Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

Questo mese il Carlo's Café ha dovuto gestire una tumultuosa massa di nintendofili arrabbiati.

Non sono infatti pochi i lettori che, dopo aver saputo della notizia dell'esistenza della possibilità di creare un servizio di gioco on line a pagamento, non hanno esitato e si sono precipitati a prendere carta e penna per farci sapere come la pensavano.

Ma i nuovi malumori in questi trenta giorni si sono affiancati ad antichi dissapori, quindi non stupitevi se, accanto a chi inveisce contro il Pay for Play troverete anche chi si lamenta della attuale line up del Wii o della assenza di nuovi titoli per DS...

Le discussioni non mancano, così come certo non mancano le mail che quotidianamente giungono al Carlo's Café.

 

**  ****  **

L'indirizzo cui far riferimento è sempre quello: carloscafe@libero.it

Scriveteci numerosi, mi raccomando!

 

PAY FOR PLAY? HA INIZIO LA RIVOLUZIONE!

Quando ho letto la notizia, mi sono letteralmente cadute le braccia.

L'ho subito riletta per il timore di avere frainteso. Sono di nuovo arrivato al punto e l'ho letta un'altra volta.

Ora so la ferale frase a memoria: "sembrerebbe che Nintendo abbia deciso di mettere a pagamento il servizio on line offerto dai suoi giochi. Il servizio dovrebbe chiamarsi Pay for Play ed essere contrassegnato da un bollino simile a quello della Nintendo Wi-Fi Connection ma dal colore arancio."

Ovviamente mi sono subito inc***ata.

Sono una persona tranquilla, amo Nintendo, ma quando è troppo è troppo!

Le sono stata vicina nei momenti difficili, quando produceva un gioco ogni quattro mesi e qui in Italia o non arrivava o costava duecentomila lire (tanto ho sborsato per avere Banjo-Kazooie, Majora's Mask, Mario Party e Super Smash Brothers), ma ora che è tornata in vetta mi sembra proprio che se ne stia approfittando.

Già mi erano girati e non poco i Toad (come dice sempre Carlo) quando, per il secondo Telecomando e Nuncuck, ho dovuto sborsare il prezzo equivalente ad un gioco. Poi quando, per giocare con la Virtual Console, avevo speso 20 euro per il Classic Controller e 40 per collegarmi in rete tramite la Nintendo USB Connector (che tra l'altro dopo tre mesi mi ha abbandonata, la svergognata). Ma ora proprio mi sono stancata!

Con che coraggio vogliono addirittura metterci l'on line a pagamento?!

Perché se ne sono venuti fuori con sta Pay for Play, che mi sembra una di quelle formule ladresche con cui le emittenti televisive ti fanno pagare film e partite calcistiche!?

Se sarà così, avranno perso una nintendofila affezionata.

Invito anche tutti gli altri che seguono questo fantastico Mario e Yoshi's friends Magazine a ribellarsi!

Grazie per il tempo concessomi.

Elena 77.

 

Da quando è apparsa la notizia in rete, sono quasi 50 le missive giunte in redazione aventi ad oggetto la preoccupazione di non poter giocare liberamente on line con Wii e DS.

Abbiamo scelto di pubblicare la tua e quella dell'amico Subsonic che segue perché meglio rappresentano i timori, la rabbia e l'indignazione del popolo nintendofilo.

Ma andiamo con ordine.

Come avrai potuto leggere nel mio Editoriale di questo mese, anch'io e con me tutto il Mario & Yoshi's friends Magazine, mi sono schierato contro questa discutibilissima scelta.

Tuttavia temo che sia ancora presto per poterne parlare in modo serio e concreto. Rileggendo anzi com'è stata data la notizia nei principali siti italiani, mi è sembrato che le parole di Nintendo al GDC'08 siano state fraintese dalla maggior parte dei giornalisti.

Non possiamo star qua a dibattere sull'aria fritta. Non abbiamo notizie precise o dati che supportino le nostre tesi, però, se ci riflettiamo, sappiamo anzitutto che il servizio avrà un nome ed un bollino tutti suoi. Ciò significa che si affiancherà al servizio della Nintendo Wi-Fi Connection senza sostituirlo, con la conseguenza che il servizio gratuito, contrassegnato dal bollino azzurro, dovrebbe continuare ad esistere.

Per noi, infatti, è più facile credere che il Pay for Play servirà unicamente per poter scaricare nuovo materiale (livelli, items, bonus, personaggi...) per giochi già esistenti, o per accedere a servizi più soddisfacenti di quelli offerti dai server della Nintendo Wi-Fi Connection (come la chat vocale, che in molti vorrebbero).

Speriamo che sia così: che il servizio base rimanga libero e che tutto il resto possa diventare un "plus" ad uso e consumo di chi può permettersi il corrispettivo di un canone per poter semplicemente giocare.

Ma se così non fosse, allora noi siamo pronti a scendere in piazza con voi!

 

_______________________________

 

PAY FOR PLAY? HA INIZIO LA RIVOLUZIONE! #2

Ciao Carlo,

ho appena letto una notizia che trovo terrificante.

Secondo un famoso sito francese, infatti, Nintendo avrebbe espresso la volontà di trasformare il gioco on line da gratuito a pagamento (il pay for play, insomma).

Mi sono subito ripassate agli occhi le bellissime sfide a Mario Kart DS, a Diddy Kong Racing DS ma anche a Mario Strikers Charged Football.

Com'è possibile che ora, tutto questo, possa diventare solo un ricordo destinato a sbiadirsi sotto lo sguardo impassibile del tempo!?

Proprio ora che attendevo con ansia le sfide con il mondo intero a Mario Kart Wii e a Super Smash Bros. Brawl!?

Ovviamente, fin'ora mi sono divertito così tanto che, se ci sarà da pagare, pagherò, ma certo è che non potrò più giocare come prima, perché i soldi sono quelli che sono, dunque mi dovrò regolare...

E mi dispiace, perché se prima ogni tanto mi capitava di criticare il servizio della Nintendo Wi-Fi Connection (che, diciamocelo, non ha mia funzionato troppo bene!), poi però bastava ricordarsi che era completamente gratuito per tornare a sorridere. Ora non capisco davvero perché Nintendo voglia adeguarsi alle politiche di Microsoft e Sony...

Tutto ciò non mi sembra giusto nei confronti dell'utenza!

Subsonic.

 

Anche per te, caro Subsonic, valgono le parole di risposta date a Massimo 77.

La notizia è ferale, è giusto preoccuparsi ed è giusto essere già sul piede di guerra, ma forse ora è troppo presto per lanciare mille e più interrogativi. Non abbiamo ancora tra le mani il comunicato ufficiale di Nintendo, né disponiamo di qualche notizia in più, quindi ora rimaniamo vigili ma aspettiamo che qualche nunzio ci annunci qualcosa...

_______________________________

 

INTERNET E IL PC CHE FA DA BASTONE

Caro Carlo,

l'hai saputa la notizia?

Naturalmente! Il vostro sito è così ben aggiornato...

Io quando l'ho saputa mi sono quasi messo a piangere... Insomma, si giocava così bene on line con Wii e DS, perché trasformare l'intero servizio a pagamento!?

Perché costringere chi vuole fare una partitella a Mario Kart con due amici lontani ad allargare i cordoni della borsa?

Lo trovo ingiusto.

Così come trovo ingiusto che Wii e DS si debbano collegare tramite PC. In questo modo, ad esempio, io che ho PC nello studio e console in camera, devo ogni volta spostare tutto in corridoio. Perché senza PC a portata di segnale wireless non posso giocare! E non capisco perché visto che già il GameCube possedeva un comodo modem che gli permetteva di collegarsi senza il PC!

Insomma, se uno non ha un router e non vuole comprarselo (chi non ha esigenza di collegare qualcosa al PC, infatti, non vedo perché dovrebbe acquistarne uno), deve comprare la Nintendo USB Connector, avere Windows XP e avere computer e console nella stessa stanza.

Se invece il Wii e il DS fossero dotati di modem non ci sarebbero problemi. O magari si poteva dotare il Wii di modem e poi tramite la chiavetta USB diventava punto d'accesso per il DS.

Trovo insomma la soluzione offerta da Nintendo scomoda e poco vantaggiosa dal punto di vista economico.

Voi cosa ne pensate?

Cari saluti,

Darkkoopa.

 

 

Caro Darkkoopa, hai perfettamente ragione!

Anch'io mi sono chiesto più e più volte perché il Wii non si colleghi in autonomia alla Rete. Pazienza il DS, che è una console portatile, ma il Wii avrebbe dovuto godere di un modem tutto suo.

Invece, come giustamente dici tu, per giocare on line bisogna avere o la chiave USB Connector di Nintendo e il so Windows XP (è compatibile anche con Vista, ma i problemi non mancano), oppure un router che sia però a sua volta compatibile con Wii e DS.

In ogni caso bisogna che computer e Wii siano nella stessa stanza e che, mentre si gioca, il PC rimanga acceso (salvo che non si disponga di un collegamento Wi-Fi sempre connesso...).

Con la più logica conseguenza che, chi, come te, non ha PC e console vicini deve arrangiarsi come può. E chi, come spesso succede, ha il PC che fa le bizze, non potrà giocare.

L'attuale generazione di console si affida tutta al PC per il gioco on line. Microsoft e Sony hanno inserito ogni ben di Dio in quei mostri tecnologici dimenticandosi poi di inserire un semplice modem DSL.

Cosa ce ne facciamo di avere una PlayStation 3 che ci fa anche il caffé se poi non riusciamo a giocare on line quando il PC è dall'altra parte della casa?!

_______________________________

 

CHE FINE HA FATTO IL DS?

Salve Carlo.

Mi presento: sono un nintendofilo di vecchissima data.

Ho quasi 30 anni e, pensa un po', mi diletto ancora a giocare con i videogiochi.

In questo periodo poi, porto il DS praticamente ovunque. Sto giocando a Zelda Phantom Hourglass, il secondo Phoenix Wright e, dulcis in fundo, a Resident Evil Deadly Silence.

Ho ancora un bel po' di titoli da finire (Ferrari Challenge, Brothers in Arms, Call of Duty 4 Modern Warfare e Donkey Kong Jungle Climber), però sono già preoccupato, perché nell'immediato non si vedono titoli degni di nota. Soprattutto da Nintendo.

Non è che si sta troppo concentrando sul Wii lasciando sguarnito il piccolo DS? Mi dispiacerebbe davvero tanto, anche perché, al momento, non posseggo la magica console bianca...

Un caro saluto all'intera redazione, siete mitici.

L'Awoltoio.

 

Basta controllare gli ultimi tre numeri del nostro Mario e Yoshi's friends Magazine per accorgersi che, effettivamente, questo 2008 è partito all'insegna del Wii. Tante recensioni per l'ammiraglia, davvero poche per il piccolo bivalve.

E' vero: Nintendo ultimamente si sta concentrando soprattutto sullo sviluppo dei titoli per Wii, ma a mio avviso fa bene.

Fa bene perché è il Wii che ora deve essere spremuto fino in fondo. Fa bene perché dovrà indirizzare le seconde e terze parti, che ad oggi hanno fatto davvero troppo poco, verso nuovi obbiettivi.

Fa bene perché il DS è la console più venduta al mondo, è oramai avviatissima e possiede un parco titoli sterminato.

E poi, questa attuale ma momentanea penuria di titoli (a fine mese esce Final Fantasy Crystal Chronicles Ring of Fates...), potrebbe anche spingerti a fare il grande passo verso il Wii, no?

_______________________________

 

 

Volete dire la vostra?

Scrivete a carloscafe@libero.it e potreste venire pubblicati!

 

Torna al Magazine - Torna alla Home

 

 


ifooter