Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

 

ANTEPRIMA DI: METROID PRIME 3 CORRUPTION

 

Sistema: Nintendo Wii
Target: 7+
Genere: Sparattutto
Giocatori: 1
Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Retro S.
Distributore: Nintendo
Versione: USA
Requisiti: /

Uscita:
EU: 26 Ottobre
JAP: Imminente
USA: Disponibile

 

 

 

 


La fase iniziale è seguita dalla stessa incalzante musica che apriva le danze nel primo episodio per GameCube, che è poi un ottimo remix del motivetto del capostipite comparso su NES.

 


A stupire, in Corruption, non sono tanto i poligoni e le texture, quanto la luminosità degli effetti speciali.

 


Questa volta non dovremo faticare affatto per vedere il bel visino di Samus dal momento che appare senza casco proprio nelle prime fasi del gioco. Un tabu storico è stato così infranto!

 


Una piacevole innovazione rispetto ai due Prime riguarda la possibilità di girare lungo più pianeti differenti per conformazione geologica, nemici e ambientazioni. Non ci ritroveremo più, dunque, in un unico e vastissimo mondo.

 


Altra innovazione che non potrà non far felici gli appassionati degli FPS riguarda l'inserimento di missioni obbligatorie e facoltative che verranno aggiornate durante gli avvenimenti del gioco.

 


Graficamente parlando, Metroid Prime 3 Corruption si distacca davvero poco dai due episodi per GameCube, eppure si ha l'idea di essere di fronte ad un titolo in alta risoluzione...

 


Il raggio traente è sicuramente l'"arma" più divertente a disposizione di Samus: con un semplice scatto del braccio sinistro potrete infatti attrarre a voi oggetti, leve, ma anche le armi dei Pirati Spaziali, disarmandoli!

 


Il Wiimote si fa vivo anche nelle numerose sequenze che vi vedranno alle prese con terminali d'accesso, quadri comandi e tastierini per la password. Il televisore in questi casi diventerà una specie di touch screen a distanza!

 


Chiudiamo con una piccola chicca: nel menu degli Extra potrete acquistare un piccolo Mii che andrà ad adornare il cruscotto della vostra astronave, simpatico, no?

ASPETTATIVA

5 STELLE SU 5!

 

Servirebbe aggiungere altro?

Non credo.

Se avete letto tutta questa nostra prima impressione avrete capito che siamo entusiasti dell'ultima immane fatica dei Retro Studios.

Qualcosa ci dice, infatti, che difficilmente il Wii potrà essere spremuto più di così, eppure il risultato finale non si distanzia poi tanto dai giochi per GameCube.

Però chi ha bisogno di un comparto grafico ostentatamente realistico quando ogni dettaglio, nel gioco, è stato curato al limite della paranoia?

Nessuno, vogliamo sperare...

IL MODO MIGLIORE PER TERMINARE LE VACANZE è INIZIARE IL PROPRIO LAVORO NEI PANNI DI UNA SEDUCENTE CACCIATRICE DI TAGLIE INTERPLANETARIA!

 

Quest’anno il post-ferragosto per il sottoscritto non è stato particolarmente traumatico. Anzi, per la prima volta in sei anni (salvo errori sono tali e tanti gli anni passati in questa redazione), infatti, sono persino arrivato in redazione per primo.

Dimenticate le creme protettive, le infradito, le pinne e le belle ragazze in bikini, ho riabbracciato l’arrivo dell’autunno (per me, come per molti, rappresentato proprio dal primo giorno del rientro a lavoro) con una grande felicità nell’animo.

La telefonata di Carlo del giorno prima era stata una vera sorpresa, ricordo ancora le sue precise parole: “Guarda, se tutto fila liscio, domani ci arriva la copia americana di Metroid Prime 3 Corruption. Io sono alle prese con due speciali, dunque avrei pensato a te, accetti la sfida?”. Bhé, la risposta a questa retorica domanda l’avete sullo schermo…

 

GIOCO RICCO, MI CI FICCO!

Quando si attende con ansia quello che si prospetta come un autentico capolavoro, è sempre difficile realizzare un’anteprima che soddisfi un po’ tutti. C’è chi vorrebbe conoscere il gioco nei minimi particolari, quasi come se lo stesse giocando per interposta persona (in questo caso, cioè, tramite le mie esperienze) e c’è invece chi vorrebbe appena piluccare le novità, riservandosi però il piacere di scoprire tutto da solo a tempo debito. Ebbene, questa volta tenteremo di accontentare gli uni e gli altri. Parleremo delle novità di gioco più rilevanti, tralasciandone molte altre, in particolar modo tutto quello che riguarda la trama e i colpi di scena.

Dopo aver fissato questi paletti, possiamo anche iniziare.

 

UN MONDO NEL MENU!

Cosa ci stupisce dopo che abbiamo inserito il DVD di Metroid Prime 3 Corruption? A voler essere pignoli, già il menu rappresenta un piccolo capolavoro. Ancora una volta, infatti, i ragazzi di Retro Studios si sono ingegnati un sistema tanto bello da vedere quanto facile e pratico da gestire (tutto “a portata di Wiimote”). Dopo il futuristico menu introduttivo del primo Metroid per GameCube e la mutevole (nonché psichedelica) schermata di Echoes, quello di Corruption presenta già le caratteristiche su cui il gioco fa maggior affidamento: il famoso Phazon (il simbiote parassitario che dovreste conoscere bene) fa la sua comparsa invadendo il televisore e corrompendo (appunto) ogni cosa. Suggestivo!

L’altra cosa che ci ha stupiti, sempre inerente al menu, riguarda poi la possibilità di sbloccare, acquistandoli, numerosi extra, che vanno dai classici artwork ai bozzetti degli artisti, passando per simpatici Mii con cui abbellire… Bhé, non ve lo diciamo!

Infine, e con questa ultima novità passiamo poi ad analizzare il gioco vero e proprio, risulta gradita l’opzione che permette di congelare un’immagine di gioco per spedirla via Nintendo Wi-Fi ai propri amici! Quando dopo una settimana di gioco intenso ho mandato a Carlo l’istantanea del boss finale (tranquilli: a giocare per bene l’intero titolo occorre molto più tempo, ma io sono dovuto andare di corsa per vedere il più possibile!) tramite il Wii ho intuito la reale potenzialità di questa caratteristica tipicamente PC: competere con amici vicini e lontani testimoniando i propri progressi con le foto più suggestive o strampalate. Non riuscirà a supplire l’assenza del gioco on line, ma almeno sfrutteremo a dovere la nostra banda larga.

 

UN MONDO NEL WII!

Veniamo infine al gioco vero e proprio.

Tecnicamente, Metroid Prime 3 Corruption nasce dallo scheletro dei due Metroid. Non è certo un mistero: l’intelaiatura di base, infatti, è quella. In alcune sezioni, anzi, si ha l’idea che qualche sfondo meno caratterizzato o qualche poligono troppo spigoloso provenga proprio dal recente passato della serie rappresentato dall’ottimo GameCube.

Non è, quindi, un gioco da nuova generazione che possa competere con gli hardware più potenti (e più costosi) delle due rivali. Tuttavia dimostra ciò che fino ad ora non era stato affermato, ovvero che il Wii è effettivamente più potente del GameCube.

Corruption, tecnicamente parlando, se fossimo su PC sarebbe un Metroid Prime in alta risoluzione. L’alta risoluzione qui è data non solo dalla spettacolare compatibilità con i 480p (finalmente un gioco che sfrutti anche i cavi dell’HD e non solo il classico RGB!), ma anche e soprattutto dai 60 fps. Sembrerà poco, ma giocare ad un FPS (sparattutto in prima persona) che gira a 60 frame per secondo non capita sovente neppure sui sistemi concorrenti, quindi rallegratevi. Anche perché questo episodio presenta più nemici contemporaneamente, ma il motore non tentenna mai!

Spettacolari gli effetti speciali, ma questo non dovrebbe stupire dato che ormai eravamo abituati alla condensa sul visore di Samus, a poter rintracciare nell’aria il suo respiro se siamo in zone particolarmente fredde, o ad ammirare in tutta la loro disarmante bellezza le colate laviche che alcuni pianeti ci faranno quasi “toccare con mano”. L’effetto su Wii è agrodolce, perché, da un lato abbiamo appunto una cura per i particolari che definire “maniacale” sarebbe riduttivo, dall’altro però sappiamo che le console rivali riescono a superare i limiti dell’hardware regalando spettacoli ancora più impressionanti (ma non meno suggestivi, e forse è questo ciò che importa!).

 

CANE MANGIA CANE?

Tutto è curato nei minimi dettagli, siamo insomma ritornati al primo Metroid per Cubo. Chiusa la parentesi di Echoes (che aveva proposto una qualità paesaggistica altalenante), qui ritorniamo a vagare per zone vastissime ma comunque incredibilmente particolareggiate. Il level design, ovviamente, la fa da padrone, fondendo la classica struttura dei platform con l’adrenalina pura degli sparattutto in soggettiva. Esplorare i mondi è soprattutto un piacere. Vedere che un ruscello non fa solo da sfondo, ma che in realtà segue una conformazione geografica ben precisa, creando così un’ambiente il più possibilmente credibile ed evocativo, è un piacere che capita solo in pochi giochi, e guardacaso la maggior parte di questi è quasi sempre targata Nintendo. Torna, poi, l’estrema cura per l’ecosistema in cui ci addentreremo. Gli avversari, molto spesso, non saranno sempre e solo nemici pensanti, ma anche animali o vegetali che ci attaccheranno per il solo fatto che verremo considerati come una minaccia. Saremo dunque di nuovo alle prese con fiori che sparano semi esplosivi e insetti che spruzzano acidi letali! Tutti gli esseri incontrati potranno essere scansionati e catalogati tramite l’ormai classico visore e formare quella catena alimentare solida e documentaristica alla quale Retro Studios ci ha abituati. Non c’è un buco, non c’è un particolare fuori posto. Se in un’area c’è un predatore, presto ne incontrerete uno più grande che si ciba di quello più piccolo. Se in una zona c’è una pianta particolare, presto incontrerete anche il suo principale antagonista. Eh sì, perché Metroid Prime rappresenta soprattutto questo: la costante e inarrestabile lotta per la sopravvivenza. Tante specie che si trovano di punto in bianco costrette a competere in porzioni di territorio sempre più piccole (il Phazon sta infatti infettando i vari pianeti che visiterete) e per questo ora sono dannatamente arrabbiate.

 

LA REGINA DELL’UNIVERSO!

Abbiamo parlato di pianeti: questa è un’altra delle novità introdotte da Metroid Prime 3 Corruption. Come nell’episodio per DS, infatti, qui dovrete vedervela con più ambientazioni, slegate l’una dall’altra e separate dallo spazio siderale. La caratteristica che aveva reso unici i primi due episodi della serie, invece, era quella di poter contare su di un’unica, immensa, ambientazione di gioco. Ma i canoni classici saltano anche di fronte ad un’altra importante innovazione: l’inserimento di sub-quest che verranno di volta in volta visualizzate nella schermata degli obbiettivi. In Prime ed in Echoes non c’era alcun obbiettivo se non quello di andare avanti con l’esplorazione, intervallato dalla sola presenza di oggetti secondari il cui recupero poteva momentaneamente distrarre dalla missione principale. In Corruption, invece, sarete sovente tenuti sotto controllo dalla Federazione Intergalattica, che vorrà che sbrighiate determinate faccende. Non tutte saranno obbligatorie, ma ovviamente i perfezionisti dovranno interrompere più volte la ricerca sulla via maestra per andare a cercare il fellone di turno.

 

IL WIIMOTE Più VELOCE DEL WEST!

Prima di chiudere, un cenno all’utilizzo del Wiimote. Naturalmente Metroid Prime 3 Corruption sfrutta a fondo le specifiche dei sensori di movimento presenti nei due pad che compongono la periferica di Nintendo. Ma non li sfrutta come abbiamo visto fin’ora, cioè nella maniera più classica (punta e spara), andando invece ben oltre.

Non crediate, insomma, di ritrovarvi di fronte ai canonici movimenti imposti da Red Steel o Call of Duty 3 perché sbagliate di grosso: non c’è un passo dell’avventura, infatti, nel quale i programmatori non si siano divertiti nello sperimentare qualche buffa e disarmante implementazione del Wiimote. Se vi verrà chiesto di attivare un pulsante, ad esempio, dovrete muovere verso di questo il braccio sinistro, se vi verrà chiesto di inserire un codice numerico, dovrete mimare il movimento corrispondente, quasi steste componendo un numero telefonico su di un touch screen. E via di questo passo, verso diverse situazioni davvero ben congegnate: dall’utilizzo del quadro comandi della propria nave (no, purtroppo non può essere pilotata…), al simpatico uso del raggio traente (una sorta di Gravity Gun) col quale è possibile spostare oggetti lontani, risolvere enigmi ma anche disarmare i nemici. Il movimento richiesto, qui, è quello che effettuate col mouse quando spostate una cartella sul desktop: si punta, si preme il pulsante, si trascina e si rilascia. Semplice e appagante!

 

LA STELLA è MARIO O SAMUS?

Domanda da dieci milioni di monetine d’oro (la valuta del Regno dei Funghi): qual è il gioco che spopolerà quest’autunno!? Bella domanda! Il sottoscritto ha avuto la fortuna di provare entrambi i titoli, e forse attualmente propende per il gioco della bella Samus, tuttavia molto probabilmente le vendite penderanno a favore dell’idraulico, che del resto vanta di un carisma indiscutibilmente maggiore. In più Metroid Prime, con la sua formula FPS, non è mai stato ben digerito dai nipponici, che invece attendono con ansia l’erede di Super Mario 64.

Inutile filosofeggiare oltre: la competizione è interna quindi fine a sé stessa, quel che è certo, però, è che in meno di un mese gli utenti europei potranno mettere le mani non solo su quelli che sono quasi sicuramente i due più bei titoli per Wii, ma anche su quelli che potrebbero essere i titoli più interessanti dell’anno, console rivali incluse! La fortuna di avere un Wii in casa non ha quindi limiti.

Arrivederci al numero di Ottobre per la recensione!

Autore: Leonardo Gatto

Fai shopping con il Mario & Yoshi's friends -MAGAZINE-

Offerta valida solo per i nostri lettori: acquistando un titolo Wii da Multiplayer Shopping, riceverete in regalo un capolavoro sempreverde per GameCube!

Ampio assortimento: consulta il catalogo delle novità per Nintendo Wii!

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer