Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

LE NOSTRE PRIME CENTO CANDELINE!

Sono passati nove anni da quando l'uovo si Ŕ schiuso. Era un ovetto piccolo e fragile ma ricolmo di sogni e belle speranze. Ovviamente era un uovo a pois verdi, accudito con amorevole cura da Paola Carroli, la nostra direttrice. Dall'ovetto uscý il nostro magazine, prima rivista per i soci iscritti al club, poi, con lo sbarco su internet, un webzine aperto a tutti. Rispetto agli altri noi siamo arrivati con grande ritardo sulla Rete, uscendo per la prima volta solo nel Novembre del 2000, ma in quasi sette anni abbiamo comunque fatto diversi passi avanti, cambiando grafica, siti e trovando via via nuovi collaboratori.

Oggi la nostra Ŕ una completa e valida redazione responsabile di un prodotto letto e apprezzato ogni mese da tantissimi nintendofili italiani,

 

europei ma non solo!

Un appuntamento che, appunto, si rinnova mese dopo mese da ormai pi¨ di 9 anni, 100 mesi esatti.

Forse saremo invecchiati, forse ora saremmo pi¨ saggi, non lo so. Quel che Ŕ certo, per˛, Ŕ che i nostri articoli hanno seguito e accompagnato la storia di Nintendo nel Bel Paese. Da quelli che esprimevano la rabbia per l'irreperibilitÓ dei titoli per Nintendo 64, ai pezzi che salutavano con gioia l'avvento di nuovi tipi di Game Boy: l'Advance prima, l'SP poi, il Micro dopo.

Come dimenticare, poi, gli speciali redatti a notte fonda solo per potervi dire qualcosa in pi¨ sul nuovo Nintendo DS o le levatacce durante i frenetici giorni dell'E3 nell'attesa che venissero rivelati dei nuovi dettagli sullo strambo Telecomando del Wii?

In nove anni abbiamo fatto questo ma non

 

solo. Grazie al Forum
e alla rubrica epistolare (carloscafe@libero.it), abbiamo infatti conosciuto e apprezzato tantissimi nintendofili che, come noi, hanno sempre seguito con passione e dedizione Nintendo e le sue creazioni.

Ed Ŕ proprio ai lettori che rivolgo gli auguri pi¨ grandi: molti ci seguono dagli albori (a tal proposito saluto con affetto Walessio e Contux!), molti purtroppo sono spariti mentre tanti altri continuano ad aggiungersi proprio in  questi giorni. A loro e ai miei compagni d'avventura, la mia mitica redazione, esprimo i miei saluti pi¨ sinceri, sperando che il tempo speso assieme sia sempre da voi conservato come un piccolo tesoro e mai considerato vano.

Con affetto,

 

 

 

 

Carlo Terzano.

Torna al Magazine - Torna alla Home


ifooter