Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: PROFESSOR LAYTON AND THE CURIOUS VILLAGE

 

Sistema: Nintendo DS
Target: N.A.
Genere: Avventura
Giocatori: 1
Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Level5
Distributore: Nintendo
Versione: USA
Requisiti: /

Uscita:
EU: Estate
JAP: Disponibile
USA: Disponibile

 

 


L'intro di Professor Lyaton è un vero e proprio cartone animato.

 

 


Ovviamente speriamo in una degna localizzazione in italiano.

 


Tutta l'avventura si svolge stylus alla mano.

 


Non crediate che gli indovinelli siano facili...

ASPETTATIVA

4 STELLE SU 5!

 

Professor Layton And The Curious Village è davvero un gioco interessante, che mischia ottimamente una storia promettente ad una ridda di enigmi in grado di mettere alla prova anche coloro che si vantano del titolo di "primo della classe"...

“Elementare, Luke”

 

Fin’ora, abbiamo visto su Nintendo DS come titoli a base di avventure ed enigmi calzino particolarmente a pennello sul bivalve Nintendo, per svariati motivi. Quello principale va ricercato, ovviamente, nel Touch Screen il quale, accoppiato allo Stilo, garantisce la presenza di avventure a base di enigmi divertenti e mai banali, in poche parole, i classici Punta & Clicca, un genere che purtroppo in questi ultimi anni si è via via estinto, salvo qualche produzione per PC. Come detto in precedenza, grazie al DS questo genere videoludico sta vivendo una seconda giovinezza. Another Code, la serie Phoenix Wright e Hotel Dusk, tanto per fare qualche illustre esempio, indicano con convinzione quello che abbiamo enunciato poco fa.

Non è una sorpresa quindi se molti sviluppatori decidono di tentare ad investire energie ed idee in un’avventura grafica, andando a sfruttare l’onda trascinante del Nintendo DS.

 

L’INIZIO DELLA SAGA

In realtà, quella del Professor Layton in Giappone è già una saga: oltre a questo Curios Village, oggetto di questo articolo, è presente The Devil Box, il quale deve ancora però varcare le soglie del Sol Levante. Entro l’anno, sempre solo in Giappone, per il momento, uscirà addirittura un terzo episodio, denominato The Final Time Journey, il quale segnerà con ogni probabilità la conclusione della trilogia che Level 5 ha previsto.

Per ciò che concerne l’occidente, tuttavia, il Professo Layton si deve ancora apprestare a fare il suo debutto (perlomeno per quanto riguarda l’Europa, dato che in America è disponibile da poco tempo) e lo farà con, appunto, The Curios Village.

 

IL PROFESSORE MATTO

Prima di parlarvi più approfonditamente dell’intrigante canovaccio giocoso che sta alla base di The Curios Village, soffermiamoci un attimo sul simpatico Professore, protagonista del gioco, sul suo aiutante Luke e, a grandi linee, della narrazione di base.

Il Professor Layton, un investigatore inglese, e il suo simpatico aiutante Luke, si devono recare nel villaggio di St. Mystere dopo aver ricevuto una lettera da Lady Dahila, la moglie del Barone Augustus, morto da poco tempo, il quale ha lasciato uno scritto dove è riportata la sua volontà di ritrovare il tesoro della famiglia Reinhold, la Golden Apple, ovvero un antico gioiello di inestimabile valore. Il compito del Professore e di Luke sarà proprio quello di aiutare Lady Dahila nella ricerca della Golden Apple.

Come avrete anche capito senza fatica, tutto il gameplay ruota attorno a simpatici puzzles ed indovinelli che si alterneranno nel corso dell’avventura. L’uso della materia grigia e della logica applicata al momento giusto, saranno dunque parametri basilari se si vuole venire a capo della Golden Apple e, quindi, portare a compimento il nostro obiettivo. Ogni pretesto per spremere le meningi è buono; si passa da una richiesta di aiuta specifica di un qualche abitante del villaggio, oppure dall’ attivare qualche strano meccanismo per aprirci la strada o semplicemente per farci dare qualche oggetto chiave nello svolgimento della trama. Tutti (o quasi) i cliché dei punta & clicca ai quali ci eravamo abituati dovrebbe insomma essere massicciamente presenti in Professor Layton anche se, a differenza di suoi illustri “colleghi”, il gioco in questione non ama poi troppo essere preso sul serio. Dietro infatti un gameplay di sicuro interesse e, a conti fatti, profondo e divertente, si cela una trama all’apparenza spensierata e senza troppi fronzoli, ulteriormente impreziosita dalla simpatia dei due protagonisti e dai loro assurdi dialoghi.

 

INDOVINA INDOVINELLO…

Come abbiamo accennato in principio di questa anteprima, l’accoppiata Touch Screen – Stilo svolgerà la parte da leone in un gioco come Professor Layton. La vita a St. Mystere non è affatto noiosa e il DS in questo tipo di situazione ci si trova a meraviglia… Gli enigmi infatti che dovremo risolvere sono tantissimi e, perlomeno si spera, ben congegnati, all’insegna del divertimento e della sana logica, dimostrando per l’ennesima volta come questo genere di titoli si sposa alla perfezione con le caratteristiche uniche del bivalve Nintendo.

 

LUNGA ATTESA

Insomma, ora come ora qui in redazione non vediamo davvero l’ora di poter mettere le mani su Professor Layton and the Curios Village, anche se per il momento ci accontentiamo delle informazioni che abbiamo a disposizione e soprattutto delle belle immagini. Grazie ad esse, possiamo ammirare il comparto tecnico dell’ultima fatica Level 5. Quest’ultimi hanno sempre sviluppato titoli dall’alto contenuto colorato e tondeggiante (Dragon Quest VIII, Dark Chronicles, Rogue Galaxy…) e anche Professor Layton ha una grafica di regime simile ai titoli poc’anzi citati.

Parlando in maniera più dettagliata, l’aspetto grafico del gioco pare assolutamente amorevole; i colori spaziano a più non posso sui due schermi del DS, così un livello di dettaglio come ottimale, nonostante l’aspetto così scherzoso ed essenziale di Professor Layton. I personaggi raffigurati su schermi poi sono buffissimi e tondeggianti, in perfetto stile jappo e Level 5.

Come ciliegina sulla torta, Nintendo stessa ha confermato che in futuro, tramite la WFC, sarà possibile scaricare ulteriori enigmi sulla falsariga di quello già presenti all’interno del gioco.

L’arrivo di Professor Layton anche qui da noi è previsto per la prossima estate e non vi nascondiamo che è lo attendiamo semplicemente a braccia aperte. Tra enigmi, trama simpatica, spassosi dialoghi, una grafica coloratissima e la WFC siamo sicuro che con il Prof. e il suo assistente Luke avremo di che divertirci.

Per ora, purtroppo, caliamo il sipario su un progetto che ci sta a cuore, con la speranza di riparlarne in sede di recensione, sperando il più prima possibile…

Autore: Alessio Dossena

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Vuoi utilizzare questo spazio pubblicitario?

Scrivi una mail a carloscafe@libero.it con oggetto: banner pubblicità!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer