Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'

topcontenuti

ANTEPRIMA DI NECRONESIA

 

Sistema: Wii
Target: 12+
Genere: Survival Horror
Giocatori: 1
Produttore: Spike
Sviluppatore: Spike
Distributore: N.A.
Versione: Filmato
Requisiti: /

Uscita:
EU: N.A.
JAP: Disponibile
USA: 2007


Le falene attaccano dall'alto con evoluzioni acrobatiche che ci metteranno a dura prova.


Su schermo potranno comparire anche più di venti esemplari in contemporanea.


Dopo gli insetti ecco l'uomo-lucertola. Ha senso, vero?

ASPETTATIVA

2 STELLE SU 5!

 

Probabilmente è la prima volta nella lunga storia del nostro magazine che diamo ad un titolo solo 2 Stelle dell'Aspettativa. Ma quando il gioco è così povero ed un Resident Evil Chronicles è già stato annunciato, cosa ne potemmo mai fare di Necronesia!?

IL PRIMO SURVIVAL HORROR PER WII FA DAVVERO PAURA… MA IN SENSO NEGATIVO!

 

Non nascondiamo che appena ci sono arrivate in redazione le ultime immagini di questo Necronesia abbiamo pensato “sta crescendo su bene, forse sarà persino un bel gioco quando arriverà sugli scaffali”, dimenticando invece che la sua data d’uscita nel territorio nipponica è davvero ormai prossima.

Insomma, nonostante la fatica degli Spike appaia ancora come un progetto in di venire, è oramai ad un passo dal varo e questo, ovviamente, è un segnale davvero poco rassicurante.

 

MALEDETTE ZANZARE!

In questo bizzarro survival horror che fa completo affidamento sul pad remoto del Wii, dovremo calarci nei panni di un ragazzo dall’orrido gusto del vestire. Intento a girovagare per boschi, valli, paludi e montagne di una località che pullula di mostri e insetti striscianti. Ed è proprio sulla proverbiale proliferazione degli insetti che Necronesia conta per stupire il suo pubblico dato che su schermo potranno apparire anche più di 20 esemplari striscianti, tutti intenti a divorarci o imbozzolarci in meno di un attimo.

Ogni insetto, dalla mantide al ragno, dallo scorpione alla sanguisuga, passando per scolopendre, falene, termiti ed altre schifezze da spiaccicare, avrà il suo modo preciso di attaccare e godrà, a detta degli sviluppatori, di una precisa IA che lo farà agire in solitaria o in branco, che permetterà di creare tranelli, imboscate o ad assaltarci con attacchi frontali, a seconda della specie. Le termiti, per esempio, attaccheranno in massa, spuntando ovunque, le mantidi, invece, prediligono gli attacchi frontali e meneranno fendenti a tutto spiano grazie alle loro sciabole naturali mentre i ragni attenderanno pazienti che il nostro giovane eroe finisca nella loro tela.

Dal canto suo il nostro biondino potrà difendersi contando soprattutto su misere armi bianche: bastoni, falci, piccozze, mazze da baseball, che andranno agitate muovendo come forsennati il Wii Remote. Inoltre, potrà contare anche sulla classica torcia, utile tanto per scovare gli item segreti tanto per evitare di cadere nelle numerose trappole presenti.

 

ASPETTANDO IL NUOVO RESIDENT EVIL…

Necronesia uscirà a breve in Giappone e, stando ai voti della prestigiosa rivista nipponica Famitsu, Spike avrebbe fatto meglio a decidere di posticipare di qualche mese il suo ultimo parto, utilizzando il tempo per rifinire ulteriormente il livello globale del prodotto

Tecnicamente parlando, nonostante gli evidenti progressi fatti dall’E3 ad oggi, siamo infatti di fronte ad un gioco scialbo e poco pretenzioso, che avrebbe sfigurato tanto su GameCube quanto su PS2. E’ dunque impossibile non ricordare che certi titoli, su di una console di nuova generazione, non dovrebbero nemmeno farsi vedere.

La nebbia domina furiosamente e non può essere giustificata unicamente dal fatto che su schermo possano annidarsi in contemporanea anche più di dieci insettoni.

Gli stessi modelli poligonali appaiono mal rifiniti e a dir poco scialbi, così come scialbe risultano essere le texture, davvero piatte e dai colori troppo acidi.

Necronesia non è, insomma, un bello spettacolo cui assistere e questo lo diciamo a prescindere dal fatto che sia un survival horror. Come recita il cappello introduttivo, infatti, l’unica cosa che può spaventarci davvero è un motore grafico traballante in grado di far passare il Wii per una PS2.

Anche le ambientazioni, infine, ci sono sembrate oltremodo povere di dettaglio e spigolose di poligoni ancora da rifinire.

Insomma, l’idea di trovarsi solo di fronte ad una beta e non al prodotto definitivo è dura da scacciare, specie se si pensa che, in fin dei conti, il gioco potrebbe anche risultare deludente sotto il profilo di longevità e gameplay.

 

L’ARRIVO DEI MOSTRI!

Previsto entro i primi mesi del 2007, Necronesia non è stato invece ancora annunciato per il mercato europeo. Se deve arrivare, comunque, speriamo che gli sviluppatori facciano tesoro degli errori commessi e migliorino quanto possibile la versione che andrà a toccare il Vecchio Continente.

Autore: Leonardo Gatto

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer