Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

RECENSIONE DI: SPIDER-MAN 3

Sistema: DS
Target: 12+
Genere: Piattaforma
Giocatori: 1/4

Wireless Single Card: No

Wi-Fi: No
Produttore: Activision
Sviluppatore: Treyarch
Distributore: Activision
Versione: PAL
Requisiti: Nunchuck
Uscita: Disponibile

Testi a schermo e doppiaggio in buon italiano


La grafica è uno dei punti forti di Spider-Man 3 per DS: presenta infatti diversi scorci che non hanno nulla da invidiare alle controparti per console più potenti.

 


Grazie all'uso della prospettiva quasi non ci si accorge dell'esplorazione limitata al solo scrolling orizzontale.

 


Per eseguire le mosse viste al cinema basta il pennino. Più facile di così...

 


Tutti i nemici e le situazioni della pellicola sono state fedelmente trasposte in questa versione.

TRAMA: 7,5

+ La stessa del film più diversi bonus.

- I filmati potevano essere più belli.

GRAFICA: 8,4

+ La città di New York è credibile...

- ...Ma forse troppo piccola.

SONORO: 7,6

+ Doppiaggio in italiano...

- ...un po' gracchiante.

GIOCABILITà: 8,5

+ Il nuovo sistema di controllo si affida alla stylus!

- /.

LONGEVITà: 7,8

+ Il gioco diverte...

- ...finché dura...

GLOBALE: 8,0

In conclusione, Spider-Man 3 per DS non è solo un buon platform game ma è anche il titolo più riuscito della serie. Non ha caso ci ha sorpreso maggiormente la versione per doppioschermo di quella Wii...

IL DS è, ANCORA UNA VOLTA,  LA TANA DEL RAGNO!

 

Se fin’ora Spider-Man ha funzionato bene sulle console maggiori, lo stesso si può dire delle sue varianti dueddì appositamente create per i portatili di casa Nintendo. In particolar modo, le versioni per DS si sono sempre difese a testa alta, dimostrando molto spesso una qualità persino maggiore delle varianti poligonali.

Spider-Man 3 ritorna oggi su doppio schermo con un titolo concettualmente identico ai numerosi prequel partoriti dall’accoppiata vincente Activision – Treyarch, ma contenutisticamente diverso e innovativo. Vediamo di scoprire qualcosa in più!

 

LE SORPRESE NON FINISCONO MAI!

Se avete già Spider-Man, Spider-Man 2, Ultimate Spider-Man o Spider-Man Battle for New York non crediate di aver già visto tutto, quindi aspettate a voltare pagina. L’ultimo nato in casa Activision, infatti, sorprende proprio sul fronte delle novità.

Se la versione Wii è rimasta ancorata alle meccaniche di gioco classiche della serie, la versione per DS si è dimostrata decisamente più ardita, presentando un concept di gioco davvero simile a quello della versione per la sorella maggiore.

Per la prima volta, infatti, il titolo non sarà diviso in missioni ma ospiterà l’immensa ricostruzione della città di New York da girare a piacimento. Come su Wii, insomma, i fatti accadranno “in media res”: questo vuol dire che mentre girovaghiamo saltando di grattacielo in grattacielo potrebbe capitare, per esempio, di imbattersi in una rapina o di trovare dei topi d’appartamento intenti a scassinare una serratura. I vari quartieri saranno dominati da bande differenti che potrete ripulire aiutando la polizia nel duro lavoro di sgominare i malviventi più comuni. Più zone modificherete, più punti eroi guadagnerete e maggiori saranno le possibilità di acquistare nuove combo.

 

"Per la prima volta su DS il titolo non sarà diviso in missioni ma ospiterà l’immensa ricostruzione della città di New York da girare a piacimento.

Come su Wii, insomma, i fatti accadranno “in media res”: questo vuol dire che mentre girovaghiamo saltando di grattacielo in grattacielo potrebbe capitare, per esempio, di imbattersi in una rapina o di trovare dei topi d’appartamento intenti a scassinare una serratura."

 

Inoltre, delle apposite icone vi segnaleranno la presenza dei portali: zone warp che vi trasporteranno nelle locations delle missioni principali e secondarie.

 

UN EROE PICCOLO PICCOLO

Anche la trama della versione DS seguirà, ovviamente, quella dell’omonima pellicola, dunque l’Uomo Ragno questa volta si dovrà confrontare con Green Goblin Jr., Sand-Man e Venom. Tutte le battaglie e gli storici scenari visti al cinema sono stati infatti fedelmente ricostruiti sui due schermi della console. Il gioco però va oltre e presenta dei chiarimenti della storia provenienti direttamente dal fumetto. Si tratta di piccoli extra che risulteranno graditi tanto agli appassionati della pellicola di Raimi, quanto soprattutto ai lettori del comic. Tra i bonus, inoltre, annoveriamo le schede descrittive di tutti i personaggi incontrati nel gioco, trovata utile a riprendere la storia, anche dopo aver visto scorrere i titoli di coda, solo per completare al 100% la propria collezione.

 

"Altra grande novità riguarda il sistema di controllo, interamente reinventato per l’occasione.

A differenza dei numerosi prequel, infatti, per controllare l’uomo ragno occorrerà unicamente la stylus, salvo la croce direzionale utile per correre, chinarsi e saltare."

 

Il fulcro del gioco risiede però nell’alternanza tra Spider-Man e la sua controparte oscura. L’Uomo Ragno, in simbiosi con l’essere alieno, infatti, è più forte e resistente del normale, dunque si rivelerà la scelta necessaria se si vuole sorpassare determinate passaggi particolarmente ostici. Tuttavia, se subisce troppi danni il gioco tornerà nelle mani…ops, nella tela, di Peter Parker ed allora la situazione si farà davvero rovente visto che solo allora ci si accorge di quanto sia vulnerabile in realtà il super eroe di Marvel.

 

RAGNATELE A PORTATA DI STYLUS.

Altra grande novità riguarda il sistema di controllo, interamente reinventato per l’occasione. A differenza dei numerosi prequel, infatti, per controllare l’uomo ragno occorrerà unicamente la stylus, salvo la croce direzionale utile per correre, chinarsi e saltare. Basterà infatti tracciare una linea sul touch screen e Spider-Man colpirà in quella direzione, cliccando due volte sparerà un proiettile di tela, mentre trascinando il pennino potrete divertirvi nell’afferrare i nemici con le ragnatele, quindi scaraventarli di qua e di là. Questo sistema di controllo, a prima vista scomodo, si rivela invece pratico e funzionale fin dalle primissime partite.

 

INCASSI DA RECORD!

Infine, riguardo alla parte meramente tecnica, bisogna dire che il team Activision – Treyarch ha svolto davvero un ottimo lavoro. Questo è infatti il primo Spider-Man che permette ai giocatori di girare liberamente per New York, e nonostante l’esplorazione sia legata al solo asse orizzontale, i livelli sono strutturati talmente bene che sembra quasi di girare lungo ambientazioni tridimensionali. Ancora una volta, insomma, gli sviluppatori hanno puntato sul sapiente e funzionale uso della prospettiva per creare locazioni di grande impatto.

 

"Spider-Man 3 per DS si è rivelato essere un buon esponente del genere platform, nonché un ottimo sequel di una saga che rischiava di invecchiare prematuramente."

 

Ottimo, inoltre, il modello poligonale di Spider-Man, così come possono essere definite d’alta scuola le sue animazioni. Più che buoni, infine, i modelli dei nemici più importanti: Venom, Sand-Man e Goblin Jr, mentre tra i membri delle gang locali o tra i passanti è possibile osservare qualche clone di troppo.

 

"L’Uomo Ragno, in simbiosi con l’essere alieno è più forte e resistente del normale, dunque si rivelerà la scelta necessaria se si vuole sorpassare determinate passaggi particolarmente ostici."

 

Molto buono anche il sonoro, che a epiche musiche (che purtroppo gracchiano se ascoltate al massimo del volume) affianca un doppiaggio in italiano che non ha nulla da invidiare alla versione per Wii.

 

SPIDER-MAN FA ANCORA CENTRO!

Insomma, Spider-Man 3 per DS si è rivelato essere un buon esponente del genere platform, nonché un ottimo sequel di una saga che rischiava di invecchiare prematuramente. Grazie alle sue numerose innovazioni riuscirà a sorprendere anche chi è già in possesso dei numerosi prequel. Un titolo caldamente consigliato a tutti, tanto a coloro che sono in cerca di un buon piattaforma 2D, quanto agli appassionati del fumetto di Marvel!

 

Autore: Leonardo Gatto

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer