Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: FIRE EMBLEM - AKATSUKI NO MEGAMI

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 3+
Genere: Gioco di Ruolo
Giocatori: 1
Produttore: Nintendo.
Sviluppatore: Intellig. S.
Distributore: Nintendo
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: N.A.
JAP: Disponibile
USA: N.A.


Il filmato introduttivo, interamente in computer grafica, non è solo stupendo dal punto di vista visivo...

 


...Ma è anche incredibilmente avvincente e dal forte taglio cinematografico!

 


Dopo lo stupendo filmato introduttivo in CG, ecco la dura realtà: una grafica che avrebbe sfigurato persino su GameCube!

 


I modelli poligonali provengono dritti-dritti da Fire Emblem: Path of Radiance.

ASPETTATIVA

2 STELLE SU 5!

 

Purtroppo questo Fire Emblem per Wii sembra già destinato a bissare l'insuccesso del prequel apparso lo scorso anno su GameCube!

SUL WII UN EMBLEMA CHE VI MARCHIERà A FUOCO!

 

Lo scorso 22 Febbraio è uscito in Giappone Fire Emblem – Akatsuki no Megami e il Mario & Yoshi’s friends –MAGAZINE- non poteva certo esimersi dal provarlo per voi, pur capendo poco e niente della lingua nipponica.

Questo Fire Emblem è, innanzitutto, il sequel di Path of Radiance apparso su GameCube e con questo intendiamo dire che storia, gameplay, personaggi e ambientazioni sono legati a doppio filo con quanto visto e apprezzato nel mini-dvd della scorsa ammiraglia di Nintendo. Akatsuki no Megami è infatti ambientato pochi anni dopo la storia di Path of Radiance, ma nonostante questo i regni di Terius continuano ancora una volta ad essere gli scenari di interminabili guerre.

 

"Come in ogni Fire Emblem, inoltre, anche in Akatsuki no Megami nel caso vi muoia un personaggio in battaglia non sarà più possibile riportarlo alla vita, elemento che vi spronerà ulteriormente a pianificare per bene ogni vostro movimento."

 

La storia si apre quando Pegunion, lo spietato generale che tiene in scacco diverse città, scatena una rivolta di guerrieri stanchi di sopportare mille e più soprusi. Due ragazzi, una giovane maga ed un atletico guerriero riescono, nello stupefacente filmato introduttivo, interamente in computer grafica, ad avere la meglio sull’esercito del generale scatenando però una pesantissima reazione che darà vita ad una nuova guerra. A voi il compito di mettere assieme una forza di resistenza che scacci una volta per tutte gli invasori dai regni di Deen e Kurimia.

 

FIRE EMBLEM ERA, FIRE EMBLEM RIMANE!

Com’è classico della serie, anche su Wii Fire Emblem vi chiederà di muovervi lungo ambientazioni riprese dall’alto e frazionate in caselle. Ogni volta che muoverete le vostre unità si sposteranno anche le fila dell’esercito nemico, come in una gigantesca partita a scacchi. Alcune caselle saranno però bloccate da ostacoli come case, carri e alberi obbligandovi perciò a passare in spazi predefiniti che potrebbero gettarvi in pasto ai guerrieri nemici.

 

"il motore grafico, rimasto del tutto invariato rispetto a quello contestato al prequel, non ha mancato di farci polemizzare. Gli scenari ci sono infatti sembrati spogli, mal colorati e monotoni ed il peggio lo si ha durante gli scontri 3D in cui gli scialbi modelli poligonali dei soldati, amici o nemici, appaiono in tutta la loro desolante bruttezza."

 

Una volta che due soldati di opposta fazione si saranno incontrati avrà luogo lo scontro vero e proprio che avverrà in arene tridimensionali. Come in un gioco di carte vincerà il personaggio che, per classe e per arma posseduta, si rivela superiore all’altro. Questo vuol dire che, prima di mandare allo sbaraglio i vostri uomini, dovrete accertarvi delle qualità dei nemici. Anche il soldato più forte e coraggioso cadrà sotto i colpi di chi possiede un’arma superiore alla sua. Non solo: questa volta infatti sono stati introdotti anche diversi piani inclinati (scale, pendii, ecc…) che renderanno ancora più strategiche le vostre partite. Sulla mappa, inoltre, si troveranno dei soldati “neutrali”, ossia personaggi che non patteggeranno né per voi né per il nemico: se riuscirete a raggiungerli potrete tentare di convincerli ad entrare nel vostro esercito, anche comprandoli con il denaro o soddisfacendo le loro richieste.

 

"Quello che ci ha stupiti di questa versione Jap è la totale incompatibilità con i sensori del Wiimote. Ciò vuol dire che Akatsuki no Megami è giocabile impugnando i Classic Controller o perfino il pad del Game Cube!"

 

Come in ogni Fire Emblem, inoltre, anche in Akatsuki no Megami nel caso vi muoia un personaggio in battaglia non sarà più possibile riportarlo alla vita, elemento che vi spronerà ulteriormente a pianificare per bene ogni vostro movimento. Perdere infatti un valoroso soldato, o semplicemente il proprio personaggio preferito, perché si è stati sciocchi ed avventati farà sorgere ben più di un rimorso…

 

SPADE, LANCE E ALABARDE ARRUGINITE!

Quello che ci ha stupiti di questa versione Jap è la totale incompatibilità con i sensori del Wiimote. Ciò vuol dire che Akatsuki no Megami è giocabile impugnando i Classic Controller o perfino il pad del Game Cube (elemento che tradisce forse il fatto che in origine non sia stato pensato per Wii ma per GC).

Anche il motore grafico, rimasto del tutto invariato rispetto a quello contestato al prequel, non ha mancato di farci polemizzare. Gli scenari ci sono infatti sembrati spogli, mal colorati e monotoni ed il peggio lo si ha durante gli scontri 3D in cui gli scialbi modelli poligonali dei soldati, amici o nemici, appaiono in tutta la loro desolante bruttezza. Nonostante le ore e ore di dialoghi scritti, le scene in CG sicuramente evocative, e le promesse di una trama avvincente, è proprio la grafica a rappresentare il primo vero problema di questo nuovo Fire Emblem Akatsuki no Megami, la cui conversione per il mercato occidentale non è per ora stata ufficializzata.

Autore: Luisa Grotti

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer