Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: MORTAL KOMBAT ARMAGEDDON

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 18+
Genere: Picchiaduro
Giocatori: 1/2
Produttore: Midway
Sviluppatore:JGI Ent.
Distributore: Leader
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: N.A.
JAP: N.A.
USA: N.A.


Ecco, in un'unica schermata, tutti i lottatori disponibili. Sorridete!

 


Era da un bel po' che ci chiedevamo come sarebbe stato sfruttato il Wiimote nei picchiaduro: Mortal Kombat Armageddon è quasi pronta a risponderci!

 


Purtroppo, col passare del tempo, i lottatori della serie sono diventati sempre più brutti e anonimi. Per fortuna sarà però possibile creare da zero il proprio beniamino!

 


E questo zombie in avanzato stato di decomposizione chi sarebbe? Siamo sicuri che può reggere un incontro!?

ASPETTATIVA

4 STELLE SU 5!

 

Finalmente potremmo provare il Wiimote in un picchiaduro. Certo, non sappiamo ancora né come, né quando, ma l'idea da sola basta ad esaltarci. La possibilità di personalizzare nel profondo il gioco, poi, ci ha intrigato visto che Midway sembra aver finalmente trovato la strada giusta. Certo, come accade spesso di questi tempi, è proprio il motore tecnico ad impensierirci...

Le fatality arrivano sul Wii… SARà MEGLIO CORRERE AL RIPARO?

 

Quella di Mortal Kombat è una saga che, nel bene o nel male, ha subito suscitato l’attenzione di molti, sia per la sua qualità che per la quantità di violenza che caratterizza il gioco.

Scorpion&Co. hanno portato avanti negli anni una serie che ha visto la luce su molte console dall’Amiga fino alle recenti PS2 e Xbox con Mortal Kombat Armageddon, capitolo che fra breve insanguinerà anche il piccolo Wii.

Le perplessità che si generano in ogni picchiaduro destinato all’ultima arriva di Nintendo sono riguardo il sistema di controllo da adottare a causa delle peculiari caratteristiche del Wiiremote che non sempre si prestano a questa tipologia di gioco.

La Midway ha sviluppato per l’occasione un sistema tutto particolare in modo da implementare al meglio le capacità di riconoscimento dei movimenti con un gioco nato per pad classici.

C’è da specificare che chi preferisce i tradizionali tasti da premere a più non posso potrà utilizzare sia il Classic Pad che quello del GameCube.

Andiamo ora ad analizzare meglio questo nuovo sistema di controllo.

Innanzitutto le abilità particolari del Wiimote e del Nunchuck verranno utilizzate solamente per effettuare le mosse speciali e le fatality, mentre le restanti mosse “ordinarie” verranno attivate dai tasti.

Per effettuare gli attacchi a distanza, come ad esempio il lancio di una catena o di una fiammata, basterà muovere il Wiimote in direzione del nemico e poi farlo tornare alla posizione originale.

Mentre per il teletrasporto, un rapido movimento verso il basso sarà necessario per far sparire il nostro personaggio e farlo ricomparire alle spalle del nemico.

Descrivendo un semicerchio, invece, gli piazzeremo in faccia un bel calcio rotante (infuocato in vari personaggi) da fa invidia anche a Chuck Norris.

In totale le mosse saranno 5 per ogni personaggio, che moltiplicate per i 60 combattenti portano ad una vasta quantità di colpi.

Ai cari e vecchi A e B, come già detto, spetteranno le mosse tradizionali, come pugni, calci prese e così via.

Una volta pestato per bene l’avversario lo dovremo finire, utilizzando le famose fatality, attacchi conclusivi e alquanto cruenti.

Come detto dagli sviluppatori il modo migliore per trovare tutte le fatality effettuabili è quello di provare e vedere che effetto hanno i vari movimenti sul corpo del malcapitato.

Per esempio, una rapida rotazione ci permetterà di decapitare lo sfortunato di turno, oppure affondando il Wiimote verso lo schermo porterà ad estrarre dal petto del rivale il suo cuore ancora pulsante, il tutto condito da abbondanti quantità di sangue.

 

Ce n’è per tutti i gusti.

Come già visto nelle versioni per le altre console, le modalità disponibili saranno le stesse, con l’aggiunta di una particolare, chiamata endurance, e di un minigioco esclusivo che ci vedrà alle prese con dei go-kart controllabili in maniera simile a quanto visto in Excite Truck.

La specialità principale sarà ovviamente quella degli scontri a sequenza, tipici della serie, al termine dei quali ci sarà il boss di turno ad aspettarci.

Essa sarà affiancata dalla modalità konquest nella quale dovremo avanzare lungo i vari percorsi imbattendoci in scontri con nemici vari e cercando i bonus disseminati nel percorso, quali art work, nuovi personaggi (Khameleon sarà esclusivo per il Wii),arene e costumi che andranno a finire in una specie di shop chiamato kripta.

Come già detto, sarà presente anche una modalità endurance, cioè una sorta di survival nel quale il nostro obiettivo sarà di rimanere il più possibile sul campo senza recuperare energia fra uno scontro e l’altro.

Come ulteriore extra ci sarà data anche la possibilità di creare il nostro personaggio scegliendo fra un’elevata quantità di combinazioni, in modo da creare il lottatore perfetto.

Ovviamente non è stato dimenticato il multiplayer, anche se non ci sarà concesso di giocare online (possibilità presente nelle altre versioni) a causa di mancanza di tempo per implementare questa caratteristica.

 

 

 

Tecnicamente parlando.

Anche se la versione per Wii sarà un porting delle altre console, come si può vedere dalle prime immagini e video, il reparto tecnico ha subito un miglioramento, per quanto riguarda la fluidità e il dettaglio dei personaggi e delle arene.

La possibilità di personalizzare i lottatori, le arene e i personaggi da sbloccare, le varie modalità (anche se la mancanza dell’online ce la segniamo lo stesso) e i numerosissimi combattimenti promettono una longevità ragguardevole, ulteriore garanzia della possibile riuscita di un ottimo titolo.

Il punto interrogativo rimane riguardo l’efficacia del nuovo sistema di controllo, che stando ai ragazzi del Midway, sarebbe in grado di utilizzare anche nostra nonna.

Soluzioni analoghe si sono già viste nella Boxe di WiiSports, ma si sa che dove mette le mani mamma N il risulato è sempre garantito, ma saranno in grado gli sviluppatori di Mortal Kombat Armageddon di ottenere un risultato degno delle altre versioni ?

Per rispondere a questa domanda ci tocca attendere fino a maggio, mese di uscita previsto del gioco in questione.

Autore: Luigigiuseppe Prosperi

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer