Home Magazine Speciali Archivio' Redazione'
topcontenuti

RECENSIONE DI: RAYMAN RAVING RABBIDS

Sistema: Wii
Target: 3+
Genere: Miscellanea
Giocatori: 1/4

Wireless Single Card: /

Wi-Fi: No
Produttore: Ubisoft
Sviluppatore: Ubisoft
Distributore: Ubisoft
Versione: PAL
Requisiti: /
Uscita: Disponibile

Testo a schermo in italiano


Visti così questi coniglietti non sembrerebbero poi tanto pericolosi...

 


...Appena aprono la bocca, però, ci si ricrede subito!

 


Con uno sguardo così assatanato quella mucca non dovrebbe stare molto tranquilla....

 


I minigame spaziano da prove in salsa FPS ad altre di ballo e di guida. Ce n'è per tutti i gusti!

TRAMA: 7,7

+ Rayman è stato catturato!!

- Fa solo da sfondo...

GRAFICA: 8,0

+ Divertente, pulita e colorata.

- Non dà però il meglio in tutti i minigame.

SONORO: 8,7

+ Ottimi i versi pazzi dei conigli. Buone le musiche!

- /

GIOCABILITà: 8,5

+ Minigiochi divertentissimi, ottimo uso del Wiimote.

- Alcune prove sono troppo complesse.

LONGEVITà: 7,5

+ In multiplayer è infinito.

- Da soli durerà meno.

GLOBALE: 8,1

In conclusione,  Rayman Raving Rabbids è certamente il titolo più originale, eccentrico e divertente dell'attuale line up di lancio per Wii. Ubisoft ha dimostrato d'aver capito alla perfezione le mille e più modalità d'impiego del Wiimote confezionando un titolo che non ha nulla da invidiare al nuovo Wario Ware. Dà assuefazione in multiplayer ma si rivela meno divertente se giocato da soli.

CONIGLI, CONIGLI OVUNQUE: MI SERVE UN DOTTORE…

 

I nintendofili hanno imparato ad apprezzare Rayman, il biondo eroe di Ubisoft, come valida alternativa ai titoli di Super Mario. L’apice della serie lo si è toccato con Rayman 2 (N64) riproposto neanche un anno e mezzo fa su DS col titolo, appunto, di Rayman DS.

Il ciclonico personaggio ha avuto comunque modo di farsi apprezzare anche su Game Cube e Game Boy Advance con titoli sempre di qualità.

Ora ha però deciso di esplorare un territorio del tutto nuovo, vediamo dunque di capire se la sfida di Ubisoft sia stata o meno vinta…

 

IL GLADIATORE.

Rayman Raving Rabbids nasce originariamente come ennesimo platform 3D. Solo in seguito(e a quanto pare, solo dopo aver visto le potenzialità del Wiimote) gli sviluppatori decidono di rimescolare le carte in tavola per tirarne fuori un titolo completamente nuovo, in grado di rivaleggiare con la gloriosa saga di Mario Party. Così, Rayman Raving Rabbids da avventura in tre dimensioni è stato trasformato in un contenitore di minigiochi, di rapide, semplici ed intuitive prove di abilità. Naturalmente, ogni sfida sfrutta a modo suo le caratteristiche del Wiimote e vi chiederà, di volta in volta, qualche movimento differente.

Nonostante sia cambiato il genere, un canovaccio di fondo rimane e sarà proprio quello a dettare le novità che dovrete affrontare. Il povero Rayman è stato infatti acciuffato da un gruppo di conigli extraterrestri con intenzioni a dir poco bellicose e ora si troverà ad affrontare una lunga sequela di sfide per poter riguadagnare la libertà. Come un gladiatore per i romani, di fatti, il povero eroe biondo di Ubisoft sarà costretto, ogni giorno, a scendere nell’arena per far divertire la razza aliena che sta minacciando il mondo. Ogni prova si rivelerà essere un semplice e divertente minigioco che, se superato, potrà poi essere giocato in separata sede anche in compagnia dei propri amici.

Ogni mattina ben quattro prove (3+quella finale) attenderanno il povero Rayman, che sarà successivamente rintrodotto nella sua cella solo al calar del sole. La sua cella fungerà da schermata delle opzioni 3D: interagendo con la mobilia sarà infatti possibile salvare, rigiocare ai mini-game superati, riascoltare i brani musicali vinti o cambiarsi d’abito. Col proseguo del gioco sarà poi possibile personalizzarla a più non posso dandole così un aspetto più caldo e accogliente, non che questo serva a qualcosa ma comunque è pur sempre un aspetto interessante…

 

"Non mancano, poi, divertenti riferimenti agli altri titoli più famosi di Ubisoft, come, ad esempio, Prince of Persia o Splinter Cell."

 

Com’è lecito aspettarsi, più si andrà avanti con la storia, più la difficoltà dei vari minigiochi aumenterà sensibilmente costringendoci via via ad effettuare movimenti sempre più veloci e nel contempo precisi. La modalità storia, a dire il vero, ben presto si presenterà davvero ostica e i continui fallimenti ottenuti nelle prove potrebbero spingere anche il giocatore più volenteroso ad abbandonare prematuramente il gioco.

 

RAYMAN PARTY!

Fortunatamente a salvare Rayman Raving Rabbids da una rapida caduta nel dimenticatoio ci pensa una modalità multigiocatore a 4 davvero riuscita. E se affrontare le sfide in compagnia cooperativa o battagliando come matti con i vostri amici vi farà fare le ore piccole lo si deve soprattutto alla simpatia e alla varietà dei vari minigiochi presenti.

Vi attendono infatti oltre 70 minigiochi divisi in 35 categorie differenti. Si va dal dover lanciare una povera mucca il più lontano possibile, alla stregua di un peso olimpico, a deleterie prove in salsa sparattutto o gioco di guida. Non mancano, poi, divertenti riferimenti agli altri titoli più famosi di Ubisoft, come, ad esempio, Prince of Persia o Splinter Cell. Il tutto poi viene sottolineato da una colonna sonora buffa e squinternata, simpaticamente stonata, composta da marcette sardoniche e brani dal sapore irriverente.

 

"Dopo Zelda e Red Steel si tratta di uno dei titoli più interessanti da abbinare all’acquisto del Wii. Ottimo lavoro Ubisoft!"

 

Come abbiamo già detto nello scorso paragrafo, ogni minigame farà largo uso del Wiimote, che andrà impugnato come un volante nelle prove di corsa o come una pistola in quelle in puro stile FPS. Al termine di ogni prova vi verrà poi data una password che, se inserita nel sito www.raymanzone.com vi farà accedere alla classifica globale dei giocatori, permettendovi di confrontare i vostri record con quelli degli altri. Forse in merito qualcuno tra voi potrebbe obiettare che avrebbe preferito accedere direttamente alle sfide via Wi-Fi ma come sapete il servizio è ancora off limits per tutti i titoli del lancio quindi non possiamo che apprezzare questo ulteriore sforzo di Ubisoft.

 

TENERI, DOLCI, DIABOLICI CONIGLIETTI!

In conclusione, Rayman Raving Rabbids è la versione “oscura” del bonista e zuccheroso Mario Party. I conigli extraterresti ne combinano di tutti i colori, sono sboccati (ma a gesti: non dicono infatti parolacce), irriverenti, matti da legare, in una parola: dannatamente divertenti.

La trama fa solo da sfondo alla modalità principale ma costituisce comunque un valido motivo in più per decidere di continuare con i minigiochi solo per scoprire la fine che faranno questi diabolici coniglietti albini.

E’ nel multiplayer, però, che il titolo dà il meglio di sé e vi permetterà, molto probabilmente, di passare le feste in totale allegria e spensieratezza. Dunque, nel caso vogliate acquistare questo Rayman Raving Rabbids, assicuratevi anche d’aver la possibilità di poterlo giocare con qualche vostro amico o famigliare.

 

"Rayman Raving Rabbids è la versione “oscura” del bonista e zuccheroso Mario Party. I conigli extraterresti ne combinano di tutti i colori, sono sboccati (ma a gesti: non dicono infatti parolacce), irriverenti, matti da legare, in una parola: dannatamente divertenti."

 

Tecnicamente parlando, per quanto non siano presenti virtuosismi grafici o sonori da segnalare, siamo di fronte ad un titolo completo, colorato ed ottimamente caratterizzato. Le settanta (ed oltre!) prove ed i conseguenti scenari presentano puntualmente una realizzazione simpatica e scanzonata che conferisce alla sfida un delizioso sapore in più. Anche il sonoro, come abbiamo già scritto, si presenta superiore alla media, con campionamenti musicali ed effetti FX perfettamente in linea con la buffa e squinternata caratterizzazione dei personaggi.

L’unico appunto che ci sentiamo di muovere riguarda l’eccessiva difficoltà in alcuni passaggi della modalità Storia, difficoltà che potrebbe presto trasformarsi in frustrazione e far abbandonare prematuramente il titolo.

Se vi eravate stancati dell’eccessiva ripetitività dei vari Mario Party, Rayman Raving Rabbids fungerà da ottima ancora di salvezza: compratevelo, invitate altri tre amici a casa vostra e non finirete di giocare prima dell’alba.

Dopo Zelda e Red Steel si tratta infatti di uno dei titoli più interessanti da abbinare all’acquisto del Wii. Ottimo lavoro Ubisoft!

Autore: Carlo Terzano

Torna al Magazine - Torna alla Home

footer