Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: NO MORE HEROES

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 18+
Genere: Azione
Giocatori: 1/2
Produttore: Grasshopper
Sviluppatore: Grasshop.
Distributore: Ubisoft
Versione: Demo
Requisiti: /

Uscita:
EU: N.A.
JAP: 25 Novembre
USA: 20 Novembre

 

 


Travis Touchdown non ha neppure vent'anni ma ha già deciso di intraprendere la difficile carriera del killer.

 


La fantascientifica spada laser gli verrà donata da questo supereroe avanti con gli anni che ricorda sospettosamente troppo il maestro di Viewtiful Joe...

 


La realizzazione grafica è altalenante. Alcune zone di Santa Destroy sono riprodotte con cura, altre eccessivamente spoglie.

 


Trevis potrà muoversi liberamente per questa grande città americana a bordo della sua futuristica motocicletta in sequenze che strizzano l'occhio al vecchio GTA.

ASPETTATIVA

3 STELLE SU 5!

 

No More Heroes promette di prendere in giro i più grandi videogame di questi anni, da Mortal Kombat a GTA, passando persino attraverso i titoli sportivi (molti combattimenti richiamano infatti i giochi di baseball). Killer 7 era un titolo di nicchia ed anche questo nuovo progetto promette di star simpatico a pochi eletti...

L’erede diretto di Killer7 sta per arrivare su Wii, anche se ha ben poco da spartire col predecessore.

 

Il controverso e molto particolare Killer 7, sparatutto psichedelico prodotto dalla Grasshopper sotto la direzione dell’eccentrico Suda 51, ha visto la luce due anni fa su GameCube, però data la sua particolare natura non è andato giù proprio a tutti ed è per questo stato relegato in un certo modo in quella cerchia di titoli comprensibili a pochi.

Tra breve il suo sequel, No More Heroes, vedrà la luce nella terra del Sol Levante ed una embrionale versione di prova è stata rilasciata dagli sviluppatori per saggiare la qualità del titolo in questione.

Come suggerisce il titolo, in questo gioco non c’è spazio per gli eroi, i paladini della giustizia amici di Superman. Ci ritroveremo infatti ad impersonare uno spietato killer in erba chiamato Travis Touchdown che ha deciso di diventare il numero uno nel suo mestiere, aiutandosi con la sua fidata katana laser vinta ad una asta on-line.

Per poter raggiungere il suo scopo, però deve prima togliere di mezzo gli altri suoi “colleghi” in modo da scalare una sorta di blacklist che lo porterà ad ottenere il titolo di miglior killer del mondo.

Travis, inoltre è incitato da una da una seducente donna chiamata Sylvia Christel che fa parte della UAA (ossia United State Assasin Association, l’associazione che raccoglie i migliori assasini professionisti d’America).

 

Stavolta Suda ha deciso di andare sul classico.

Le immagini del controverso No More Heroes mettono in bella mostra il raffinato cell shading che fa da sfondo allo stile grafico del titolo, ma sfortunatamente (o fortunatamente, in base ai propri gusti) i punti di contatto tra Killer7 e questo nuovo progetto non si limitano alla condivisione della tecnica realizzata per creare il mondo digitale di Santa Destroy, la città in cui è ambientata la nostra avventura.

Infatti, questa volta saremo alle prese con un mix fra un picchiaduro e un gioco d’azione, anche se le fasi di esplorazione saranno in quantità minore rispetto a quelle di combattimento.

L’utilizzo delle caratteristiche del wiimote sono ancora poco sfruttate, anche se considerando che la data di uscita è ancora distante le speranze per eventuali aggiunte sono giustificate.

Per controllare i movimenti del personaggio ricorreremo allo stick del nunchuck, mentre il tasto Z servirà per prendere di mira i nemici e C per riportare la visuale dietro le spalle.

Al tasto A sarà adibita la funzione di sferrare dei potenti pugni e con B scaglieremo dei micidiali calci.

In base alla posizione delle nostre mani, in alto o in basso, sceglieremo se tenere la guardia rivolta verso la parte superiore del corpo o se sugli arti inferiori in modo da parare gli attacchi degli avversari.

In questo modo decideremo anche quale zona del nemico colpire, in modo da andare a toccare le parti più sensibili, strategia necessaria per batter i boss più resistenti.

Ma il repertorio di mosse del nostro personaggio contiene anche altri attacchi che verranno appresi nel corso della storia grazie all’aiuto del maestro Thunder Ryu, nonché nostro protettore.

 

“i punti di contatto tra Killer7 e questo nuovo progetto non si limitano alla condivisione della realizzazione tecnica.”

 

L’alternativa al combattimento corpo a corpo è quella di utilizzare la katana che sarà possibile sfoderare premendo il tasto 1, sempre però che la sua energia sia sufficiente, e muovendo il Wiimote ne simuleremo i colpi.

Combinando i vari tipi di attacchi daremo inizio a delle letali combo che si concluderanno con delle specie di fatality, eseguibili solo se si riuscirà a muovere il telecomando nella direzione indicata da delle frecce colorate,mentre il tutto contornato da un efficace slow motion.

Inoltre, in alcuni momenti il, Wiimote verrà utilizzato come un telefono da portare all’orecchio in modo da ricevere informazioni preziose per poter avanzare o anche per ricevere delle dritte su come sconfiggere un eventuale avversario.

Ovviamente non potevano mancare i boss di fine livello, enormi e con una serie di attacchi devastanti, come il postino-combattente del primo livello che ci scaglierà addosso sfere di energia e terremoti mentre svolazzerà sopra le nostre teste.

 

 

Un mondo a fumetti, ma con qualche pagina bianca.

Come già detto, il cell shading è la tecnica utilizzata per mettere in moto il violento mondo di Travis, ma a quanto pare lo stile grafico ha ancora delle lacune, specialmente per quanto riguarda alcune ambientazioni.

 

“No More Heroes è senza dubbio un titolo atipico ma anche un gioco di grande impatto che dovrà essere tenuto sott’occhio…”

 

La versione dimostrativa era ambientata negli interni e agli esterni di un magazzino, realizzato in modo da intonarsi con l’atmosfera del gioco, ma ci si accorge subito della scarsa quantità di particolari che avrebbero dato al titolo il giusto livello di immersione.

Le animazioni inoltre non sono sempre perfette e fluide e in un picchiaduro questo è un difetto che va obbligatoriamente corretto.

L’audio, invece, pare efficace e ben realizzato specie per quanto riguarda gli effetti durante i combattimenti e l’utilizzo del Wiimote come telefono.

Insomma, No More Heroes è senza dubbio un titolo atipico ma anche un gioco di grande impatto che dovrà essere tenuto sott’occhio…

Autore: Luigigiuseppe Prosperi

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Offerta valida solo per i nostri lettori: acquistando un titolo Wii da Multiplayer Shopping, riceverete in regalo un capolavoro sempreverde per GameCube!

Ampio assortimento: consulta il catalogo delle novità per Nintendo Wii!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer