border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

My Baby Pet Hotel 3D



My Baby Pet Hotel 3D
my-baby-pet-hotel-3d-recensione-meyf-cover-eur_1391512760056984700
Sistema
Nintendo 3DS
Genere
Simulatore
Giocatori
1
Produttore
Treva Ent.
Sviluppatore
AniKids
Distributore
Treva Ent.
Versione
Eur
Requisiti
ADSL
Prezzo
29,99 Euro
Uscite    
N.D.
N.D.
Disponibile
scheda_networkoff scheda_pegi3
   
scheda_bottom

my-baby-pet-hotel-3d-recensione-meyf-logo_1391512424027648300

IL PARADISO DEGLI ANIMALI


Le console portatili Nintendo, grazie alle loro specifiche uniche (touch screen e microfono su tutte), hanno ridato nuova linfa a quel filone di giochi che discende direttamente dal vecchio Tamagotchi. In questi anni, gli emuli del fortunato Nintendogs (40/40 per la nipponica Famitsu) si sono sprecati e non passa settimana che su eShop non arrivi un nuovo simulatore che ci chieda di accudire un draghetto, un rospo, un pony o una moffetta. Treva Entertainment ha quindi pensato di distinguersi dalla massa presentando un progetto più articolato.


NELLA VECCHIA FATTORIA

Rispetto ai molteplici “pet sims” che affollano la line up di Nintendo 3DS, My Baby Pet Hotel 3D propone qualcosa in più. Oltre al classico cagnolino da accudire, infatti, qui c'è una intera fattoria da esplorare, con i suoi animali da cortile e cucciolotti da allevare.

Senza per questo sforare nel concept di Harvest Moon, il titolo di Treva Entertainment vi permette però di variegare la formula di gioco, dandole un'inattesa spinta verso l'action.

Azione” è in realtà un termine fuoriluogo e spropositato, si potrebbe parlare forse più di esplorazione, visto che il resort in cui sono alloggiati gli animali è piuttosto grande ed in più il giocatore può fare spola tra la campagna e la vicina cittadina.

Visto che da sempre i successori spirituali del vecchio Tamagotchi sono tristemente noti per il loro carattere sedentario, gli sviluppatori teutonici sembrano aver trovato la quadra del cerchio.

...Ma sarà davvero così?

 

A SPASSO PER I CAMPI

Tra un gattino da far divertire con il proverbiale gomitolo di lana, un pony da strigliare, un cagnolino da portare a spasso ed un criceto cui dover pulire la gabbietta, My Baby Pet Hotel 3D interpone l'esplorazione del vasto hub tridimensionale che vi consente di raggiungere i vari resort.

Sulle prime, questa trovata pare donare al gioco una ventata benefica, capace di diversificarlo dalla massa e di rendere il gameplay decisamente più snello e agile. Anche perché i quadretti idilliaci messi a punto dal team di sviluppo sono davvero molto carini: campi di granturco si susseguono a boschi verdeggianti che a loro volta lasciano il posto a alpeggi immacolati e a giardini zen quasi fiabeschi.

Alla prova dei fatti, però, le fasi nelle quali ci si sposta da una parte all'altra della fattoria sono più una sofferenza che altro.

Il nostro alter ego, infatti, si muove molto lentamente: può solo camminare, non può né correre, né saltare. Invece che un bambino, sembra un ottantenne obeso, appesantito da centinaia di chili e dall'età. Si trascina stancamente di qua e di là rendendo molto noiosi proprio quei frangenti che, sulla carta, dovevano ravvivare le meccaniche di gioco.

Vuoi per l'assenza di cose da fare mentre si percorre la mappa, vuoi per quel bradipo travestito da essere umano che ci tocca controllare, si sente molto presto l'esigenza di un fast travel, così da arrivare immediatamente al cucciolo che dobbiamo aiutare, senza troppe schermate bucoliche da attraversare.

Inspiegabilmente, poi, nonostante la grafica sia ridotta ai minimi termini, le fasi degli spostamenti sono afflitte anche da un buon numero di rallentamenti che le rendono, se possibile, ancora più spossanti.

Se il versante più Tamagotchi soddisfa, con le canoniche sette azioni da dover compiere per prendersi cura dei cuccioli (che, come abbiamo detto, potranno essere uccellini, gattini, cagnolini o pony), altro aspetto deludente è senz'altro quello tecnico.

Musiche senz'anima, ripetute all'infinito, ed una resa visiva piuttosto scarna, data da un paesaggio poligonale molto spigoloso a sua volta ricoperto da texture terribili, rendono il gioco piuttosto brutto da vedere, minando fin nel profondo la rigiocabilità del titolo. E dire che di cose da fare, nella fattoria di My Baby Pet Hotel 3D ce ne sono davvero molte. Peccato che, per i difetti appena descritti, non tutti potrebbero aver voglia di terminarle.

A questo panorama desolante occorre poi sovrapporre due ulteriori considerazioni: anzitutto, il Nintendo eShop è letteralmente farcito di titoli analoghi, spesso acquistabili per pochi spicci e ben più divertenti e, in secondo luogo, il prezzo cui viene offerto il titolo di Treva Entertainment non è certo budget (29,99 Euro). Difficile dunque consigliare un titolo afflitto da simili problemi che costi anche così tanto.

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


A cura di : Luisa Grotti


Valutazione My Baby Pet Hotel 3D

In definitiva, My Baby Pet Hotel 3D non convince affatto. Il simulatore di Treva Entertainment è infatti minato da una realizzazione tecnica incerta, una grafica scialba e da un tremendo comparto sonoro. Come se non bastasse, l'elemento distintivo del simulatore, ovvero la possibilità di girovagare per la fattoria, affossa il gameplay anziché migliorarlo. Considerato il prezzo cui viene venduto, meglio guardare altrove o, in alternativa, attendere qualche sconto interessante.

 
Potrebbero interessarti anche:
my-baby-pet-hotel-3d-3ds-recensione-meyf-banner_1391512405017755600
My Baby Pet Hotel 3D
giulia-passione-baby-sitter-3d-3ds-review-banner-meyf_1351856958084820300
Giulia Passione: Baby Sitter 3D
yoshi-s-new-island-3ds-anteprima-meyf-banner_1392888179069186700
Yoshi's New Island
new-super-luigi-u-meyf-recensione-banner_1372667033067474300
New Super Luigi U
Incontro con Charles Martinet
new-super-mario-bros-u-baby-yoshi-1_1352976594081723600
NSMBU, a spasso con baby Yoshi!
Another Code in bancarotta
Hotel Dusk 2 Last Window, art
border_tr