Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: SUPER MARIO GALAXY

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 3+
Genere: Piattaforma
Giocatori: 1
Produttore: Nintendo.
Sviluppatore: EAD.
Distributore: Nintendo
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: 23 Dicembre 2007
JAP: Dicembre
USA: Fine Novembre


I pianeti che Mario sarà chiamato ad esplorare sono uno più strambo dell'altro! Questo paludoso, ad esempio, ospita canneti enormi popolati da Torcibruchi!

 


Un oggetto volante ha attirato la nostra attenzione: è una specie di missile abitato da Twomp! Scontri a 1000km d'altezza tra piattaforme semoventi e passerelle basculanti!

 


Il pianeta lavico è stato mostrato più e più volte ma ora è davvero bellissimo, con la lava, sullo sfondo, che sembra quasi marmellata!

 


Lo scontro con questa nuova versione di Pipino Piranha avverrà su di un pianeta davvero piccolo. Mamma mia!

ASPETTATIVA

5 STELLE SU 5!

 

Inutile aggiungere altro a questa dettagliata anteprima. Mano a mano che Nintendo scopre le sue carte Super Mario Galaxy prende forma e si fa sempre più interessante!

SUPER MARIO, STELLA TRA LE STELLE!

 

Le ultime informazioni, foto e filmati, diramati dallo stesso Shigeru Miyamoto nel mezzo della conferenza stampa di Nintendo di pochi giorni fa sono serviti per conoscere meglio soprattutto Super Mario Galaxy. Si è parlato del futuro della Casa di Kyoto, dei progetti per Wii, dei nuovi canali on line che saranno presto attivati, di ciò che bolle in pentola nei due schermi del DS, ma a catalizzare l’attenzione come non mai è stato l’idraulico italoamericano in salopette di jeans e maglia rossa. La Game Developers Conference di quest’anno, insomma, è servita da ottimo trampolino di lancio per un E3 che si preannuncia molto speciale, specie per Nintendo, più agguerrita che mai.

 

LE STELLE SONO TANTE, MILIONI DI MILION…

Stando a ciò che ha rivelato Miyamoto-san in persona, Super Mario Galaxy sarà un piattaforma davvero particolare. Graziato da un aspetto innovativo, che lo renderà un gioco unico e senza precedenti, vi vedrà impegnati in situazioni, enigmi e sessioni di gioco tipicamente marieschi. Qualcuno si era difatti lamentato di Super Mario Sunshine sostenendo che l’elemento innovativo l’avesse trascinato troppo fuori dalla rotta tracciata dalla saga. L’avergli cambiato ambientazione e nemici, insomma, per molti ha significato perdere molta di quella magia che il buon Mario ripete dal primo Super Mario Bros. per NES. Con Mario Galaxy, però, Nintendo sembra decisa a cambiare le carte in tavola: il gioco sarà sì diverso e ospiterà di fatto un gameplay fatto di situazioni del tutto inedite, però i richiami alla saga saranno così numerosi da far sentire i giocatori più anziani immediatamente a casa loro. Di cosa stiamo parlando? Ora ve lo spieghiamo…

 

DALLA TERRA CON AMORE!

L’impatto più straniante che si ha giocando a Super Mario Galaxy riguarda il fatto che il giocatore può, in qualunque momento, saltare dal pianeta che sta calpestando per ritrovarsi nell’universo più profondo, circondato da satelliti, meteoriti, globi infuocati, castelli fluttuanti, navi pirata alla deriva… Basta infatti trovare dei particolari trampolini a forma di stella per schizzare un incredibile salto che porterà Super Mario in orbita. Una volta nello spazio le soluzioni sono due: trovare altri trampolini per rimbalzare qua e là alla ricerca di una meta, oppure atterrare sul primo pianeta che la nostra rotta incrocerà. Naturalmente tutto, lassù, è in movimento, solo che i vari corpi celesti, anziché seguire un’orbita ben precisa, sono soliti vagare per lo spazio a ritmo di musica! Non è sempre facile, quindi, riuscire a centrare il proprio obbiettivo. Comunque, senza che il gioco venga interrotto da dei caricamenti, quando atterrerete su di un pianeta vi ritroverete in un mondo completamente nuovo, magari del tutto diverso da quelli visitati fino ad ora. Se si tratta di un piccolo pianeta, senza atmosfera, potrete persino voltarvi col naso all’in su per guardare i corpi celesti dai quali siete arrivati, viceversa, se il “sasso” su cui vi state avventurando è di dimensioni generose, un bel cielo azzurro schermerà i dettagli dello spazio profondo. Insomma, salvo sorprese dell’ultimo momento, per quello che abbiamo visto Super Mario Galaxy conterrebbe un unico gigantesco mondo che ospita a sua volta pianeti, sciami di meteoriti, stelle e satelliti sui quali atterrare e scoprire ambientazioni uniche senza però che un caricamento divida di fatto il gioco in sezioni.

 

QUESTI STRANI OMINI VERDI!

Quando il gioco fu mostrato per la prima volta allo scorso E3, la redazione del Mario & Yoshi’s friends –MAGAZINE- si divise: per alcuni si trattava di un gioco incredibile ed emozionanti, per altri (sottoscritto incluso), il nuovo capitolo della serie sembrava pericolosamente troppo distante dal percorso tracciato negli anni. Il nuovo filmato e le tante foto distribuite ci hanno invece rincuorato: Super Mario Galaxy sarà sì un titolo diverso rispetto ai predecessori, ma i numerosi pianeti e pianetini che andremo a visitare sono zeppi di situazioni tipicamente mariesche. Vecchi e nuovi nemici si fondono con ambientazioni più o meno esotiche e comuni alla serie. Pianeti grandi come un sasso si affiancano a mondi estremamente vasti in cui Mario sembra prendere le dimensione della più piccola tra le pulci. Il mondo delle paludi, ad esempio, si estende fino alla linea dell’orizzonte, tra piccole spiagge e poco invitanti acquitrini. Sulle altissime canne, lungo le quali il buon Mario dovrà, come è ovvio, arrampicarsi, si muovono vecchie conoscenze della saga: i Torcibruco! Un mondo ben più complesso, composto di scale mobili, piattaforme basculanti e anelli di pietra in continuo movimento vi vedrà invece alle prese col gameplay più classico della serie, tra salti calibrati al centimetro e Twomp che non vedono proprio l’ora di schiacciarvi!

Infine, tra i boss mostrati torna proprio lui, uno dei nemici più amati dai tempi di Super Mario Sunshine: Pipino Piranha! Nella sua nuova trasformazione, questo vegetale così poco amichevole presenta una gigantesca coda davvero pericolosa!

 

Più SU, OLTRE L’OLIMPO!

Inutile dire quanto questo nuovo Super Mario Sunshine ci abbia ispirato e intrigato. Inutile, soprattutto, descrivere i progressi tecnici fatti da quei primi filmati trapelati durante lo scorso E3. Se si tratterà poi di un gigantesco mondo unico, privo di interruzioni e di caricamenti, siamo probabilmente di fronte ad uno dei giochi più pesanti mai creati anche perché il livello di dettaglio, pur non esorbitante, si piazza comunque lungo i canoni tracciati dalla serie. A voler essere pignoli, abbiamo notato che le texture usate non sono ancora in alta definizione, dunque non presentano alcun effetto di bump mapping, semmai qualche timido riflesso di luce. Tuttavia la cura per i particolari si è concentrata soprattutto sulla modellazione poligonale di paesaggi e personaggi. I vari corpi celesti, dai più grandi ai più piccoli, hanno spesso un’aria gommosa e giocattolosa, proprio come piace a noi, mentre i nemici sono tondi e flosci, quasi fossero enormi pupazzi di pezza animati. Insomma, l’ultima epica avventura di Mario cresce davvero bene, ora aspettiamo solo di capire in quali divertentissimi modi –e mondi!- saranno impiegati Telecomando Wii e Nunchuck.

Autore: Luisa Grotti

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer