Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: SONIC RIDERS ZERO GRAVITY

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 7+
Genere: Sportivo / Guida
Giocatori: 1/4
Produttore: Sega
Sviluppatore: Sonic T.
Distributore: Halifax
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: Imminente
JAP: Disponibile
USA: Disponibile

 

 


Ecco cosa succede quando Sonic incontra F-Zero...

 

 


Dove sono finiti i cieli azzurri e i prati di quel bel colore verde acceso? Siamo sicuri che sia sempre un gioco di Sonic!?

 


Speriamo almeno che Sonic Riders Zero Gravity sia veloce come sembra...

ASPETTATIVA

2 STELLE SU 5!

 

Sonic Rider Zero Gravity non ci ha convinti.

La demo provata, infatti, fa acqua da tutte le parti e se vi aspettavate il ritorno in grande stile dell'amato porcospino blu, fareste meglio ad ignorare questo gioco e a continuare ad aspettare...

La maledizione Sega continua.

IL PORCOSPINO PIù VELOCE DEL MONDO INCONTRA F-ZERO?

 

Questo Sonic Riders Zero Gravity si presenta subito come il successore di Sonic Riders, a sua volta spin-off della famosa serie a base di corse e porcospini.

Questa volta saremo di nuovo alle prese con gare a velocità supersoniche, ma al di sotto dei nostri piedi oltre alle scarpe, ci ritroveremo degli Hoverboard, o meglio delle tavole gravitazionali che ci permetteranno di fluttuare a mezz’aria e sfrecciare lungo delle piste piene di scorciatoie e cunicoli.

 

MINESTRONE E PORCOSPINI!

Saltano subito all’occhio delle somiglianze con vari titoli usciti negli ultimi anni, prima fra  tutti F-Zero, titolo dal quale sono riprese indubbiamente l’atmosfera futuristica e il senso di velocità.

La tavola al di sotto delle nostre gambe, poi non può che far venire in mente la versione terrestre con rotelle di Tony Hawk e vien da se che anche i trick faranno la loro parte in questo gioco.

Ovviamente serviva un qualcosa per giustificare questo brusco cambiamento di abitudini dell’azzurrino porcospino (molti sapranno infatti che preferisce di gran lunga andare a piedi) ed ecco che fanno la comparsa un misterioso braccialetto e dei temibili robot decisi a riottenere quest’ultimo.

 

“Saltano subito all’occhio delle somiglianze con vari titoli usciti negli ultimi anni, prima fra  tutti F-Zero, titolo dal quale sono riprese indubbiamente l’atmosfera futuristica e il senso di velocità.

La tavola al di sotto delle nostre gambe, poi non può che far venire in mente la versione terrestre con rotelle di Tony Hawk e vien da se che anche i trick faranno la loro parte in questo gioco.”

 

Ben presto Sonic scoprirà quali sono in realtà i veri poteri dell’oggetto, cioè la capacità di invertire la gravità o modificarla a proprio piacimento.

La trama se pur semplice fa il suo lavoro e una volta entrati nel gioco vero e proprio ci accorgeremo che il braccialetto, se usato bene, ci aiuterà a vincere anche le gare più difficili.

Potremo sfidare i temibili androidi in varie modalità, cioè Gara Libera, Gran Prix e Resistenza.

Benché sia presente il bollino della Wi-Fi Connection non sarà possibile giocare con altri persone, se non in locale, mentre la connettività del Wii verrà sfruttata per scaricare i ghost di altri utenti in modo da ricreare una sorta di sfida online.

Un vero peccato ed il perché di questa discutibilissima scelta non ci è ancora stato spiegato…

 

Una macedonia ad alta velocità.

Come si sarà ormai capito, questo titolo prende ispirazione anche da altre saghe (a dire il vero da quella di Sonic prende solo il nome..) che non necessariamente sono legate al mondo dei platform.

Infatti, fin da subito, oltre alle atmosfere da film di fantascienza, si noteranno alcuni elementi che rimandano ad altri lidi, come ad esempio i trick da effettuare tramite delle combinazioni di tasti, degli oggetti speciali sparsi lungo il tracciato tramite  i quali potremo ostacolare i nostri avversari ed anelli dorati utili per migliorare le prestazioni del nostro veicolo aggiungendogli nuovi pezzi.

 

“Benché sia presente il bollino della Wi-Fi Connection non sarà possibile giocare con altri persone, se non in locale, mentre la connettività del Wii verrà sfruttata per scaricare i ghost di altri utenti in modo da ricreare una sorta di sfida online.”

 

La modalità principale ci permetterà di percorrere le 16 piste presenti, al termine di ognuna delle quali il vincitore sarà il primo ad arrivare al traguardo.

Per guidare la tavola dovremo utilizzare il Wiiremote, scuotendo il quale otterremo un aumento di velocità, mentre premendo il tasto 1 faremo capovolgere l’intera pista rendendo accessibili passaggi e scorciatoie.

Una volta terminate le gare sarà possibile modificare il mezzo che utilizziamo ottenendo dei miglioramenti delle caratteristiche e facilitando il nostro compito di pilota.

Sarà possibile inoltre scegliere il nostro personaggio fra quelli classici della serie di Sonic ed anche alcuni nuovi ed ancora modificare le piste con un editor presente nel gioco.

Questo mix potrebbe alla fin dei conti dare un ottimo risultato, ma come già visto in precedenza non sempre dei cambiamenti tanto radicali danno gli effetti sortiti.

Mischiare troppo può far male e molto spesso la semplicità è il vero punto forte di molti giochi, come dimostrato dai predecessori usciti sulle vecchie console Sega.

Al contrario però non è da escludere che i ragazzi del Sonic Team riescano a fare un egregio lavoro tirando fuori magari un titolo degno di sfidare Mario Kart, ma purtroppo non si può avere la certezza di ciò fino a quando non il gioco non verrà testato con mano.

Nella speranza di non macchiare l’importante figura di Sonic e nell’augurio di un ritorno alle origini lasciamo ai giocatori l’ardua sentenza di decidere se il porcospino blu si trova meglio con ai piedi un paio di scarpette da corsa o con fiammanti skateboard super avanzati.

Autore: Luigigiuseppe Prosperi

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer