Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

RECENSIONE DI: MERCURY MELTDOWN REVOLUTION

Sistema: Wii
Target: 3+
Genere: Rompicapo
Giocatori: 1/2

Wireless Single Card: /

Wi-Fi: No
Produttore: Atari
Sviluppatore: Ignition
Distributore: Atari
Versione: PAL
Requisiti: /
Uscita: Disponibile

 

Testo a schermo in buon italiano.


La coloratissima e lucida grafica in cell shading ben si adatta allo stile di gioco.

 


Le ambientazioni in cui ci ritroveremo a scivolare sono le più varie, ma chissà perché ci ricordano tutte i circuiti del gioco delle Micro Machines (qualcuno se lo ricorda?).

 


Dite la verità: quest'immagine non pare strizzare l'occhio a F-Zero di Nintendo?

 


A metà strada tra i giochi in legno d'un tempo e le demenziali scimmie di Sega, Mercury Meltdown Revolution è uno dei titoli più divertenti per Wii!

TRAMA: /

+ /

- /

GRAFICA: 7,8

+ Gradevole cell shading

- Visuale sempre non ottimale.

SONORO: 5,8

+ /

- Pochi brani tutti monotoni.

GIOCABILITà: 8,6

+ Il Wiimote va a nozze col mercurio!

- Occorre tanta pazienza.

LONGEVITà: 7,7

+ Più di 130 livelli...

- ...E una modalità multigiocatore troppo limitata!

GLOBALE: 7,5

In conclusione, 

Mercury Meltdown Revolution è uno dei titoli più freschi e piacevoli di quest'estate.

Con la presenza delle demenziali scimmiette Sega sulla line up il gioco targato Atari non può dirsi particolarmente innovativo, ma ha comunque rinverdito un genere che stava ingiallendo precocemente.

Insomma, il titolo recensito oggi è un gioco un po' diverso che ben si adatta alle specifiche del Wii!

La febbre dei rolling-maze ha invaso il Wii, l'ultimo arrivato è Mercury Meltdown Revolution  grazie al quale potremo misurarne la temperatura!

 

Uno dei generi più in voga in questo primo anno di vita del Wii, è senza ombra di dubbio quello dei rolling-maze. Infatti dopo il frenetico Super Monkey Ball ed il più riflessivo Koororimpa ecco che giunge su gli scaffali Mercury Meltdown Revolution gioco che si pone tra i due sopracitati in quanto a gameplay, proponendo un'esperienza di gioco divertente ed unica.

Lo scopo del gioco è abbastanza semplice, guidare una goccia di mercurio alla fine di intricati labirinti. Tutta una serie di blocchi ed ostacoli, rendono però l'impresa più complessa ed ardua del previsto. E non solo, in MMR non basta solo inclinare freneticamente il Wiimote per guidare la nostra goccia di mercurio sulla piattaforma di arrivo ma bisogna anche ragionare per risolvere alcuni enigmi.

 

Le mille forme del mercurio.

Una delle caratteristiche fondamentali della goccia di mercurio è infatti quella di potersi scindere in sferette più piccole o amalgamarsi in una bolla più grande. Questa affascinante peculiarità è sfruttata in vario modo in Mercury Meltdown Revolution, molto spesso quindi ci troviamo a guidare più di una goccia per portare a termine il livello. In alcuni livelli ad esempio è indispensabile colorare il mercurio ed a volte tale colore è ottenuto mescolando due o tre gocce. Un'icona in alto a destra sullo schermo ci aiuterà con le varie combinazioni di colori. I livelli presentano tutta una serie di difficoltà, oggetti e nemici cercheranno infatti di disperdere la nostra preziosa riserva di mercurio, compromettendo la possibilità di portare al termine il quadro. Se infatti in alcuni quadri possiamo giungere alla piattaforma finale anche con la nostra bolla oramai ridotta ad una piccola goccia, in altri è necessario non perdere ingenti quantità di mercurio strada facendo.

Una della caratteristiche più impressionanti del gioco è la fisica della goccia di mercurio, gli sviluppatori hanno compiuto davvero un ottimo lavoro: se la goccia è troppo piccola tenderà a schizzare impazzita mentre se è abbastanza grande si muoverà lentamente, in discesa la goccia si allungherà sotto l'effetto della forza di gravità e la stessa potrà poi congelarsi, liquefarsi, dividersi e sparpagliarsi.

 

LA POTENZA è NULLA, SENZA IL CONTROLLO!

Anche il sistema di controllo è realizzato ottimamente. Se si pensa che la prima versione del gioco, quella per PSP era stata concepita per sfruttare controlli motorei, non c'è da stupirsi che gli sviluppatore siano riusciti a sfruttare ottimamente le caratteristiche del Wiimote.

 

"Una delle caratteristiche fondamentali della goccia di mercurio è infatti quella di potersi scindere in sferette più piccole o amalgamarsi in una bolla più grande."

 

Basta semplicemente tenere il Telecomando Wii in orizzontale ed inclinarlo nella giusta direzione per inclinare il labirinto e far muovere il mercurio, la croce direzionale è invece usata per comandare la telecamera. Tutta una serie di icone su scherno, ci saranno d'aiuto per portare a termine il livello e per segnalare i nostri progressi.

 

Laboratori e provette

La schermata di selezione dei livelli è realizzata con molta cura, sfoglieremo infatti una serie di provette, ognuna delle quali rappresenta un livello. Inizialmente la provetta è vuota ma quando si termina un livello si riempe di una certa quantità di mercurio a seconda della quantità che siamo riusciti a conservare.

 

"Basta semplicemente tenere il Telecomando Wii in orizzontale ed inclinarlo nella giusta direzione per inclinare il labirinto e far muovere il mercurio!"

 

Se riusciamo a conservare tutto il mercurio la provetta si riempie ed un tappo rosso compare in cima. Altre due etichette compaiono se si riesce a stabilire un record e se si riesce a raccogliere tutti i bonus. Se si riesce a completare nel migliore dei modi il livello, il tappo rosso diventa dorato. Raccogliere bonus e stabilire record non è un attiva a se stante ma ci permette di sbloccare nuovi livelli, party game e altre sorprese.

 

"Insomma, possiamo dire che le uniche note stonate sono il sonoro ed una modalità multiplayer di facciata che comunque non abbassano più di tanto la qualità di Mercury Meltdown Revolution."

 

Accanto alla modalità principale è infatti presente una modalità multiplayer, in cui due giocatore si possono sfidare in simpatici minigiochi. Tale modalità fa però acqua da tutte le parti e se vogliamo non si può considerare una vera e propria modalità multiplayer in quanto non si gioca mai insieme al proprio amico ma bisogna aspettare pazientemente il proprio turno, infatti si utilizza sempre e solo un unico Wiimote.

La longevità del gioco non è comunque minata da questo. Nella modalità principale dobbiamo affrontare ben 8 mondi (laboratori) ognuno dei quali contiene 16 livelli (provette). La curva di apprendimento del gioco non è molto ripida ma nei livelli più avanzati il gioco si fa davvero ostico.

 

Un mercurio di buona qualità ma che stride...

Dal punto di vista puramente tecnico, il gioco si presenta con una coloratissima grafica in cell-shading, che se da un lato risulta piacevole all'occhio,  dall'altro ha il poco simpatico rovescio di appiattire eccessivamente i livelli, situazione non molto gradevole quando si è alle prese con gli intricati passaggi di un labirinto. La grafica non presenta effetti di particolare pregio se escludiamo la superficie semi-riflettente della goccia di mercurio e un frame rate che si mantiene sempre abbastanza fluido.

 

"il gioco si presenta con una coloratissima grafica in cell-shading, che se da un lato risulta piacevole all'occhio,  dall'altro ha il poco simpatico rovescio di appiattire eccessivamente i livelli"

 

Il sonoro è un altro punto dolente del gioco, infatti le musiche non spiccano certo per la loro qualità e alla lunga diventano ripetitive ma non è tutto. A volte le stesse stonano con l'azione di gioco. Ad esempio ci potrà capitare di affrontare sezioni tranquille con una musica frenetica o viceversa sezioni frenetiche con una musica rilassante, il tutto a discapito della nostra sanità mentale (soprattutto quella già instabile di Carlo :D )e della buon riuscita del livello.

 

Conclusioni rollanti!

I programmatori della Ignition sono riusciti a creare un esperienza di gioco davvero unica. Su Wii non mancano giochi simili, vedi ad esempio Super Monkey Ball e Kororimpa ma Mercury Meltdown Revolution si pone in cima ai due proponendo un esperienza che mescola davvero ottimamente azione e riflessione. La scelta di utilizzare una goccia di mercurio al posto delle solite biglie ha permesso di inserire tutta una nuova serie di varianti e peculiarità rese alla perfezione dall'ottimo motore fisico.

Le uniche note stonate sono il sonoro ed una modalità multiplayer di facciata che comunque non abbassano più di tanto la qualità di Mercury Meltdown Revolution. Se gli appassionati del genere cercheranno di terminare il gioco al 100% per scoprire tutti i bonus inseriti, anche il giocatore casuale puotrà trarre divertimento da un gioco molto ispirato. Consigliamo quindi a tutti di provare questo gioco, potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa.

 

Autore: Guido Tangorra

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Offerta valida solo per i nostri lettori: acquistando un titolo Wii da Multiplayer Shopping, riceverete in regalo un capolavoro sempreverde per GameCube!

Ampio assortimento: consulta il catalogo delle novità per Nintendo Wii!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer