Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: MARIO STRIKERS CHARGED

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 3+
Genere: Sportivo
Giocatori: 1/4
Produttore: Nintendo.
Sviluppatore: NL Games
Distributore: Nintendo
Versione: Demo
Requisiti: Wi-Fi Con.

Uscita:
EU: 2007
JAP: 2007
USA: 2007


Come in Mario Smash Football, anche in Mario Strikers Charged i colpi speciali sono spesso l'unico modo per oltrepassare i portieri più bravi.

 


Tra i nuovi oggetti segnaliamo i devastanti Twomp...

 


...Ed i Giga Funghi che, come in New Super Mario Bros, renderanno giganti chi se li pappa!

 


I campi da gioco appaiono più colorati e dettagliati rispetto al prequel ma il lavoro da fare è ancora molto...

 


I colpi più potenti scateneranno un vero caos nello stadio!

ASPETTATIVA

3 STELLE SU 5!

 

Mario Strikers Charged sembra già funzionare alla grande ma il comparto visivo appare ancora troppo debole e troppo legato al prequel...

LA VIOLENZA NEL CALCIO? IL VERO DIVERTIMENTO NEL MONDO DEI FUNGHI!

 

Uno degli ultimi giochi di Mario per GameCube è stato Mario Smash Football, vale a dire la reinterpretazione di Nintendo del seguitissimo gioco del calcio. Curato dalla teutonica NL-Games, Mario Smash Football è stato uno di quei titoli in grado di regalare tantissimo divertimento, specie nel multiplayer, senza dover per forza sfoderare una realizzazione grafica da capogiro.

Anzi, a volerla proprio dire tutta, visivamente parlando il gioco era proprio bruttino, con quei modelli poligonali appena abbozzati, quelle animazioni tutte uguali, quegli stadi così anonimi e quei colori inspiegabilmente tanto acidi. Non sarebbe un sacrilegio dire che sia persino stato uno dei più brutti spin off di Mario, sempre graficamente parlando. Mettete a confronto Mario Smash Football con Mario Power Tennis e cercate di trovare le mille piccole differenze…

I problemi di Mario Smash Football, comunque, non si fermavano qui: assenza desolante di modalità di contorno, pochi capitani disponibili, impossibilità di personalizzare la propria squadra… Insomma, non occorreva certo essere dei pignoli per iniziare ad arricciare il naso di fronte a tutte quelle mancanze. Eppure il gioco divertiva, e neppure poco!

 

STESSI PRODUTTORI, STESSI PROBLEMI?

Con il classico sprezzo per il pericolo (o testardaggine?) che da sempre la contraddistingue, Nintendo ha deciso di affidare lo sviluppo del sequel nuovamente a NL-Games. Il suo precedente lavoro non può certo definirsi privo di difetti, ma se avrà fatto tesoro delle critiche piovutegli addosso, allora il team tedesco forse riuscirà a mettere a punto un vero e proprio capolavoro. Stando all’ultima demo mostrata appena pochi giorni fa, però, alcuni vecchi ricordi sembra vogliano ripresentarsi nuovamente all’uscio. Iniziamo dalla grafica: texture piatte, orridi colori spenti e aciduli, modelli poligonali grezzi e spigolosi, stadi scialbi… Mario Strikers Charged avrà anche un nome nuovo ma ad una prima occhiata sembra il Mario Smash Football di sempre. Purtroppo anche il bizzarro sistema di composizione delle squadre è rimasto invariato: si sceglie il capitano ed un comprimario, gli altri due saranno cloni di quest’ultimo. Al contrario di quanto accadeva nel ben più bello (stilisticamente parlando) Mario Slam Basketball, insomma, non sarà possibile formare il team dei propri sogni pescando a piene mani dal mondo Nintendo. L’unica novità in campo riguarda la comparsa dei Tipi Timidi e dei Tartossi, ora selezionabili come personaggi di supporto. La rosa dei capitani è invece rimasta più o meno invariata: Mario, Luigi, Yoshi, Peach, Daisy, Donkey Kong, Wario e Waluigi, ma a questi dovrebbe finalmente aggiungersi Bowser, che invece fungeva da imprevisto nel prequel. Rimangono in porta, invece, quei coccodrilli così poco Nintendosi…

 

SUDANDO COME MATTI.

Anche il concept sembra essere rimasto lo stesso: per fare goal, infatti, occorrerà affidarsi soprattutto ai tiri speciali che potranno essere effettuati unicamente dai capitani delle due squadre riempiendo con tempismo una apposita barra. Il tutto, ovviamente, dovrà essere fatto muovendo Telecomando Wii e Nunchuk. Originariamente NL-Games aveva anche affermato di voler mettere a punto un sistema di controllo che permettesse al giocatore di calarsi nei calzoncini e nei guantoni del portiere puntando il Wiimote sullo schermo nel tentativo di parare la palla, ma nella demo vista la scorsa settimana non appariva nulla di tutto questo, dunque probabilmente si tratterà di una modalità secondaria (una specie di rigori, insomma). I colpi speciali varieranno a seconda del personaggio e potranno essere di due tipologie: forti e imparabili. Per sfoderare questi ultimi dovrete essere particolarmente bravi a maneggiare il Wiimote.

Una decisa ventata di originalità la si è registrata nel parco degli items disponibili. Ora gli oggetti che potranno apparire sul campo di gioco sono infatti decisamente di più e vanno dai classici gusci rossi e verdi alle bucce di banana, alle bombe, passando per Giga-Funghi e pericolosi Twomp! I primi ingigantiranno il giocatore proprio come accadeva in New Super Bros., i secondi, invece, si piazzeranno sopra il campo ed inizieranno a cadere nel tentativo di schiacciare più gente possibile. Il bello di ogni oggetto, al di là della sua utilità, riguarda la possibilità di devastare oltre ogni limite il campo di gioco: le zolle d’erba saltano via, vengono bruciate, incenerite dai fulmini; si creano crateri e si aprono delle vere e proprie voragini… il tutto mentre, sullo sfondo, la partita continua in un caotico ed isterico parapiglia. L’essenza più divertente di Mario Smash Football pare essere rimasta inalterata, per fortuna!

IL PALLONE PIACE A TUTTI!

I ragazzi di NL Games hanno anche promesso un vero tourbillon di modalità secondarie, tutte diverse e tutte compatibili con i sensori di movimento del Wiimote. Tra queste spicca, soprattutto, la già confermata compatibilità con la Wi-Fi Connection. Già, avete capito bene: Mario Strikers Charged sarà compatibile con l’on line gaming! Non sono stati ancora rivelati i particolari, ma voci di corridoio avrebbero affermato la possibilità di prendere parte a dei veri e propri campionati, sfidando giocatori di ogni parte del globo.

Previsto per la fine del prossimo Autunno, Mario Strikers Charged dovrebbe essere presentato in forma finalmente giocabile al prossimo E3 di Giugno. Continuate dunque a seguirci per saperne di più!

Autore: Carlo Terzano

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer