border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Arcade Classics 3D



Arcade Classics 3D
arcade-classics-3d-3ds-recensione-meyf-cover-eur_1389179942089763300
Sistema
Nintendo 3DS
Genere
Arcade
Giocatori
1
Produttore
Enjoy Gaming
Sviluppatore
Enjoy Gaming
Distributore
Enjoy Gaming
Versione
Eur
Requisiti
ADSL
Uscite    
N.D.
N.D.
Disponibile
scheda_networkoff scheda_pegi3
   
scheda_bottom

arcade-classics-3d-3ds-recensione-meyf-logo_1389179734086368000

SU ESHOP APRE I BATTENTI IL MUSEO DEL VIDEOGIOCO. ED IL BIGLIETTO COSTA SOLO 3,99 EURO!


Più che un museo del videogioco, Arcade Classics 3D si propone come una sorta di rivisitazione ufficiosa di grandi classici del passato. Un modo simpatico per ripercorrere i titoli che hanno fatto la storia di questo nostro hobby, racchiusi in una rivisitazione che sfrutta il 3D stereoscopico.


A SPASSO NEL TEMPO

Bejeweled, Arkanoid, Asteroids, Bust-A-Move, Columns e Tetris.

Ci sono proprio tutti. I titoli che hanno formato lunghe code nelle sale giochi ai tempi dei cabinati, quelli che i più vecchi tra voi avranno giocato inserendo musicasette nel mangianastri del Commodore 64 e che, più di tanti altri, hanno dato vita ad una schiera apparentemente infinita di cloni.

E infatti Arcade Classics 3D non raccoglie proprio questi capolavori, ma offre delle loro rivisitazioni. Sorprende, nel 2014, vedere ancora un clone di Arkanoid, eppure è così!

Poco male: questa soluzione ha consentito a Enjoy Gaming di risparmiare sulle licenze e di proporre la propria collezione ad un prezzo budget.

Per quanto ci riguarda, se il risultato finale non cambia, possiamo pure accettare di giocare con un fratellino non di primo letto di Columns.

Il problema, però, è che non tutte le trasposizioni appaiono all'altezza dei loro illustri progenitori.

Se i cloni dei rompicapo funzionano più o meno tutti, a patto di abituarsi ad un sistema di controllo inspiegabilmente poco reattivo e a qualche errore di programmazione che può influire sulla “casualità” con cui arrivano i pezzi, è Impact, ovvero il clone di Asteroids, a deludere maggiormente, proponendo una orribile veste grafica ed una giocabilità talmente mal calibrata da rendere impossibile ogni partita.

Migliora la situazione con Bounce & Break, ovvero il nipotino di Arkanoid, il gioco che segnò l'infanzia di chi scrive. Qui il prodotto sembra essere un po' più curato, ma purtroppo la presa che si ha sulla racchetta virtuale non è delle migliori: si trascina con fatica da una parte all'altra dello schermo e non è possibile essere accurati come vorremmo. Scordatevi dunque i colpi ad effetto.

A conti fatti, soltanto Blocks e Pop It Up rispecchiano fedelmente i miti cui si rifanno, ovvero: Tetris e Bust-A-Move. Quanto al primo, occorre comunque dire che fatica ad ingranare, dato che i pezzi per livelli e livelli continueranno a scendere molto lentamente. Quanto al secondo, invece, la copia di Arcade Classics 3D risulta in scala 1:1. Gli amanti del rompicapo Taito non faticheranno a riconoscere che i livelli sono stati presi di peso dall'originale Puzzle Bobble. Un pizzico di fantasia in più non avrebbe forse guastato.

 

LA COPIA E' LA PIU' SINCERA FORMA DI LUSINGA?

E' difficile dare un giudizio a questa raccolta di videogiochi. Noi del Mario & Yoshi's friends Magazine siamo retrogamers appassionati, dunque ci siamo buttati con entusiasmo in questa collana di vecchie perle videoludiche.

Non avevamo dato troppo peso al fatto che, anziché proporre gli originali, Enjoy Gaming avesse preferito scimmiottarli perché, come dicevamo, se il risparmio delle licenze si può tradurre in un risparmio per il giocatore, ben venga.

Il problema, però, è che non solo la raccolta non è vastissima, ma molti dei titoli non sono nemmeno sufficientemente curati. Anzi, alcuni lasciano emergere errori grossolani, frutto di uno sviluppo frettoloso e superficiale. E copiare malamente oggigiorno il gameplay di un titolo che può avere 20 o 30 anni è un errore a dir poco grave.

Nelle trasposizioni più riuscite, a lasciare con l'amaro in bocca è l'incredibile lentezza d'esecuzione dei giochi, oppure un sistema di controllo traballante. Passi dunque il fatto che siano dei cloni, ma talvolta si ha persino il dubbio di giocare ad una “cinesata”.

In più, il prezzo, ancorché contenuto (3,99 Euro, contro i circa 30 della versione retail), è ancora troppo elevato per ciò che offre in concreto il gioco. Meglio piuttosto attendere ulteriori sconti.

Si segnala anche una claudicante localizzazione in italiano: i giochi purtroppo difettano di tutorial o spiegazioni di sorta, quindi le stringhe testuali sono davvero poche, eppure, le poche presenti sembrano esser state tradotte con un traduttore on line, e spesso le parole finiscono tagliate dalla schermata della grafica, segno che il gioco non ha comunque avuto una vera e propria fase di beta-testing.

Per questi motivi, ci sentiamo di consigliare Arcade Classics 3D unicamente agli amanti più sfegatati del retrogame.

 

 

 

 

  © RIPRODUZIONE RISERVATA


A cura di : Andrea Bruno


Valutazione Arcade Classics 3D

In definitiva, Arcade Classics 3D convince solo parzialmente. Non solo, infatti, si limita a presentare i cloni di titoli che hanno fatto la storia, ma molti di questi retrogames sono afflitti da una quantità tale di bug e di altri errori di programmazione da risultare lenti, noiosi o, nei casi più gravi, persino ingiocabili. Per fortuna che Tetris, Puzzle Bobble e Arkanoid divertono sempre, ma prima di farvi solleticare dall'idea di acquistarli, attendete un ribasso di prezzo dell'intera collezione.

 
Potrebbero interessarti anche:
arcade-classics-3d-meyf-recensione-3ds-banner_1389179714043785800
Arcade Classics 3D
3ds-recensione-meyf-bit-boy-arcade_1402304576036299200
Bit Boy!! Arcade
ultimate-nes-remix-meyf-recensione-banner_1416073431026719700
Ultimate NES Remix
bowling-bonanza-3d-meyf-recensione-3ds-banner_1389094837010240200
Bowling Bonanza 3D
SNK Arcade Classics su Wii
Ubisoft e la linea "Wii budget"
3D Classics Urban Champion
Mario Party Arcade: minigiochi
border_tr