Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

LE STELLE SPARENTI

Diverse  correnti filosofiche affermano l'incapacità dell'uomo nel trovare la felicità. Per alcune lo stato d'ansia sarebbe perpetuo e la felicità si ritroverebbe solo in momentanee attenuazioni del dolore che ci travolge quotidianamente; per altre è la mente umana che, inaccontentabile, ci spinge a fissare di volta in volta nuovi traguardi, rendendoci così sempre alla perpetua ricerca di un modo migliore per vivere.

Senza cadere (e "scadere") nell'eterno gorgoglio del pessimismo cosmico, questo mese vorremmo focalizzare la vostra attenzione su di un fatto a dir poco particolare.

Ormai sarete a conoscenza (e, probabilmente, come noi vi sarete anche arrabbiati) del fatto che le dorate stelline di Nintendo of Europe stanno per sparire.

Proprio così: nel caso non aveste ancora controllato la vostra mail, sappiate che avrete tempo fino al 31 Dicembre PV per spenderle, dopodiché si tramuteranno nel più desolante dei nulla!

Una bella consolazione, visto che è il sito stesso di NoE a definire le Stelle come "l'impegno, la fedeltà e l'esperienza che ogni utente ha maturato negli anni". Peccato però che dopo 5 anni di assidua raccolta, un colpo di spugna spazzerà tutto, e noi ci ritroveremo nuovamente a secco. Sia che abbiate da parte un magro bottino, sia che invece

 

ne abbiate collezionato a decine di migliaia, tutto il vostro portafogli sarà improrogabilmente ritirato da Nintendo. Una bella fregatura, perché in 5 anni i più tra voi non saranno riusciti neppure a spenderle in maniera soddisfacente.

Stendiamo infatti un velo pietoso sulla qualità dei premi, più volte oggetto di aspre e ampie discussioni nel nostro Forum.

Quello però che più ci ha rattristato, è il fatto di aver visto arrivare solo oggi quei premi tanto invidiati al Nintendo Club giapponese. Certo, là la situazione rimane comunque migliore, dal momento che gli utenti registrati godono non solo di software creati appositamente per il catalogo dei premi, ma i regali stessi sono "inesauribili". Qui, invece, chi prima arriva meglio alloggia e in più gli aggiornamenti vengono fatti improvvisamente e ad orari a dir poco sconvenienti... Comunque sia, avevamo ugualmente raggiunto lo scopo prefissato: vedere anche qua gli anelati premi del Nintendo Club nipponico. Peccato però che siano finiti subito. Peccato che siano comparsi quando le stelle sono ormai al tramonto, pardon, all'alba...

Ma la cosa che non ci va giù è l'obbligo forzato di dover spendere tutti i punti prima del trentun dicembre. Pena la conseguente decadenza. Perché non traslarli sul nuovo catalogo? Perché non

 

trasformarli comunque in qualcosa di "tattile"? Del resto rappresentano proprio il bagaglio d'esperienza maturato in questi anni ed un bagaglio, salvo che non si atterri a Malpensa, non può sparire con questa incomprensibile facilità.

Non ci sono nemmeno piaciute le voci secondo le quali NoE avrebbe implicitamente affermato che sarebbe stato meglio non registrare i codici dei giochi, perché questi potrebbero fruttare qualcosa dal prossimo gennaio. In questo modo, però, si creerebbero utenti di serie A e utenti di serie B, con la conseguenza che chi non ha mai iscritto a ruolo nessun gioco potrà accedere da subito ai premi più belli, mentre chi invece ha avuto la "malaugurata idea" di registrare di volta in volta i propri titoli non avrà alcuna libertà d'azione. Interpellata in merito Francesca Prandoni, PR di Nintendo Italia, ci ha semplicemente detto che attualmente non ci sono notizie ufficiali su quello che accadrà a partire dal primo gennaio. Badate bene: "ufficiali". Vuol dire che qualcosa si sa, ma che non può comunque essere divulgato agli organi di stampa.

E così, confusi, amareggiati e disgustati per il trattamento subito, attenderemo con malcelata attesa la fine dell'anno per sapere di che morte dovremo morire...

Scommettiamo però che molti, tra voi, vorrebbero far vedere le proprie stelle ai dirigenti di Nintendo of Europe, vero?

 

Carlo Terzano.

Torna al Magazine - Torna alla Home


ifooter