risolvano i guai altrui semplicemente ballando…). Bisogna obbligatoriamente premettere come i tre agenti si muovano sullo schermo inferiore con una grazia ed eleganza davvero di prim’ordine, merito delle ottime animazioni che li contraddistinguono. Vedere gli agents agitarsi a ritmo di musica è veramente qualcosa di eccezionale.

 

GIOCA JOUER

Lo scopo è riuscire a colpire Stilo alla mano alcuni cerchi numerati, scanditi da un anello che, in pratica, andrà a combaciare con suddetto cerchio. La cosa importante è che il cerchio va colpito nel momento esatto in cui l’anello va a combaciare con il cerchio stesso. E’ l’unico modo infatti per guadagnare tanti punti. Come accennato appena poco fa, ogni cerchio è numerato: tale numerazione infatti andrà ad indicare la sequenza dei cerchi da colpire. Inoltre, ci verrà chiesto anche di dover seguire una pallina in un percorso prestabilito e per qualche secondo, semplicemente seguendo questa pallina con lo Stilo e cercando di essere il più possibile precisi.

Inoltre, ad ogni fine livello, sarà possibile incrementare in maniera esponenziale il punteggio agendo vorticosamente su una specie di ruota cercando di farla girare il più velocemente, utilizzando sempre e comunque il nostro fido pennino.

Ma non pensiate che sia tutto rose e fiori. Anzitutto, ogni sessione musicale è pesantemente influenzata da una barra posta in alto al touch screen. Tale barra risulta fondamentale per l’economia di tutto il gioco, perché se questa finisce la sua “energia” (decremento dovuto agli eventuali errori commessi), sarà inevitabilmente Game Over, costringendovi a ricominciare il livello dal principio. Tuttavia, non ponetevi però come unico obiettivo quello di non far scendere detta barra alle zero, ma cercate piuttosto di tenerla costantemente carica; ciò vi garantirà un punteggio molto alto e, di conseguenza, una valutazione finale lusinghiera.

Fondamentalmente, Elite Beat Agents non è un gioco semplice. Vi si possono certo presentare momenti di stasi, salvo poi impennarsi in un tripudio di cerchi da premere e con un ritmo che si fa sempre più incalzante. Già, il ritmo. In questo gioco è fondamentale, perché la gestione dei cerchi dipende anche da questo. Più conoscete la canzone in questione, insomma, e meglio è, ne guadagneranno decisamente la profondità e la credibilità del gioco stesso. Tra l’altro, la sua compatibilità con il Rumble Pak, che fa vibrare il DS  a ritmo di musica, non rappresenta altro che un ulteriore valore aggiunto.

E così ogni livello racchiude tutta l’essenza della follia; gente sullo schermo superiore che balla come un’ossessa, colori chiassosi che occupano entrambi gli schermi, mentre i cerchi si moltiplicano a più non posso e la musica in sottofondo continua a macinare note… e noi rimaniamo allibiti, spiazzati. Spiazzante. Ecco l’aggettivo più consono da affibbiare ad Elite Beat Agents. Sì perché noi potremmo cominciare anche ad abituarci livello dopo livello, nota dopo nota, alla follia contenuta nel suo gameplay, eppure fino all’ “happy ending” il rischio che qualche elemento, per l’appunto, spiazzante, esca fuori dal cilindro giocoso confezionato da Nintendo è sempre vivo.

 

SUONO IN UNA BOY BAND

La modalità per il singolo giocatore già sarebbe sufficiente per indicare l’acquisto del gioco, ma per non saper né leggere né scrivere Inis ha pensato bene di inserire anche non una, ma ben due modalità per più giocatori. La prima, denominata Insieme (fantasia anima mia…) contempla solo due giocatori e questi agiranno su una sola console. In pratica, i cerchi assumeranno due colorazioni differente: rossi per il primo giocatore e grigi per il secondo. Il giocatore in questione dovrà pertanto essere bravo a colpire i cerchi del suo colore quando questi compaiono su touch screen. La seconda modalità infine è rappresentata dal Vs. Giocatore, dove quattro giocatori, suddivisi in due squadre aventi un DS a testa (ma una sola Scheda Gioco, tranquilli), le quali saranno chiamati a riempire il più possibile la barra Agents. Chi riesce a farlo, vince la sessione di gioco.

Da un punto di vista tecnico, è pacifico che tecnologicamente parlando Elite Beat Agents sia poco più che uno scherzo, ma è innegabile che il comparto grafico riesca comunque a sorprendere grazie ad uno stile del tutto folle e coloratissimo, presentando anche delle animazioni che sfiorano l’eccellenza, specie quelle che contraddistinguono i tre agenti.

Elite Beat Agents, concludendo il discorso, si è rivelato un gioco divertentissimo e senza troppo fronzoli, potenzialmente in grado di catturare chiunque si avvicini al DS. Un gioco musicale che riesce a conquistare grazie ad un gameplay tutto sommato semplice ma profondo e mai banale, ad una grafica sgargiante e grazie anche alla simpatia dei tre agenti ballerini, che non mancheranno di conquistarvi. Senza dimenticare il fatto che il titolo sfrutta tutte le peculiarità del DS nella sua interezza (escludendo il microfono). E i difetti? Sì ci sono, ma è veramente poca roba. Potrei dire che l’avventura principale non vi porterà via chissà quante ore e che forse, per un gioco del genere, una bella modalità Online ci sarebbe stata più che bene, ma stiamo discutendo sulle briciole. Perché se state cercando un titolo finalmente originale, divertente e folle, Elite Beat Agents non vi deluderà di certo. La sorpresa dell’anno, è bella che servita…

 

Autore: Alessio Dossena

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Offerta valida solo per i nostri lettori: acquistando un titolo Wii da Multiplayer Shopping, riceverete in regalo un capolavoro sempreverde per GameCube!

Ampio assortimento: consulta il catalogo delle novità per Nintendo Wii!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer