border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Shin Megami Tensei Devil Survivor - Overclocked



Shin Megami Tensei Devil Survivor - Overclocked
shin-megam-itensei-devil-survivor-overclocked-3ds-recensione-cover-eur_1390215356017720500
Sistema
Nintendo Wii U
Genere
GdR
Giocatori
1
Produttore
Atlus
Sviluppatore
Index Corporation
Distributore
Ghostlight
Versione
Eur
Requisiti
/
Uscite    
N.D.
N.D.
Disponibile
scheda_networkoff scheda_pegi12
   
 
scheda_bottom

shin-megam-itensei-devil-survivor-overclocked-3ds-recensione-logo_1390215033012560400

TOKYO E' CADUTA NELLE TENEBRE DEMONIACHE!


Chi, come noi, ha seguito fin dalle origini il progetto di Shin Megami Tensei: Devil Survivor Overclocked saprà quanto sia stato travagliato e sofferto. Notizie di rinvii e smentite circa la conversione europea si sono succedute proprio fino all'ultimo, tenendoci con il fiato sospeso e mettendo a rischio, per l'utenza del Vecchio Continente, la possibilità di toccare con mano questo JRPG che, già nella sua originale apparizione del 2009, era rimasto confinato nei soli mercati statunitensi e nipponici...



DAL DS CON FURORE

Prodotto originariamente per il vecchio Nintendo DS, Shin Megami Tensei non era mai giunto in Europa fino ad oggi. Abbiamo dovuto attendere il suo remake per 3DS, Shin Megami Tensei: Devil Survivor Overclocked, sviluppato due anni più tardi, per metterci le mani sopra.

Overlocked è dunque un remake e, contemporaneamente, un titolo inedito per i giocatori di questo continente.

Rispetto al titolo del 2009, questo rifacimento, che rappresenta una versione migliorata ed espansa dell'originale, può contare su cut-scene animate di qualità maggiore, che mettono in risalto lo stupendo character design stile manga dei personaggi (disegnati da Suzuhito Yasuda) e su di un comparto sonoro più vasto, d'ottima qualità (si ringrazia Takami Asano e la band Godiego, già abituata a musicare diversi anime).

Insomma, abbiamo dovuto attendere di più, ma ne è valsa decisamente la pena, e non solo sotto l'aspetto visivo, ma anche contenutistico. L'originale Shin Megami Tensei, infatti, si caratterizzava per via della sua narrazione a bivi, che dava vita a molteplici finali. Ora, oltre ad essere stati razionalizzati, gli sviluppatori di Index Corporation hanno aggiunto un nuovo epilogo nell'ottavo giorno... Ma è ancora presto per parlare di questi aspetti, quindi procediamo con ordine e partiamo, naturalmente, dalla trama!

 

DEMONI NEMICI E DEMONI ALLEATI!

In un futuro nemmeno troppo lontano, che potrebbe tranquillamente essere un presente parallelo, la città di Tokyo ha appena raggiunto il suo massimo splendore. Uscita faticosamente dalla crisi del mercato immobiliare dei primi anni del '90, la city è più industriosa che mai e macina di continuo miliardi di Yen. Gli operai ottengono aumenti di stipendio, le casalinghe portano a scuola, felici, i loro bambini ed i nostri inconsapevoli eroi stanno per finire il Liceo.

Dovrebbero pensare a che facoltà scegliere, ma preferiscono trascorrere la loro estate navigando su Internet e giocando ai videogiochi.

La bella Yuzu dà appuntamento ai suoi due compagni di classe, l'esuberante Atsuro ed il protagonista (cui darete nome, cognome e persino nomignolo!) nel tecnologico quartiere di Shibuya. Suo cugino Naoya le ha dato tre console portatili, i COMPs (in tutto e per tutto simili ai 3DS) e lei vuole condividerle con i suoi migliori amici!

I tre, felici, accendono le loro console per gettarsi in un multiplayer scatenato, ma qualcosa attrae la loro attenzione. Notano infatti un menu che non avevano mai visto prima: i COMPs non sono quelli in commercio, paiono modificati. Si chiedono se Naoya, tipo stravagante e burlone, c'entri qualcosa, quando all'improvviso delle mail vengono recapitate sul loro handheld. E' un notiziario che riporta notizie allarmanti: un uomo è morto a Shibuya assassinato da bestie che paiono orrendi mostri e la città è stata paralizzata da un black-out.

L'aspetto più inquietante è che le news riportano la data odierna, ma l'ora è proiettata nel futuro. Sono infatti le 15 e gli accadimenti sono “previsti” per le 19. Ovviamente, Yuzu ed i suoi due amici non si curano troppo di ciò che hanno letto, pensando ad uno scherzo.

Sbagliano! Di lì a poco, un black-out paralizza Tokyo, mandando nel panico i suoi abitanti. Ingegneri e tecnici sono al lavoro per risolverlo, ma qualcosa non quadra e la sterminata cittadina resta nelle tenebre.

E, proprio come predetto dal notiziario, dal buio iniziano a strisciar fuori strane creature che assalgono gli abitanti facendoli sparire.

Anche il protagonista della nostra storia, ed i suoi due sue compagni di scuola, viengono attaccati dai mostri, ma riescono a scamparla d'un soffio, trovando riparo dal cugino Naoya.

Il cugino spiega ai tre che quegli esseri soprannaturali sono dei demoni e rivela che quelle console portatili che ha donato loro permettono ai nostri di evocare dei demoni “domestici” (o quasi), da far combattere contro quelli selvatici.

Ha così inizio Shin Megami Tensei: Devil Survivor Overclocked, la cui sinossi, se all'inizio pare una versione più adulta di quella Pokémon, non tarderà a virare verso tinte decisamente drammatiche!

 

A SPASSO PER LA GRIGLIA

Come gli altri giochi di ruolo di Atlus (Etrian Odyssey IV – Legends of the Titan e Shin Megami Tensei Devil Summoner: Soul Hackers, giusto per restare in ambito 3DS), anche qui i canoni degli RPG vengono adulterati e fusi con il genere degli strategici a turni. Il risultato, quindi, è una strana creatura, decisamente ibrida, che poggia ancora una volta la propria ragion d'essere sulle classiche mappette a visuale isometrica suddivise in griglie.

Avremo modo di avvicinarci ai nemici, turno dopo turno, come se fossimo su di una scacchiera. Ad ogni mossa, seguirà quella dei rivali. Una volta che saremo entrati in contatto con gli avversari, avrà inizio la battaglia, in uno stage apposito, nella miglior tradizione JRPG.

Nelle lotte utilizzeremo un personaggio umano e due demoni. Reclutati in una bizzarra casa d'aste, i demoni si differenziano per tipo, abilità, natura, punti deboli e punti di forza. In Shin Megami Tensei: Devil Survivor Overclocked non esistono oggetti da usare in battaglia, perciò i mostri, oltre a mettervi a disposizione la loro forza, assolvono anche a questa fondamentale funzione di supporto. Finite le mosse a disposizione nostra e del nemico, si ritorna sulla griglia. Se il nemico è morto, sparirà dalla mappa, se invece non siete riusciti ad ucciderlo, sarà libero di insidiare nuovamente il vostro cammino e, magari, di curare le proprie ferite.

E' dunque possibile notare le importanti differenze rispetto ai GDR classici. Nel contempo, Shin Megami Tensei: Devil Survivor Overclocked non può nemmeno essere definito uno strategico a turni puro. L'interessante commistione di generi rende il prodotto di Atlus – Index Corporation un prodotto unico nel suo genere.

La suddivisione della difficoltà in diverse gradazioni consente a tutti, esperti e non, di prendere dimestichezza con le regole, spesso ostiche, di Shin Megami Tensei: Devil Survivor Overclocked. Ciò nonostante, però, come ogni esponente della serie, non è un GdR per tutti, ma è un role play game che richiede tempo, passione e costanza. Zeppo di tabelle scorbutiche e non facilmente navigabili, pretenderà che il giocatore studi al meglio ogni sua mossa. Chi vuole un gioco “mordi e fuggi” guardi altrove, perché il titolo Atlus è come una partita a scacchi: esige strategia e ha i suoi tempi.

 

3DS OVERCLOCKATO?

Vediamo ora di capire cosa sia cambiato dall'episodio per Nintendo DS, uscito in Giappone nel 2009, a questo remake preso in consegna dalla britannica Ghostlight.

Dal punto di vista contenutistico, la novità più saliente è, senza ombra di dubbio, l'aggiunta di un epilogo che razionalizza il racconto. Non abbiamo voluto dirvi assolutamente nulla di come proceda la sinossi perché riserva davvero colpi di scena a profusione ed è giusto che li scopriate da voi. Sappiate soltanto che la storia si dirama tramite bivi e le vostre scelte determineranno la sopravvivenza di alcuni e la morte di altri. Questo naturalmente si riverbererà anche sui finali: il gioco ne prevede diversi, che terranno in considerazione il vostro modo di agire. L' “8th day chapter”, poi, ci permette persino di scoprire cosa succede ai nostri eroi una volta conclusasi l'avventura vera e propria.

In Shin Megami Tensei: Devil Survivor Overclocked il doppiaggio inglese ha purtroppo sostituito quello giapponese. Si tratta ovviamente di una novità che non farà felici tutti perché, sebbene la recitazione sia gradevole, quella nipponica ha sempre il suo fascino ed in genere è pure quella più selezionata dagli amanti dei JRPG.

Graficamente parlando, il remake è piuttosto pigro: gli sviluppatori, difatti, non hanno rimesso mano al codice di gioco, che così non contempla affatto il 3D stereoscopico. Non solo: per non incrementare la risoluzione, l'intera azione si svolge sul visore inferiore, che ha una diagonale inferiore, più vicina a quella del vecchio Nintendo DS. Lo schermo panoramico superiore, invece, è sacrificato per ospitare unicamente i menu. Davvero un peccato.

La grafica, comunque, ha mantenuto il suo fascino: i quartieri più noti di Tokyo sono riportati fedelmente e realizzati con schermate bidimensionali sufficientemente dense di dettagli, mentre gli sprites dei protagonisti, sebbene piccini su mappa, godono nei dialoghi di avatar grandi e dettagliati, disegnati nientemeno che da Suzuhito Yasuda.

Fortunatamente risolti, inoltre, mediante una patch piuttosto corposa, i numerosi bug, anche piuttosto gravi, che affliggevano la versione europea appena ha debuttato, principale motivo per cui abbiamo voluto attendere qualche mese prima di testarla. Si trattava di errori davvero fastidiosi che conducevano al freeze del 3DS. Dunque, sia che acquistiate la versione retail, sia che scarichiate quella digitale, affrettatevi a sintonizzarvi sul Nintendo eShop per scaricarla.

Insomma, Shin Megami Tensei: Devil Survivor Overclocked è un prodotto mirabile, sorretto da una trama appassionante e drammatica, animata a sua volta da personaggi ben caratterizzati a cui è impossibile non affezionarsi. Dal punto di vista ludico, le stravaganti regole che lo governano ne fanno un prodotto curioso ed unico nel suo genere, più strategico di un RPG ma comunque più light di uno strategico a turni. Il mix può dirsi riuscito.

Purtroppo, tecnicamente, la provenienza da Nintendo DS lo ridimensiona notevolmente, ed il ritardo con cui è uscita la patch che sana i gravi errori di cui vi abbiamo parlato ha influito sul voto in pagella, ma gli amanti dei generi chiamati in causa dall'opera di Atlus e, più in generale, di anime e manga, dovrebbero correre ad acquistarlo!

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA



A cura di : Andrea Bruno


pro_contro_piu Ottima caratterizzazione, grafica e psicologica, dei personaggi
pro_contro_piu Storia avvincente e ricca di colpi di scena
pro_contro_piu Interamente ambientato a Tokyo
pro_contro_piu Gameplay intrigante
Occorre scaricare la patch per sanare gravi bug pro_contro_meno
Si è perso il doppiaggio giapponese pro_contro_meno
Graficamente identico alla versione DS, 3D stereoscopico assente pro_contro_meno

Valutazione Shin Megami Tensei Devil Survivor - Overclocked
pagella_termometro10
pagella_mario
8.7
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.2
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.5
pagella_termometro10
pagella_mario
8.3
pagella_termometro10
pagella_mario
8.3
pagella_mario2
8.0
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
In definitiva, Shin Megami Tensei – Devil Survivor Overclocked è un JRPG intrigante e coinvolgente. Il prodotto di Atlus rappresenta una intelligente commistione di generi ed il risultato è un gioco di ruolo più strategico del normale e, contemporaneamente, uno strategico più leggero del solito. Dal punto di vista tecnico, siamo invece di fronte ad un prodotto del 2009, per di più per DS, ma in generale il comparto grafico non è invecchiato troppo. Per fortuna.
pagella_bottom
Potrebbero interessarti anche:
devil-survivor-overclocked-3ds-recensione-meyf-banner_1390215013026560200
Shin Megami Tensei Devil Survivor - Overclocked
shin-megami-tensei-devil-summoner-soul-hackers-3ds-recensione-meyf-banner_1381223830089675900
Shin Megami Tensei Devil Summoner: Soul Hackers
lone-survivor-director-cut-wii-u-recensione-meyf-banner_1413982829028475100
Lone Survivor - Director's Cut
3ds-recensione-meyf-conception-2_1402411055083924500
Conception II - Children of the Seven Stars
Shin Megami Tensei in Occidente
Devil Survivor 2 in foto
logo
Shin Megami Tensei IV e Persona Q in Europa
Devil Survivor ancora in video
border_tr