Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: SPORE

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 3+
Genere: Gestionale
Giocatori: 1
Produttore: Electronic A.
Sviluppatore: Maxis
Distributore: EA Italia
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: 5 Settembre
JAP: N.A.
USA: 7 Settembre

 

 


Nonostante la versione DS risulti più limitata rispetto all'edizione PC, creare il proprio mostriciattolo, grazie al touch screen, sarà senza dubbio più divertente.

 

 


Non fatevi ingannare dalla prima apparenza: Spore non è solo un gestionale, ma vi chiede anche di buttarvi a capofitto in un'avventura!

 


L'editor è tanto curato che, volendo, sarebbe possibile ricreare anche i Pokémon! Provate, ad esempio, ad immaginarvi questo di colore violetto...

ASPETTATIVA

3 STELLE SU 5!

 

Spore, ovvero la possibilità di creare il proprio mostriciattolo tascabile, potrebbe a prima vista sembrare persino un ulteriore passo in avanti rispetto a quanto fatto da Nintendo con la serie Pokémon. Noi, però, non ne siamo ancora convinti, perché ciò si potrà concretizzare solo con un buon multiplayer, e ad oggi la modalità on line ci è sembrata alquanto desolante...

MINUSCOLE SPORTE ALLA CONQUISTA DEL MONDO… SEGUENDO LE ORME DEI POKéMON!!

 

Il nome di Will Wright è associato da molti alla serie di The Sims e da altri a quella di Sim City, ma in entrambi i casi ci ritroviamo a parlare di due dei più originali e diffusi giochi gestionali per PC di tutti i tempi.

Ormai, alla Maxis si sono accorti che il brand delle due saghe appena citate è stato sfruttato a sufficienza e che è arrivato il tempo di partorire una nuova serie che riesca a divertire e innovare al pari dei predecessori.

Così Will ha deciso di fare un passo indietro, diciamo di qualche milione di anni, e tornare alle origini della vita. Niente più città da costruire, vita sociale da manipolare a piacimento, Sims da accudire e cittadini da accontentare. Questa volta, infatti, vestiremo nientemeno che gli eleganti panni della divinità della situazione intenta a dar vita ad un mondo ancora vergine…

 

SI PARTE DA ZERO!

Nella versione per PC, Spore sarà diviso in cinque momenti, andando dalla più elementare fase Cell fino alla pioneristica fase Space.

Ogni “livello” sarà però influenzato in vari modi dalla regola generale del gioco, cioè imporre la propria specie sulle altre.

Ogni volta ci ritroveremo ad utilizzare armi proporzionate al nostro stadio evolutivo, si va dagli aculei, alle zanne, fino ad arrivare a bastoni, fucili e mezzi sempre più complessi e potenti necessari per poter conquistare non solo il pianeta, ma tutto l’universo.

La versione DS, però, un po’ per le limitate capacità tecniche della console, un po’ per il poco spazio sulla cartuccia, ma anche per sfruttare la lunga onda del successo dei Pokémon, sarà invece costituita solamente dalla seconda fase, cioè quella che ci chiederà di creare creature primitive e mostruose, sbizzarrendoci a più non posso con un editor che rasenta l’infinito.

 

Indovina chi viene a cena…

Nel bel mezzo della nostra tranquilla esistenza, un sfortunato giorno il nostro pianeta viene raggiunto da esseri alieni, che non contenti di averci disturbato, rapiscono il nostro più caro amico Oogie.

Arriva allora il momento di crescere e andare alla ricerca della navicella sulla quale è stato portato Oogie.

Questa è più o meno la trama del gioco, inserita un po’ di forza nell’edizione per DS per motivare la voglia di evoluzione ed esplorazione, che nella controparte per PC non ha certo bisogno di crudeli alieni.

 

“Niente più città da costruire, vita sociale da manipolare a piacimento, Sims da accudire e cittadini da accontentare. Questa volta, infatti, vestiremo nientemeno che gli eleganti panni della divinità della situazione intenta a dar vita ad un mondo ancora vergine…”

 

Durante il nostro viaggio ci ritroveremo ovviamente alle prese con altri esseri, a volte amichevoli a volte no.

Per superare tutte le varie situazioni che ci si proporranno di fronte, dovremo per forza di cose migliorare le nostre capacità, aggiungendo “pezzi” al nostro corpo.

Questa operazione sarà possibile grazie all’ editor di cui sopra, tramite il quale potremo modificare arti, occhi, zanne, aculei, artigli, capacità offensive e difensive, in modo da poterci imporre su ogni tipologia di nemico.

Per poter fare questo, però dovremo prima aumentare il nostro livello evolutivo raccogliendo punti DNA, recuperabili tramite le battaglie.

Ogni volta che aggiungeremo delle parti, oltre al nostro aspetto esteriore verranno modificate anche le nostre caratteristiche quali: l’attacco, la difesa, la velocità, la resistenza e la capacità di comunicare con gli altri mostriciattoli.

Il tutto andrà a formare il nostro personaggio che poi potrà essere inviato tramite la Nintendo Wi-Fi Connection ai nostri amici che se lo ritroveranno a scorrazzare per il loro mondo.

Un altro aiuto fondamentale per avanzare tra le difficoltà, sarà la collaborazione dei nostri alleati che potremo reclutare durante l’esplorazione attraverso una sorta di minigioco musicale.

 

Un universo pieno di vita e… di mostri!

Nonostante la versione per DS sia in proporzione solamente una piccola parte del fratello maggiore, l’atmosfera e la sensazione di originalità è stata riprodotta in maniera del tutto simile allo Spore originale.

Sia i colori sgargianti che lo stile generale sono stati trasportati sul portatile bivalve con gusto e anche le caratteristiche del DS sono, seppure solo in parte, ben utilizzate. Lo schermo superiore è utilizzato per visualizzare la mappa, mentre il touch screen torna in scena per sferrare gli attacchi ai nemici, per spostarci e per selezionare le varie opzioni, navigando nei menu del gioco.

Anche la disposizione dei vari organi e le loro dimensioni saranno gestite dal pennino e sarà possibile anche disegnare dei simboli sul corpo, in modo da poterci permettere di personalizzare il nostro personaggio in maniera davvero originale.

Durante i vari livelli, 12 in tutto, potremo anche scegliere di effettuare delle sotto-missioni, partecipare a dei mini-giochi per sbloccare delle nuove capacità, collezionare le 280 parti del corpo disponibili o cercare le 60 medaglie necessarie per ottenere delle parti nascoste.

Insomma, Electronic Arts e Maxis sembrano essersi date davvero da fare, ma speriamo che Spore DS contenga anche un’adeguata modalità Nintendo Wi-Fi Connection (che non si limiti alle modalità descritte poco sopra), perché un buon gioco “alla Pokémon” deve prevedere una degna battaglia tra persone umane, no?

Autore: Luigigiuseppe Prosperi

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Vuoi utilizzare questo spazio pubblicitario?

Scrivi una mail a carloscafe@libero.it con oggetto: banner pubblicità!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer