Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

RECENSIONE DI: TMNT THE VIDEO GAME

Sistema: Wii
Target: 12+
Genere: Piattaforma
Giocatori: 1

Wireless Single Card: /

Wi-Fi: No
Produttore: Ubisoft
Sviluppatore: Ubisoft
Distributore: Ubisoft
Versione: PAL
Requisiti: /
Uscita: Disponibile

Doppiaggio e testo a schermo in ottimo italiano.


Quella del tempio immerso nella giungla è sicuramente l'ambientazione più curata e affascinante.

 


Le ottime e fluide animazioni delle quattro Tartarughe Ninja sembrano essere prese di peso da Prince of Persia... ed è un bene!

 


Questa mossa: come scordarsela!? Nel cartone veniva tirata in ballo quasi sempre!

 


Gli scontri con i boss spezzano la linearità del gameplay dato che, per essere affrontati, richiedono un pizzico di strategia.

TRAMA: 7,0

+ Raccontata con gusto

- Banale nell'insieme...

GRAFICA: 6,2

+ Si avverte la parentela con Prince of Persia...

- ...Parentela però solo di quarto grado...

SONORO: 7,6

+ Ottimo il doppiaggio in italiano...

- ...Solo sufficienti gli FX

GIOCABILITà: 7,0

+ Il Wiimote è ben implementato...

- ...Ma il gameplay rimane lineare.

LONGEVITà: 6,4

+ Un gioco con le Tartarughe proprio mancava...

- ...Peccato che sia indirizzato soprattutto ai più piccoli!

GLOBALE: 6,7

In conclusione, 

TMNT The Video Game è un titolo indirizzato principalmente ad un'utenza giovane e smaliziata, la stessa che, del resto, sarà corsa nelle sale in massa per vedere la pellicola.

La scelta di Ubisoft, per quanto logica, farà comunque scontenti i giocatori più grandi, quelli che anni fa impazzivano con il cartone animato: loro si troveranno infatti di fronte ad un titolo lineare e non eccessivamente curato anche se somigliante con il mitico Prince of Persia.

Consigliato dunque soprattutto ai fans delle mitiche Tartarughe Ninja!

"QUATTRO TARTARUGHE PER DIFENDERE LA TERRA SONO I NINJA... NINJA!"

VE LA RICORDATE? COSA SONO QUELLE FACCE ALLIBITE?! MA DAI: ERA LA SIGLA D'APERTURA DEL MITICO CARTONE ANIMATO!

TZé, SIETE TROPPO GIOVANI PER SAPERLO...

 

Le mirabolanti avventure delle celebri Tartarughe Ninja fanno divertire da tanto anni ormai grandi e piccini, il che ha comportato, nel corso degli anni, una serie di produzioni videoludiche ispirate proprio ai quattro fratelli tartarugosi. Tuttavia, nessuna di questa produzioni ha lasciato mai veramente il segno, se non che un paio di episodi in 2D per NES, ma comunque nulla di memorabile. Con l’avvento del 3D poi, la situazione è ulteriormente peggiorata, dal momento che nessun gioco è riuscito a carpire minimamente lo stile avventuriero e al contempo “giocoso” del cartone animato. Peccato, giacchè quest’ultimi costruiti attorno alle Tartarughe Ninja era assai divertenti e il fatto che non esiste un gioco di riferimento per gli appassionati di queste tartarughe ghiotte di pizza lascia un po’ l’amaro in bocca.

Dopo qualche anno di “silenzio”, i Turtles si preparano finalmente a mostrarsi su video, più precisamente con un lungometraggio interamente in Computer Grafica e uscito da poco in tutte le sale italiane. Ubisoft naturalmente non si è lasciata scappare l’occasione di sviluppare un tie in riguardante proprio detto lungometraggio. Purtroppo, ciò non ha coinciso con una performance videoludica delle Tartarughe Ninja degna della loro fama… Per l’ennesima volta, verrebbe da dire.

 

COWIIBANGA!!

Diciamo anzitutto che la base del gameplay di TMNT The Video Game si fonda su un classico miscuglio platform-picchiaduro, ciò significa quindi dover esplorare i vari livelli proposti debellando i nemici ed esplorando le varie (e alquanti lineari) ambientazioni. Quest’ultime si presentano agli occhi del giocatore anche piuttosto ampie, ma scarne di dettagli o comunque di elementi che possano in qualche modo integrarsi col gameplay, come capita per molti titoli del genere. Fondamentalmente nel corso dell'avventura le situazioni di gioco vedranno alternarsi le quattro Turtles, ma sarà anche possibile farle scorrazzare tutte quante assieme alla cerca di pizza e nemici da maciullare. Il gameplay del Wii, che si basa ovviamente sulle peculiarità della console, offre qualcosa in più rispetto alle altre versioni anche se questo “qualcosa” non sconvolge le masse in maniera convincente. Innanzitutto, il Wiimote va agitato à la Zelda per i combattimenti, eseguendo le varie mosse con rapidi e repentini spostamenti a destra e a sinistra con il Telecomando per quanto riguarda i pugni e le armi bianche, mentre il Nunchuck dal canto suo serve a tirar calci che, di fatto, allontanano i nemici. Le mosse di cui si diceva poco fa, si dividono soprattutto in due tipologie ben distinte: la prima consiste un attacco speciale ottenibile facendo cooperare le quattro tartarughe, mentre l’altra tipologia di attacchi è composta da una sorto di combo posseduta esclusivamente da ogni Tartaruga Ninja.

 

"nel corso dell'avventura le situazioni di gioco vedranno alternarsi le quattro Turtles, ma sarà anche possibile farle scorrazzare tutte quante assieme alla cerca di pizza e nemici da maciullare."

 

Detta così può sembrare anche interessante, il punto è che la fase di combattimento si arena sul più bello, specie per (de)merito di un parco combo molto poco ampio e per una deficitaria I.A. dei nemici, che sembrano più che altro delle bamboline di cartapesta pronte ad essere abbattute dai Ninja di turno. Perlomeno i vari boss che ci “accoglieranno” alla fine di ogni livello non è che si dimostrino propriamente coriacei, ma se non altro aiutano a scindere quell’alone di noia accumulatasi fino a quel momento.

 

L’EFFETTO WII CON QUALCHE RUGA!

Discretamente interessanti sono poi minigiochi proposti esclusivamente per la versione Wii, che sfruttano appieno il Wiimote e sono sbloccabili man mano che si procede con l’avventura principale. Senza dubbio il più divertente di questi, con visuale in prima persona, consiste nel abbattere più nemici possibile prima che essi si avvicino allo schermo, utilizzando il Wiimote naturalmente come pistola (altro che Resident Evil: Umbrella…).

 

4 TARTARUGHE AL CINEMA!

L’aspetto narrativo di TMNT The Video Game invece è abbastanza interessante. Naturalmente la trama di base prende ispirazione dal lungometraggio presente nei cinema, ma il suo intreccio prevede una specie di flashback nel quale le tartarughe Ninja rimembrano insieme le avventure passate. La cosa interessante è che sullo schermo appare un albo a fumetti le cui pagine, una volta sfogliate, ci proietteranno direttamente nell'azione vera e propria.

 

"Discretamente interessanti sono poi minigiochi proposti esclusivamente per la versione Wii, che sfruttano appieno il Wiimote e sono sbloccabili man mano che si procede con l’avventura principale."

 

Inoltre, contrariamente a ciò che accade su pellicola, Ubisoft ha avuto l’ottima idea di ingaggiare per l’occasione i quattro doppiatori originali della serie animata. Particolare non di poco conto, che farà estremamente felici tutti i giocatori italiani che oggi superano la ventina.

 

LA GRAFICA DELLE TARTARUGHE

Anche da un punto di vista squisitamente tecnico non si segnalano dei picchi, in nessun campo, anche se il lavoro nel suo complesso risulta comunque soddisfacente.

Graficamente, la versione per Wii non sfrutta appieno la console su cui gira, ma presenta comunque un paio di migliorie tecniche rispetto alla versione PS2. Infatti, quella Wii, può annoverare texture maggiormente dettagliate ed effetti luce particolarmente evocativi. Il motore grafico usato è lo stesso di King Kong e dell'ultimo Prince of Persia tanto per intenderci, dunque su Wii il lavoro svolto è più che discreto (tant’è che la versione della “nostra” console è paragonabile alla versione 360).

Nel complesso, le animazioni si distinguono per la loro qualità. Qualità paragonabile ai fluidi e disinvolti movimenti del Principe persiano.

 

"il Wiimote va agitato à la Zelda per i combattimenti, eseguendo le varie mosse con rapidi e repentini spostamenti a destra e a sinistra con il Telecomando per quanto riguarda i pugni e le armi bianche, mentre il Nunchuck dal canto suo serve a tirar calci che, di fatto, allontanano i nemici."

 

Le musiche di sottofondo sono invece abbastanza ispirate, riuscendo ad accompagnare l’avventura in maniera tutto sommato coinvolgente (seppur quest’ultima non lo sia particolarmente, ahimè). Di ottima fattura anche il doppiaggio, interamente in italiano e di qualità più che accettabile, il quale riesce a rendere pienamente giustizia alla simpatia della quattro Tartarughe Ninja.

 

 "Il motore grafico usato è lo stesso di King Kong e dell'ultimo Prince of Persia"

 

Insomma, avrete già capito che ci troviamo davanti al classico gioco di tipo "diesel", ovvero che ha bisogno di carburare prima di partire ed iniziare a convincere. Un prodotto nel complesso anonimo e tecnicamente non eccelso, dotato anche di eccessiva linearità e di combattimenti fin troppo ripetitivi. Si salvano solo gli scontri coi boss, qualche minigioco e il doppiaggio, ma poco altro.

TMNT The Video Game, infatti, nonostante presenti animazioni fluide e ambientazioni evocative à la Prince of Persia, tende purtroppo ad essere un prodotto adatto soprattutto ai più piccoli.

 

"contrariamente a ciò che accade su pellicola, Ubisoft ha avuto l’ottima idea di ingaggiare per l’occasione i quattro doppiatori originali della serie animata. Particolare non di poco conto, che farà estremamente felici tutti i giocatori italiani che oggi superano la ventina."

 

TMNT The Video Game potrà certamente divertire per i primi attimi di gioco, specie se siete fan dei Turtles o al limite giocatori più giovincelli ma rimasti affascinati dalla recente pellicola. Insomma, se vi ha divertito il film o se è dai tempi della mitica serie animata che non vedete l’ora di uscire allo scoperto mascherati da tartaruga, il titolo Ubisoft è certamente ciò che fa per voi.

 

Autore: Alessio Dossena

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Offerta valida solo per i nostri lettori: acquistando un titolo Wii da Multiplayer Shopping, riceverete in regalo un capolavoro sempreverde per GameCube!

Ampio assortimento: consulta il catalogo delle novità per Nintendo Wii!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer