border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

NBA 2K13



NBA 2K13
nba-2k-13-wii-u-recensione-meyf-cover-pal_1359391588010405900
Sistema
Nintendo Wii U
Genere
Sportivo
Giocatori
1/10
Produttore
2K Sports
Sviluppatore
Visual Concepts
Distributore
Cidiverte
Versione
PAL
Requisiti
/
Uscite    
N.D.
N.D.
Disponibile
scheda_networkon scheda_pegi3
   
 
scheda_bottom

nba-2k-13-wii-u-recensione-meyf-logo_1359391537098545300

VISUAL CONCEPTS VINCE LA SUA PRIMA, GRANDE, PARTITA SU WII U!


Se è vero che la nuova console Nintendo è approdata sugli scaffali con la line-up iniziale più vasta di sempre, è anche vero che , a ben guardare, risultava sguarnita su di un fronte specifico: quello dei titoli sportivi. C'era l'immancabile Fifa, è vero, ma nulla in più che ci permettesse di calcare l'asfalto con un bolide fiammante, la neve con sci virtuali ai piedi o il parquet di un campo da basket nell'attesa simulazione di 2K Sports!

...Su quest'ultimo fronte, però, abbiamo già rimediato!



 

SQUADRA CHE VINCE...

Era dal 19 Ottobre che stavamo attendendo, febbrilmente, la versione Wii U di NBA 2K13, ovvero da quando avevamo testato, recensito e promosso a pieni voti l'edizione per Nintendo Wii.

Si trattava infatti di una ottima conversione, ma gli sviluppatori non potevano comunque fare miracoli, ed i limiti tecnici evidenti della passata ammiraglia Nintendo avevano finito con il mangiarsi parzialmente alcune delle tanto attese novità, soprattutto quelle sul fronte delle animazioni dei giocatori.

La versione Wii U di NBA 2K13 mantiene invece le promesse e si posiziona alla pari con le edizioni per PS3 e X-Box 360.

Non si tratta di un capitolo rivoluzionario: i fans della saga si troveranno subito a casa, ma di un episodio che mira ad affinare ulteriormente una formula che aveva fatto faville.

 

COSA ACCADE SUL PARQUET

Rob Jones, “capitano” della californiana Visual Concepts, aveva promesso, durante l'E3 2012, una serie di interventi di tutto rispetto nella formula di gioco, spaventando un po' tutta la platea.

Da un lato, infatti, i puristi temevano una improvvisa virata della serie verso il pubblico casual, dall'altro, i neofiti, paventavano una ulteriore accelerazione verso il tecnicismo puro.

La strada che gli sviluppatori hanno deciso di percorrere va proprio verso questa seconda ipotesi.

NBA 2K13 è infatti ancora più simulativo, se possibile, dei passati capitoli. Questo da un lato discrimina certamente gli avventori dell'ultim'ora e tutti coloro che sanno già di non poter dedicare al titolo qualcosa in più di saltuari ritagli di tempo, ma dall'altro fa la gioia di tutti gli utenti che sono pronti a spenderci sopra interi pomeriggi.

Dove Visual Concepts è intervenuta con maggior decisione è senza dubbio nel sistema di controllo, approfondendolo ulteriormente così da aumentare in modo esponenziale, ad esempio, i movimenti di tiro in sospensione e le virate sotto canestro.

Coadiuvata dalla rinnovata potenza grafica della nuova ammiraglia Nintendo, la software house interna a 2K Sports è riuscita a migliorare le animazioni dei modelli poligonali dei giocatori, rendendoli quantomai aderenti alle controparti reali. A questo bisogna aggiungere poi il fatto che ogni sportivo possa contare sul bagaglio di mosse e tecniche che lo ha reso famoso nel mondo: i tiri “sporchi” e sgambettanti di Dirk Nowitzki, quelli preceduti da step-back di Dwayne Wade, e le cadute a peso morto di Kobe Bryant, giusto per citare alcuni, notissimi, esempi.

Insomma, Visual Concepts non si è limitata a ricostruire fedelmente gli atleti del campionato statunitense, ma ha anche tradotto su schermo ogni loro singola mossa e caratteristica fisica, così adesso ciascuno di essi si comporterà in modo univoco, sorprendendovi sempre per il grado di fedeltà raggiunto.

Naturalmente questo è stato reso possibile dall'incremento dell'IA dei compagni e degli avversari. Sorprendente la prima, in grado di interpretare il vostro gioco con chiusure di perimetro e raddoppi così da permettervi di tessere strategie elaborate come se steste giocando con un amico, di buon livello quella degli avversari, che ogni tanto si lascia ancora sfuggire qualche scivolone di troppo ma che, in generale, si assesta comunque su risultati soddisfacenti.

 

COME DECLINO IL DIVERTIMENTO

Segue l'elenco completo delle modalità presenti in NBA 2K13:

 

  • Allenamento: lo dice il nome stesso. E' l'opzione migliore dalla quale partire in caso non abbiate mai giocato prima ad un titolo della serie. Gli schemi del resto non mancano e chi non mastica nulla di questo sport potrebbe trovarsi in seria difficoltà, se ha intenzione di affrontare NBA 2K12 in modo troppo fantasioso.

 

  • Partita Veloce: il neofita, subito dopo l'allenamento, dovrebbe passare da queste parti in modo da provare ad affrontare una partita ufficiale senza lo stress del campionato.

 

  • Stagione: quando vi sentirete pronti per affrontare l'iter che vi porterà al successo, sarà questa la modalità da selezionare. Lunga, duratura e impegnativa dato che si dipanerà lungo 82 partite, sarà comunque foriera di grandi soddisfazioni.

 

  • Playoff: anche in questo caso il nome rivela l'identità dell'opzione. Si tratta infatti di una serie di incontri ad eliminatorie dirette.

 

  • Situazione: più interessante e complessa della “partita veloce”, permette di imbastire una partita e di iniziarla “in media res”, scegliendo cioé il punteggio e minuti che restano da giocare.

 

  • Associazione: l'equivalente della modalità “carriera” nei titoli di pugilato o della “football manager” in quelli di calcio. Qui si prendono in mano le sorti di una squadra con l'obbiettivo di portarla nella palma res delle migliori. Non si gioca soltanto, ma si curano anche gli aspetti tecnici: dai finanziamenti alle sostituzioni dei giocatori infortunati, passando naturalmente per l'immancabile mercato degli sportivi. Associazione è senza dubbio la modalità più interessante e completa di NBA 2K12.

 

  • Il Mio Giocatore: invece di seguire una squadra, qui dovrete portare al successo un singolo sportivo, che avrete modo di creare a vostro piacimento, determinandone anzitutto l'aspetto fisico.

 

  • Crea una leggenda: Modalità affine a quella appena descritta. Si caratterizza solamente per una differente gestione ed attribuzione degli upgrade tecnici. Parliamo cioé della possibilità di far crescere il personaggio spendendo poi le signature kills raggranellate per incrementare le sue statistiche, così da ampliarne la resistenza fisica, incrementarne la longevità o assottigliare le possibilità che sbagli canestri.

 

  • I Grandi dell'NBA: il retrò ha sempre il suo fascino e 2K Sports questo lo sa bene! In questa modalità avrete modo di fare incontrare le squadre ed i giocatori più forti di sempre, entrati nel mito dello sport, giocando partite rimaste negli annali. Occorre segnalare, purtroppo, che su Wii non sono presenti i filtri grafici che su console HD permettevano di giocare quelle partite con i medesimi effetti (difetti) televisivi dell'epoca, come i colori pastello degli anni '70 o le leggere interferenze dei catodici degli anni '80.

 

  • Blacktop: una modalità che strizza l'occhio alla Fifa Street. Qui infatti si abbandonano i palazzetti rinomati per giocare sul cemento delle periferie americane, in quelli che da queste parti chiameremmo “i campetti dell'oratorio”, spesso immersi nel degrado più totale. Che ci crediate o no, però, questa modalità risulta assai affascinante!!

 

Non pervenuto, purtroppo, il DLC dedicato all'All Stars Weekend che aveva già saltato a pié pari la versione Wii...

 

IL CAMPO DA GIOCO SU GAMEPAD!

Ma veniamo ora al paragrafo più atteso, cioè quello che vi rivela le opzioni (se presenti) esclusive della versione Wii U collegate a doppio-filo allo sfruttamento del suo bizzarro controller.

Anzitutto NBA 2K13 può essere giocato sia trasmettendolo dalla televisione, sia riproducendo l'azione sul visore touch-screen del Wii U GamePad. In quest'ultimo caso è facile ritrovarsi sorpresi per via della sensazione di giocare ad un episodio portatile dalla grafica fotorealistica incredibile.

Se invece giocate su televisore, allora il touch screen vi permetterà di raggiungere tutte le opzioni da allenatore senza mettere in pausa il gioco. Una features molto utile che rende le partite ancora più frenetiche!

L'opzione più strana è invece la cosiddetta “Gatorade Cam” che trasforma il GamePad Wii U in una sorta di telecamera ad infrarossi: puntandola sullo schermo della TV vedrete i giocatori circondarsi di aloni di vario colore che riveleranno la lucidità e la stanchezza degli stessi. L'idea della scansione è sicuramente originale e divertente, ma nella realtà dei fatti si rivela ben poco pratica da eseguire “in game”...

 

QUESTIONE DI TECNICA

Ineccepibile il versante grafico: NBA 2K13 rappresenta la punta di diamante delle produzioni videoludiche dedicate al basket. Le animazioni sono state ulteriormente affinate e rese più fluide, le collisioni poligonali risultano più morbide e convincenti, gli stadi sono realizzati con la giusta maestria e la regia enfatizza con gusto le azioni più spettacolari, proponendo inquadrature tipicamente televisivi.

Se volessimo proprio essere pignoli (e noi del Mario & Yoshi's friends Magazine lo siamo davvero tanto!) potremmo eccepire una certa fissicità dei volti, che rende i giocatori più simili a robot che non a giocatori umani. Ma, ad eccezione della vacuità dello sguardo degli atleti e del poco dinamismo di alcune loro espressioni, dobbiamo riconoscere che la somiglianza con le controparti reali è eccellente.

Nulla da dire invece sulla colonna sonora, curata del resto da un artista d'eccezione: Jay Z. Il noto rapper non si è limitato a co-finanziare il gioco, ma si è occupato anche delle musiche (un notevole risparmio, per lui che sborsava in prima persona!) che comunque comprenderanno anche brani di altri artisti famosi: da Rihanna a Kayne West.

Insomma, c'è tutto il pop statunitense che va forte proprio in quest'ultimo periodo, intervallato da qualche sporadico ma apprezzato pezzo storico degli U2 e dei Coldplay!

In più sarà possibile persino editare gli stacchetti di ciascuna arena: opzione che non passerà certo in secondo piano nelle partite multigiocatore, visto che ciascuno tenterà di uscirsene con la coreografia più improbabile e demenziale!

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 


A cura di : Leonardo Gatto


pro_contro_piu La miglior simulazione di basket esistente
pro_contro_piu Completo sotto tutti i fronti
pro_contro_piu Tantissime modalità di gioco
pro_contro_piu Tecnicamente solido
pro_contro_piu Ottimo comparto sonoro
pro_contro_piu Il nuovo sistema di controllo regala molte soddisfazioni
Un po' ostico per i neofiti pro_contro_meno
La versione Wii U non comprende i DLC pro_contro_meno

Valutazione NBA 2K13
 
pagella_termometro10
pagella_mario
9.4
pagella_termometro10
pagella_mario
9.6
pagella_termometro10
pagella_mario
9.7
pagella_termometro10
pagella_mario
9.8
pagella_my
9.6
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_mezzastellina
In definitiva, NBA 2K13 è esattamente il titolo che ci aspettavamo da Visual Concepts e 2K Sports. Incredibilmente denso di opzioni e modalità, rappresenta lo stato d'arte delle produzioni sportive. Il nuovo sistema di controllo, poi, non mancherà di entusiasmare i fans di vecchia data dell'etichetta californiana anche se rischia inevitabilmente di spaventare i neofiti. Speriamo che nell'edizione 2014 aggiungano opzioni utili ad ammorbidirlo un po' per chi non ci ha mai giocato!
pagella_bottom
Potrebbero interessarti anche:
nba-2k13-wii-u-preview-banner-meyf_1347368308006089100
NBA 2K13
nba-2k13-wii-u-preview-banner-meyf_1350391057007532800
NBA 2K13
nba-2k13-wii-u-review-banner-meyf_1359391522051017800
NBA 2K13
nba2k13-1_1348762925056178200
NBA 2K13, nuovo video
nba2k13-1_1347639951048124000
NBA 2K13, Dream Team trailer
nba2k
NBA 2K13, Wii U debut trailer
NBA 2K13, la cover
border_tr