border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Monster Hunter 3 Ultimate



Monster Hunter 3 Ultimate
monster-3-ultimate-cover-pal-wii-u-22-marzo_1363607169013562300
Sistema
Nintendo Wii U
Genere
Azione / GdR
Giocatori
1/4
Produttore
Capcom
Sviluppatore
Capcom
Distributore
Nintendo Italia
Versione
PAL
Requisiti
/
Uscite    
N.D.
N.D.
22 Marzo 2013
scheda_networkon scheda_pegi12
   
 
scheda_bottom

monster-hunter-3-ultimate-wii-u-preview-meyf-logo_1363606901022804700

PRIMA REGOLA DEL CACCIATORE: PORTARE SEMPRE LA PELLACCIA A CASA. SECONDA REGOLA DEL CACCIATORE: PORTARE SEMPRE LA PELLACCIA DELLA PREDA A CASA.


Chiariamo subito una cosa: al mondo esistono mille lavori più salubri e tranquilli di quello del cacciatore. Persino la vita miniera è un letto di rose se confrontata con la giornata tipo dei “Monster Hunter”.

Costretti ad addentrarsi nei territori più estremi, dalla tundra siberiana alle roventi distese desertiche, passando per intricate foreste equatoriali nelle quali il rischio di contrarre la malaria è quello di minor importanza, i cacciatori costituiscono una gilda di invasati (anzi, usiamo un termine più tecnico: matti da legare) che affrontano a cuor leggero lucertoloni alti come palazzi e lunghi come autobus, dal carattere più irascibile di un toro idrofobo.

Vengono addentati, maciullati, sbattacchiati di qua e di là ma si rialzano sempre. O quasi. Combattono fino alla fine per cosa? Per un pugno di monete d'oro ed un po' di materiale osseo strappato al loro avversario, che sarà poi utilizzato per creare armature più possenti ed armi più taglienti.

La vita del cacciatore è tutta qui: gettarsi nella mischia, sperando che il rivale sia all'altezza della nostra forza, o della nostra follia!



MONSTER HUNTER FIGHT CLUB

Per chi non conoscesse la pluripremiata saga di Capcom, il gameplay che la caratterizza è presto detto: cacciare mostri (ma no?).

Come? Nel modo più semplice possibile, avendo cioè cura di indossare almeno un'armatura che ci ripari da denti aguzzi e zanne lunghe così e di impugnare un'arma sufficientemente affilata da penetrare in scaglie coriacee e spesse.

Non c'è alcun contorno alla meccanica di gioco che potrebbe effettivamente sembrare un po' disadorna, ma che nonostante questa semplice forma, votata all'azione “dura e pura” riesce ad incantare come poche altre.

Non è un caso se Monster Hunter sia tra i giochi più apprezzati dal pubblico giapponese e si stia velocemente imponendo anche presso quello occidentale.

Se avete letto i passati numeri del Mario & Yoshi's friends Magazine dovreste già sapere che questo Monster Hunter 3 Ultimate è in realtà il remake di un titolo uscito su Wii il 23 Aprile 2010.

Rispetto all'originale ci sono parecchie novità di rilievo che meritano di essere subito menzionate...

 

UN BESTIARIO STERMINATO

Il parco mostri è stato completamente aggiornato ed è arrivato a comprendere un bel po' di coriacei volti nuovi.

O meglio, non si tratta di novità nel senso stretto del termine, perché sono quasi tutte viverne tratte da precedenti capitoli. Parliamo ad esempio di Plesioth, che anima gli incubi dei cacciatori fin dal primo capitolo, dell'elettrico Zinogre, che fino ad oggi era esclusivo della versione PSP di Monster Hunter 3 Tri, di quella sottospecie di tacchino di Gargwa (anch'esso ad oggi esclusiva di Monster Hunter 3 Portable), del poco ispirato Bullfango, un cinghiale risalente al capostipite della serie, del gelido Lagombi, un orso-tricheco di cui non sentivamo assolutamente la mancanza e della sua variante focosa Volvidon.

Potremmo naturalmente continuare, ma rischieremmo di annoiarvi. Nessuno vuole leggere un bestiario, tutti voi invece non vedete l'ora di mettervi alla prova con queste belve feroci calcando le arene di battaglia preparate da Capcom.

Allora chiudiamo il capitolo “mostri” facendo un rapido accenno alle primedonne di Monster Hunter 3 Ultimate, cioé le due uniche vere new entries: Brachydios, un dragone colossale con la simpatica tendenza di vomitarvi addosso acido emuriatico ed il colossale Guran-Mirasou, il quale, nonostante il nome circense, è in realtà un colosso ciclopico. Per darvi una idea, una sua sola zampa è grande come un intero Rathian!

Questo per tacere di altre due lucertolone completamente inedite che dovrete scoprire da voi!

Inoltre, i ragazzi di Capcom si sono divertiti anche ad inserire varianti dei mostri già esistenti: nella nostra prova abbiamo ad esempio incontrato un rarissimo esemplare di Lagiacrus nero circondato da inquietanti luminescenze azzurrine. Appena è comparso, però, gli sviluppatori ci hanno intimato di non attirare la sua attenzione perché, a quanto pare, è dieci volte più forte della controparte originale...

In totale abbiamo contato 73 mostri spalmati in 339 quest (di cui 211 inedite) per oltre 150 ore di gioco. Che ve ne pare?

 

MIGLIORIE ED ACCORGIMENTI

Ma Monster Hunter 3 Ultimate non si limita a portare nel vivaio di Nintendo Wii U e di Nintendo 3DS una rosa di viverne tutta inedita. Nuovi set di armature e armi tratte da altri capitoli faranno la felicità dei cacciatori più arditi e dei fabbri ai quali saranno commissionate.

Partiamo quindi dalle armi, ora divise in 11 tipologie: Spadoni, Spade lunghe, Gladio e scudo, Spadasce, Doppie Lame, Lance, Lance-fucili, Balestre, Archi, Corni da caccia ed i Martelli.

Archi, Lance-Fucili, Corni da Caccia e le Doppie Lame non erano presenti in Monster Hunter 3 Tri per Nintendo Wii.

Due nuove locations urbane fungeranno poi da punto di snodo per i commerci e per il multiplayer.

Anche a livello di gameplay abbiamo subito scorto una piccola-grande novità: l'introduzione del lock-on il quale, sebbene più debole di quello classico degli episodi tridimensionali di The Legend of Zelda (il collegamento col mostro si spezza appena scompare dallo schermo per finirvi alle spalle), promette indubbiamente di semplificarci la vita.

Il remake di Capcom inoltre sfrutta il touch screen del GamePad Wii U e dell'handheld Nintendo in modo intelligente, intervallando mappe ed inventario. Soprattutto quest'ultima features pare promettente dato che permetterà di maneggiare armi, pozioni e trappole senza dover mettere in pausa il gioco.

Merita poi di essere citata la nuova città portuale di Tanzia, che potrete raggiungere dopo aver completato le prime missioni. In questo luogo esotico potrete trovare merci rarissime e, soprattutto, le missioni più toste del gioco.

Anche il vecchio Cha-Cha, il folle esserino disposto a seguirci in battaglia e ad aiutarci, a modo suo, ha ora una spalla: Kayamba. I due in realtà non si possono proprio vedere, ma assieme formano comunque un team invidiabile, specie se equipaggiati con le maschere giuste. Non dimenticatevi perciò di loro, perché potrebbero salvarvi in più di una occasione...

 

UNA SCELTA DIFFICILE

Fin qui Monster Hunter 3 Ultimate per Nintendo Wii U e Nintendo 3DS procedono a pari passo. Vediamo allora all'unica, vera, differenza che le contraddistingue. La versione per 3DS non conta del multiplayer on line, ma solo di quello in locale.

Proprio così. Immaginiamo la delusione di coloro che posseggono solo il bivalve Nintendo, ma Capcom deve aver preferito non inserire il supporto al Nintendo Network probabilmente per motivi tecnici. Chi vorrà effettuare battute di caccia in compagnia di un amico e non ha modo di vederlo fisicamente, dovrà perciò affidarsi alla versione Wii U del titolo.

Monster Hunter 3 Ultimate non è un party game e può benissimo essere goduto da soli, è vero, ma è anche innegabile che la modalità multigiocatore rappresenti un valore aggiunto non da poco, in grado di influire nettamente sulla longevità e sulla rigiocabilità del gioco.

Nemmeno troppo a sorpresa, visto che ve lo abbiamo ripetuto più e più volte, Monster Hunter 3 Ultimate per Wii U e Monster Hunter 3 Ultimate per 3DS possono comunicare tra loro!

Per la precisione, possono rimpallarsi vicendevolmente i vostri salvataggi, così da permettervi di continuare a prendere a mazzate il vecchio Lagiacrus anche nel bel mezzo dei giardinetti, o mentre siete in autobus diretti a scuola!

Naturalmente, non tutti i nintendofili potranno acquistare entrambe le versioni di gioco, anche perché, alla fine della fiera, si tratta comunque di due titoli pressocché identici.

Allora la domanda sorge spontanea: a quale edizione è meglio affidarsi?

Benché molto simili tra loro, la risposta è quantomai scontata: correte ad acciuffare la versione Wii U. Il GamePad Wii U infatti spoglia il teleschermo dell'HUD di gioco, rendendo l'esperienza ancora più immersiva e l'HD fa la sua bella figura, nonostante il motore tecnico sia natio del vecchio Wii.

Inoltre, la versione Wii U può contare sul multiplayer on line, su di un maggior numero di mostri contemporaneamente su schermo e su una IA degli stessi più curata.

L'edizione per Nintendo 3DS è un gioiellino, c'è poco da fare, ma appare come una versione “in scala” rispetto all'originale e, in più, richiede anche l'acquisto del Pad Scorrevole Pro per giocare come si deve (muovere la telecamera dal touch screen è un'operazione a dir poco scomoda!)

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


A cura di : Leonardo Gatto


pro_contro_piu Il GamePad Wii U racchiude comodamente l'inventario
pro_contro_piu Il supporto dell'alta risoluzione è notevole
pro_contro_piu Sonoro di grande atmosfera
pro_contro_piu 211 quest inedite per un totale di 339
pro_contro_piu Ottimo on line
pro_contro_piu Incredibilmente vasto ed approfondito
pro_contro_piu Difficile come pochi altri giochi in commercio
Qualche texture un po' slavata pro_contro_meno
Le animazioni dei cacciatori sono legnose pro_contro_meno
Il motore tecnico è invecchiato visibilmente pro_contro_meno
Chi ha già completato il gioco originale si divertirà meno pro_contro_meno

Valutazione Monster Hunter 3 Ultimate
 
pagella_termometro10
pagella_mario
8.2
pagella_termometro10
pagella_mario
9.0
pagella_termometro10
pagella_mario
9.2
pagella_termometro10
pagella_mario
9.5
pagella_mario2
9.0
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_mezzastellina
In definitiva, Monster Hunter 3 Ultimate richiede tantissimo tempo, tantissima fatica e, soprattutto, tantissimo amore, visto anche che è una riedizione di un titolo uscito alcuni anni fa su Nintendo Wii che i più tra voi senz'altro avranno nella propria ludoteca. Chi crede di porsi al vertice della catena alimentare di questo misterioso ed affascinante universo parallelo nel giro di poche sessioni di gioco e non ha voglia di confrontarsi con schermate zeppe di statistiche, guardi pure altrove. Il titolo Capcom è infatti incredibilmente vasto e complesso, ma soprattutto dispotico. Se non si scende in battaglia più che preparati e più che armati, si tornerà al villaggio con le proverbiali pive nel sacco. Molte ore dovranno dunque essere dedicate alla crescita del proprio alter ego, al suo equipaggiamento ed alla creazione di armi e oggetti secondari. Come dicevamo ad inizio recensione, la vita del Monster Hunter non è un letto di rose, e non tutti sono tagliati per fare questo mestiere...
pagella_bottom
Potrebbero interessarti anche:
monster-hunter-3-ultimate-3ds-anteprima-meyf-banner_1361182634014639200
Monster Hunter 3 Ultimate
monster-hunter-3-ultimate-wii-u-anteprima-meyf-banner_1361183493093150400
Monster Hunter 3 Ultimate
monster-hunter-3-ultimate-3ds-recensione-meyf-banner_1363605854009881600
Monster Hunter 3 Ultimate
monster-hunter-3-ultimate-wii-u-recensione-meyf-banner_1363606879041681200
Monster Hunter 3 Ultimate
monster-hunter-3-ultimate-3ds-meyf-banner_1349346992040089800
Monster Hunter 3 Ultimate, foto Wii U
monster-hunter-3-ultimate-3ds-meyf-banner_1348143055046997700
Monster Hunter 3 Ultimate, prime foto
img_contents01_pict02_3ds
Monster Hunter 3 Ultimate, video Wii U
mons_07_pop_02
Monster Hunter 4 Ultimate, intro
border_tr