border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

World Conqueror 3D



World Conqueror 3D
world-conqueror-3d-recensione-3ds-meyf-cover-eur_1391771866029198400
Sistema
Nintendo 3DS
Genere
Strategico
Giocatori
1
Produttore
Circle Ent.
Sviluppatore
EasyTech Games
Distributore
Circle Ent.
Versione
Eur
Requisiti
ADSL
Prezzo
4,99 Euro
Uscite    
N.D.
N.D.
Disponibile
scheda_networkoff scheda_pegi12
   
scheda_bottom

world-conqueror-3d-recensione-3ds-meyf-logo_1391771500042278400

CHI NON RISIKA NON ROSIKA!


La platea dell'handheld di Nintendo per troppo a lungo è rimasta orfana di un nuovo capitolo della saga di Advance Wars, lo strategico a sfondo bellico sviluppato con maestria dalla talentuosa Intelligent System. L'ultimo capitolo risale addirittura al 2008, dopodiché le truppe stilizzate di Nintendo sono misteriosamente sparite dai radar. Chissà se allora questo World Conflict 3D riuscirà ad intrattenerci mentre attendiamo novità in merito...



VENI, VIDI, VICI

Il titolo curato da EasyTech Games non prende spunto da Advance Wars ma, sostanzialmente, appare come una trasposizione videoludica del vecchio RisiKo.

Dunque è un gioco da tavolo vecchia maniera, che prevede anche il lancio di dadi per rendere il tutto particolarmente incerto.

Ma andiamo con ordine.

Ambientato durante i tristi fatti del Secondo Conflitto Mondiale, World Conqueror 3D ci chiede anzitutto di scegliere tra 11 Stati belligeranti. Non si tratta di una opzione fine a sé stessa, visto che da questa decisione dipenderanno gli avversari che dovremo affrontare, i confini che dovremo difendere e, soprattutto, il proprio equipaggiamento.

I panzer tedeschi, ad esempio, sono i carrarmati più forti del gioco, così come i Caccia Zero dell'impero nipponico rappresentano la punta di diamante dell'aeronautica di quegli anni o i cannoni russi non hanno eguali. Insomma, bisogna scegliere con cura, tenendo a mente che alcuni Paesi hanno caratteristiche più o meno affini allo stile di gioco che prediligiamo.

Le truppe si suddividono infatti in: fanteria, carrarmati e artiglieria. Ognuna di queste ha i suoi pro ed i suoi contro e, soprattutto, costi differenti. Dato che la principale regola del gioco è quella di conquistare più territori possibili, andranno ammassate qua e là, stando attenti a lasciarne sui confini per evitare di restare scoperti. Ogni territorio conquistato (in totale sono 243 e non devono essere necessariamente sotto l'egida nemica) ci permette di guadagnare soldi da investire nuovamente nelle truppe, per ampliarne il numero, oppure nelle difese della propria base, così da renderla difficilmente espugnabile in caso d'attacco.

Quando invece due truppe avversarie si fronteggiano, parte una schermata di battaglia in split screen molto simile a quelle di Advance Wars. In questo caso, si tirano tanti dadi quante sono le unità in proprio possesso (ecco perché è consigliabile schierarle in massa) e si attende l'esito. Chi ottiene il numero più alto vince, chi invece fa il numero più basso si vede decurtare le relative truppe, date per perdute.

Evitare di procedere a casaccio è importante, visto che le truppe guadagnano esperienza uscendo vittoriose dai combattimenti e, dopo essere state medagliate a dovere, possono diventare unità scelte, ovvero più potenti del normale.

 

IL BRUTTO DELLA GUERRA

Chi si aspettava uno strategico a tutto tondo dovrà ricredersi: World Conqueror 3D è un RisiKo virtuale e nulla più.

Oltretutto, sebbene l'aspetto di crescita delle truppe e di difesa del proprio quartier generale lo rendano più intrigante e anche di maggior spessore tattico, il titolo di EasyTech Games è comunque funestato da diversi difetti.

Il più importante e fastidioso è sicuramente dato dalla difficoltà di inquadrare l'intera mappa di gioco. Per un qualche misterioso motivo gli sviluppatori non sono riusciti ad introdurre livelli di zoom soddisfacenti e così spesso capita che quando si è concentrati su di un fronte, si rimane sguarniti sull'altro. Nel RisiKo originale non può capitare visto che sotto al naso abbiamo l'intero tabellone.

Un'altra pecca di rilievo è data dall'estrema lentezza dell'IA. A volte impiega alcuni minuti a muovere le proprie truppe, costringendovi dunque a perdere un sacco di tempo nell'attesa del vostro turno. Se questo aspetto, da un lato, simula al meglio lo scontro con un avversario umano, dall'altro avrebbe dovuto essere attivabile a piacimento nelle opzioni, visto che dalla CPU ci si aspetta risposte immediate.

Ma ciò che più dispiace è notare proprio che World Conqueror 3D non contempli alcuna modalità multigiocatore, che alla fine è la vera e propria spina dorsale di qualsiasi gioco à la RisiKo.

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


A cura di : Leonardo Gatto


Valutazione World Conqueror 3D

In definitiva, World Conqueror 3D è uno strategico bellico per una stretta cerchia di giocatori, nemmeno troppo giovani. Chi è cresciuto con la saga di Advance Wars di Intelligent System lo etichetterà immediatamente come limitato e desueto. Chi invece non vede l'ora di riunire tre o quattro amici attorno ad un tavolo per giocare a RisiKo sarà nel suo, dato che il titolo di EasyTech Games è proprio una versione digitale del gioco da tavolo del 1957. Avremmo potuto dargli anche la quarta stella, ma la lentezza della CPU nel muovere le proprie truppe e l'imperdonabile assenza del multiplayer ce lo hanno impedito.

 
Potrebbero interessarti anche:
world-conqueror-3d-3ds-recensione-meyf-banner_1391771475059090000
World Conqueror 3D
yoshi-s-woolly-world-wii-u-anteprima-banner_1432722139072904500
Yoshi's Woolly World
sonic-lost-world-3ds-recensione-meyf-banner_1382304857038737500
Sonic Lost World
e3-speciale-meyf-giorno_2_1371029446098954500
E3 2013 - Giorno 2
eshop-banner
Questa settimana su Nintendo eShop
f-lktpo8pg1fmtdj00eoznedghajxeiy
Super Mario 3D World, nuove foto!
eshop-banner
Questa settimana su Nintendo eShop
dl_games
Questa settimana su Nintendo eShop
border_tr