Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: FINAL FANTASY TACTIS A2 THE SEALED GRIMOIRE

 

Sistema: Nintendo DS
Target: 12+
Genere: Gioco di ruolo
Giocatori: N.A.
Produttore: Square-Enix
Sviluppatore: Square
Distributore: Sqaure-Enix
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: N.A.
JAP: Fine 2007
USA: N.A.


La storia inizia proprio quando il nostro protagonista viene costretto dall'insegnante a pulire la biblioteca della scuola. Ancora non sa che verrà teletrasportato in un mondo fantastico...

 


Le strambe creature dei Final Fantasy si troveranno riunite in questo episodio, formando un incredibile minestrone di razze e character design!

 


Nonostante la grafica non cambi molto dalla versione GBA, Final Fantasy Tactis A2: The Sealed Grimoire sa tirar fuori i muscoli quando occorre...

 


Fino ad ora sono soprattutto due le cose che abbiamo apprezzato: l'accattivante caratterizzazione dei personaggi (giocabili e non) e i freschi colori utilizzati per dipingere gli sfondi!

ASPETTATIVA

5 STELLE SU 5!

 

Dopo il mitico capitolo per GBA, che nonostante la brevità di gioco ha saputo tenerci incollati per centinaia di ore al piccolo schermo della console portatile Nintendo, da questo sequel per DS ci aspettiamo davvero di tutto e di più. Lo vogliamo più lungo, più difficile, più appassionante, dalla trama complessa, dalla possibilità di ampliare a piacimento il proprio party customizzandolo poi con oggetti e accessori magici ed unici!

Vogliamo, insomma, un capolavoro!

Non ci sembra di chiedere troppo a Square-Enix...

UNO DEI GIOCHI PIù AMATI SU GAME BOY ADVANCE RITORNA OGGI SU DS CON UN NUOVO, PROMETTENTE E BRILLANTE EPISODIO!

 

Se un immaginario interlocutore ci domandasse quale sia per noi la saga RPGistica più apprezzata e amata in tutto il mondo, non si può fare a meno di rispondere con il nome di Final Fantasy.

Nel susseguirsi dei capitoli usciti, ogni amante del genere si è infatti sentito sempre più graziato e appagato dalla magia offerta dalla collana.

 

LA STORIA DELLA FANTASIA

Nel lontano Luglio 1997 usciva in Giappone il magnifico Final Fantasy Tactics su Playstation. Quel gioco non solo rappresentò una manna dal cielo per tutti gli amanti dei RPG strategici ma

spaccò la critica e il mondo degli appassionati letteralmente in due.

Il motivo è facilmente comprensibile: il prequel uscito diverso tempo prima per Playstation ( solo su territorio Nipponico ) proponeva tematiche adulte inserite in una trama arzigogolata, con intrighi e colpi di scena.

Nel 2003, la Square-Enix fece la felicità di molti giocatori portando sul piccolo GBA un nuovo capitolo della saga di Hironobu Sakaguchi (questa volta, però, prodotto da Yasumi Matsuno), chiamato Final Fantasy Tactics Advance. Il titolo, tuttavia, non si presentò come un degno compagno del “fratello” nato nel ’97: la mancanza di una trama matura, composta da complotti, uccisioni e intrighi fece spazio ad una storia fiabesca e colorata, non molto amata dagli appassionati. Anche se con qualche difficoltà, il titolo Square-Enix si fece spazio nella folla, conquistando una buona fetta di giocatori con la sua longevità molto sviluppata, un sistema di combattimento perfettamente collaudato e una buona curva di apprendimento.

 

Previsto in Giappone entro la fine di quest’anno, Final Fantasy Tactics A2: The Sealed Grimoire (per comodità, FFTA2) scopre alcune delle sue carte, proponendosi come un degno seguito dell’avventura su GBA. Iniziamo a capire qualcosa in più riguardo questo titolo, mettendo insieme tutte le varie notizie trapelate dal Sol Levante.

 

CRONACHE DA IVALICE

Square-Enix annunciò diverso tempo fa una collana di prodotti chiamata “Ivalice Alliance”: come si deduce dal titolo i videogame appartenenti a questa saga sarebbero dovuti essere ambientati nella magica terra di Ivalice, che fa da sfondo tanto a dodicesimo capitolo della fantasia finale, quanto a quello qui analizzato.

La trama è stata solamente accennata dal director Yuichi Murasawa: il protagonista, di nome Luso, è un ragazzo come tanti altri. Va a scuola, chiacchiera con i compagni, ama lo sport, si mette nei guai. Ecco, soprattutto propende per mettersi puntualmente nei guai e infatti il gioco inizia proprio mentre Luso viene mandato in castigo dalla professoressa per aver parlato troppo durante la lezione.

Sarà così costretto a ripulire l'immensa biblioteca della scuola, ma lui preferisce invece sfogliare i faldoni polverosi che più attirano la sua attenzione. Tra questi c'è un gigantesco libro che sembra chiamarlo con un flebile sussurro, Luso lo apre e... finisce in una dimensione parallela!

Si ritrova con degli amici a fronteggiare un’inaspettata minaccia, incarnata da un volatile dalle grosse dimensioni e dalla potenza di fuoco encomiabile.

Provvidenzialmente interviene l’immancabile Cid, che non solo aiuta il prode gruppetto di eroi, ma li introduce anche al consueto sistema di combattimento.

Quest’ultimo infatti non si discosta da quello che abbiamo già conosciuto in precedenza, ponendo tutti i personaggi in una griglia ( assomigliante a una scacchiera) nel quale muoversi e compiere diverse azioni durante il proprio turno.

Questa simil-battaglia assumerà il ruolo di tutorial (un po’ come la “battaglia di palle di neve” presente in FFTA) e servirà per apprendere il sistema di combattimento.

Quest’ultimo non stravolge le meccaniche di gioco originale, presentando solo alcune novità, tra le quali è doveroso annoverare il calcolo della grandezza delle creature: i personaggi, nel sistema di combattimento, si muovono sulle caselle della griglia di combattimento (che riveste l’intero scenario della battaglia) e seconda la grandezza della creatura, quest’ultima potrà occupare più di una casella. Ciò significa che un possente guerriero potrà occupare un numero maggiore di caselle, mentre una semplice fata occuperà sicuramente un numero minore di caselle.

 

PERCHé NON VAI A LAVORARE?

Ovviamente in Final Fantasy Tactics A2: The Sealed Grimoire ritornano in grande stile i Job, cioè le classi in cui ogni personaggio può specializzarsi.

Limitante in questo processo è la razza scelta a inizio gioco, che rende particolare ogni party.

Sono due le novità che ci sono balzate all’occhio: la presenza di personaggi così mastodontici da dover occupare più caselle di gioco e l’elargizione di punti alla fine del match, da consegnare a piacimento del giocatore e quindi non più assegnati in base ai meriti in battaglia.

Questo significa che potrete rafforzare anche i personaggi più deboli semplicemente facendoli partecipare alla battaglia, magari tenendoli ai lati per evitare sconvenienti problematiche, come la prematura morte di un personaggio del proprio party.

 

ACQUERELLI SULLA TAVOLOZZA DEL DS!

Il character design, come sempre, si presenterà eccellente, riproponendoci le razze già presenti in Final Fantasy Tactics A2: The Sealed Grimoire (quali Bangaa, Viera, Nu-Mou, Moguri e Umani) e presentando delle nuove.

Qualcuno si starà chiedendo se il sistema dei Job sia ancora presente. Ebbene, i Job ritorneranno in tutto il loro splendore e porteranno con loro 8 nuove aggiunte nel loro parco. Non ci è dato ancora sapere quali siano, ma siamo sicuri costituiscano una speciale aggiunta. Naturalmente ogni razza avrà dei Job condivisi (lavori accessibili anche da altre razze, come il Soldato in FFTA) e Job propri (lavori accessibili solo da una razza, come il Paladino per gli Umani in FFTA).

Un’altra novità molto importante riguarda l’esperienza acquisita dai personaggi; in FFTA2 dovremo distribuire i punti esperienza alla fine di ogni battaglia: in questo modo si potrà scegliere di donare punti esperienza anche ai personaggi che non hanno partecipato alla battaglia.

Gli amanti del precedente capitolo saranno felici all’idea di poter rivedere il sistema delle Leggi, riproposto anche in FFTA2 con alcune modifiche, non ancora svelate.

 

DUE SCHERMI, DOPPIA DOSE DI NOVITà!

Non dobbiamo dimenticarci, però, che FFTA2 esce su Nintendo DS e quindi preparatevi ad un’iniezione di vitamine per il sistema grafico. Purtroppo, non sarà adottato per intero il sistema 3D: ritroveremo un fantastico 2D (con una perfezione prettamente maniacale) adottato perfettamente alle capacità del DS. Una magnifica palette di colori ci presenterà il mondo di Ivalice come in un sogno, regalandoci dei sospiri ad ogni diverso background. Il double screen del DS non è passato inosservato agli sviluppatori della Square-Enix: lo schermo superiore sarà utilizzato per visualizzare le battaglie, le animazioni e in un certo senso tutto il “motore principale”, mentre lo schermo inferiore sarà destinato alla scelta delle opzioni, dei comandi e delle azioni, così da rendere il tutto più veloce e fruibile agli occhi del videogiocatore. Una nota negativa alla scelta di non usare la funzione touch-screen dello schermo inferiore: infatti, fino ad ora, sembra che FFTA2 sarà giocabile soltanto con i tasti, senza pennino.

 

Niente e nessuno ci vieta, comunque, di pensare a qualcosa di nuovo data la lontana uscita del gioco: FFTA2, infatti, è previsto entro la fine del 2007 in Giappone e non ha ancora una data di uscita per il territorio americano ed europeo.

 

Il DS ha già ospitato un capitolo della saga (Final Fantasy III) con un grande successo. Per ora possiamo solo sperare che Square-Enix ci riproponga lo stesso successo, se non maggiore.

Autore: Francesco Cauteruccio e Niccolò Ballerio

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer