border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

The butcher



The butcher
Sistema
Nintendo Switch
Genere
Run-n-gun
Giocatori
1
Sviluppatore
Transhuman Design
scheda_networkoff scheda_pegi0
   
scheda_bottom

logo_1514718144010722900

Uno sparatutto ignorante, minimale e difficilissimo per chi ama la sfida


Corre l'anno duemilaics e la terra è devastata da guerre senza fine ma un cyborg è qui per porre fine a tutto ciò... sterminando tutti!


POCHE CHIACCHIERE, MOLTA AZIONE
Partendo da questa trama alla Terminator, inizia l'avventura di The Butcher nella quale dovremmo attraversare livelli pieni zeppi di trappole spietate e far fuori ogni nemico che ci si parerà davanti col solo scopo di arrivare all'uscita.
I controlli prevedono lo stick analogico sinistro per muovere il personaggio, ZL per saltare, ZR per sparare e lo stick destro orientare liberamente i colpi a 360° agganciando automaticamente i bersagli, il tasto X infine consente di cambiare arma ma a risulta un po' scomodo da usare e ciò si rivela un problema nelle fasi più concitate.

DURO... MA NON A MORIRE
I livelli di difficoltà prevedono Causal, Hard, Harder, the Hardest e Impossibile (da sbloccare) in quanto l'intento degli sviluppatori è un alto grado di sfida con nemici in grado di farci fuori con pochi colpi ben mirati alle difficoltà maggiori, a questo aggiungeteci stanze chiuse in cui spawna un nemico dopo l'altro col solo intento di farci la pel... i circuiti e da cui si può uscire solo se si sopravvive all'imboscata e infine seghe circolari, presse, pozze d'acido e altre trappole mortali.

NON E' TUTTO PIXEL QUEL CHE LUCCICA
Sul piano grafico, the bucther offre una grafica pixel art che alterna ambientazioni cupe a giochi di luce e colori acidi, il che ben si sposta con il tema del gioco, fa un po' storcere il naso il fatto che i personaggi siano ridotti a dei mucchietti di pixel in stile lemmings, magari la cosa è voluta per abbassare il livello di gore del gioco che è piuttosto alto poichè ogni nemico sconfitto diventa un nugolo di sangue e frattaglie che dopo qualche kill finiscono per riempire l'intero livello di pixel rossi.
Una discreta colonna sonora chiude il cerchio del comparto audiovisivo.
Un paio d'ore saranno sufficienti per vedere i titoli di coda (bravura permettendo) ma i diversi livelli di difficoltà, la voglia di scoprire tutte le armi, i passaggi segreti ed i teschi collezionabili potrebbero invogliarvi a diverse run di questo run-n-gun.

A cura di : Alessio Cosolo


pro_contro_piu difficoltà adatta a chi ama la sfida
pixel art molto pixel ma poco art pro_contro_meno

Valutazione The butcher
 
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
6.0
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.0
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
6.5
pagella_luigi2
6.6
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_mezzastellina
Se volete uno sparatutto violento e difficile e non badate troppo alla grafica minimale, The Butcher fà per voi
pagella_bottom
Potrebbero interessarti anche:
banner_1514718137030384600
The butcher
Energy Invasion
border_tr