border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

CastleStorm



CastleStorm
castlestorm-wii-u-recensione-meyf-cover-pal_1389629995067499300
Sistema
Nintendo Wii U
Genere
Strategico
Giocatori
1/2
Produttore
Zen Studios
Sviluppatore
Zen Studios
Distributore
Zen Studios
Versione
PAL
Requisiti
ADSL
Prezzo
9,99 Euro
Uscite    
N.D.
N.D.
Disponibile
scheda_networkon scheda_pegi12
   
scheda_bottom

castlestorm-wii-u-recensione-meyf-logo_1389629816032427500

“LE DIFESE DI ROHAN DEVONO REGGERE!”


Parli di castelli, di assedi, di sanguinose e furiose lotte tra creature immaginarie, e subito pensi a Tolkien, alle epiche battaglie che si sono succedute nella Terra di Mezzo ai tempi della Guerra dell'Anello, al modo spettacolare in cui il regista Peter Jackson è riuscito a tradurle su grande schermo, enfatizzandole con gli effetti speciali e visuali di grande impatto senza snaturarle.

Ancora galvanizzati da quelle lotte furiose, da quelle guerre così micidiali, da quei nemici temibili e da quei cavalieri tanto valorosi, attendiamo ancora che qualche sviluppatore trasponga in modo degno quanto visto al cinema in un bel videogioco. Forse anche per questo che attendevamo con particolare ansia l'ultimo titolo di Zen Studios, vero e proprio simulatore di assedi!



COSTRUISCI IL CASTELLO, DISTRUGGI IL CASTELLO!

Per certi versi, CastleStorm ci ha fatto ritornare bambini. Ci ha fatto tornare al periodo in cui scorrazzavamo in spiaggia, lungo il bagnasciuga, alla ricerca di stupendi castelli di sabbia da calpestare! Scommettiamo di non essere stati gli unici ad aver commesso simili vigliaccate e scommettiamo che anche voi desiderereste tornare in età prescolare per saltare sulle torri e sui bastioni di stupende fortezze che attendevano soltanto i vostri piedi per tornare a confondersi sull'arenile.

Non essendo possibile influenzare a piacimento il corso del tempo, non ci rimane altro che soddisfare virtualmente la nostra voglia di distruzione con CastleStorm.

Il gameplay alla base dell'ultima fatica di Zen Studios è proprio quello riassunto nel titoletto di questo capoverso: costruire un castello (il proprio) e distruggere un castello (quello avversario).

Naturalmente in tutto ciò viene anche intessuta una simpatica trama (sorretta da personaggi ben caratterizzati) e, soprattutto, un soddisfacente editor per edificare castelli. Caratteristiche, queste, che rendono il gioco che stiamo recensendo uno dei tower defence più intriganti e completi che ci sia, specie su Nintendo eShop.

 

UN GEOMETRA AL SERVIZIO DI SUA MAESTA'

Anzitutto, la prima fase del gioco è quella di costruire il proprio maniero. Volendo è possibile giocare con una fortezza prefabbricata, ma così si perde gran parte del divertimento.

L'editor, semplice ma nel contempo piuttosto completo, ci consente infatti di dar libero sfogo alla fantasia stando però ben attenti a non costruire una torre di Babele che caschi al minimo venticello!

Il castello deve infatti resistere agli attacchi e, al contempo, aiutarvi a rispondere all'assedio con stanze che sfamino l'esercito, consentano ai cavalieri di allenarsi e ai maghi di preparare le loro pozioni. Una fortezza che preveda unicamente bastioni difensivi forse resisterà più a lungo in battaglia, ma non potrà contare su truppe preparate; di contro, una fortezza che contenga semplicemente delle stanze con qualche utilità, rischia di non essere sufficientemente preparata a resistere alle bordate delle macchine da guerra del nemico.

Bisogna dunque progettare l'aspetto del proprio castello ricercando un giusto equilibrio tra difese e sistemi d'offesa.

E naturalmente più si progredisce più sarà difficile, perché bisognerà giostrarsi tra sempre più stanze.

Le stanze si dividono in: neutre, bonus e negli alloggi della truppa.

Le prime forniscono una importante difesa dagli attacchi esterni, fungendo da intercapedine tra ciò che il castello racchiude e l'esterno. Le seconde possono invece influenzare il vostro esercito: le cucine ad esempio incrementano il cibo a disposizione, e ciò consente di chiamare più in fretta i vostri uomini a combattere; le stanze dell'arruolamento invece permettono di ampliare il numero massimo di soldati; la tesoreria incrementa i bonus monetari ad ogni vittoria e così via. Gli alloggi delle truppe, dal canto loro, permettono di avvalersi delle molteplici divisioni presenti: per i fanti è necessaria l'armeria, per i cavalieri le stalle, per i maghi la biblioteca, per i draghi un torrione isolato in cui farli nidificare. Dato che ogni stanza occupa un certo spazio e che il castello è suddiviso a griglie, la progettazione del castello è nella realtà un gioco di incastri. Gioco che, come ricordavamo sopra, dovrà comunque tenere in considerazione le esigenze difensive, e quindi, anche se a malincuore, ogni tanto occorrerà “sprecare” spazi che potreste destinare ai soldati, o al loro mantenimento, erigendo bastioni e torri. Inutile accumulare stanze bonus se queste possono essere facilmente distrutte dalla balista avversaria. Deleterio, poi, credere di impilare i vari riquadri a caso, non tenendo conto del peso della struttura, se non volete che la fortezza crolli da sola, appena darete il via all'assedio! Per lo stesso motivo occorre curarsi di difendere soprattutto le fondamenta: un nemico insidioso mirerà soprattutto a quelle, per far collassare l'intera struttura su sé stessa!

 

ALLA GUERRA!

Approntato il castello, avrà inizio il gioco vero e proprio. Suddiviso in una lunga serie di missioni governate da regole particolari per spezzare la monotonia (in alcune, infatti, potremo comandare solo determinati reparti dell'esercito, in altre utilizzare solo certi proiettili della balista, in altre ancora sarà il nostro alter ego a scendere direttamente in battaglia, dando vita ad una sorta di picchiaduro a scorrimento di cui parleremo a breve), questo frangente sulle prime potrebbe ricordarvi Angry Birds dei Rovio. Anche qui lo scopo è infatti quello di utilizzare una catapulta e proiettili dalle differenti caratteristiche per distruggere l'assembramento avversario. In realtà, in CastleStorm non solo la gestione della fisica è di gran lunga più soddisfacente, ma anche il gameplay è decisamente più variegato e meglio strutturato.

Se in Angry Birds i maialini verdi si limitavano a star fermi, aspettando i vostri proiettili, qui il castello nemico non smetterà un attimo di sfornare truppe. Ecco perché, invece di sparare come se non ci fosse un domani, vi converrà mirare anzitutto alle stanze avversarie deputate a mettere in scena i reparti più battaglieri, che possono essere i draghi, oppure i troll. E se queste sono troppo difese, mirate alle fondamenta della fortezza per farla collassare, o alle porte per sfondarle. Non sempre, infatti, le battaglie si vincono radendo al suolo le difese nemiche: è possibile portare a casa la vittoria anche rubando il vessillo reale e portandolo entro la propria cerchia di mura. Naturalmente, anche il nemico avrà il medesimo obiettivo, quindi voi dovrete, con la fidata balista, demolire le difese avversarie e, contemporaneamente, azzerare gli eserciti che si assiepano sotto le vostre porte! Nel mentre dovrete anche tenere sott'occhio le vostre truppe e sfornare i reparti che possono essere più utili (gli arcieri colpiscono sulle lunghe distanze e sono perfetti per contrastare i troll, che impiegano parecchio tempo a raggiungervi, mentre i cavalieri possono essere sguinzagliati contro la semplice fanteria, e i maghi, con i loro incantesimi, sono ottimi supporter).

In più, potrete anche decidere di scendere in campo personalmente. Un vero cavaliere non rimane al calduccio del castello, ma guida il proprio esercito alla vittoria!

CastleStorm vi consente di impersonare il primo cavaliere del re e di condurlo in sequenze tipiche dei picchiaduro a scorrimento di una volta. Questi frangenti, purtroppo parecchio caotici, saranno regolamentati da un sistema di combattimento che si basa tutto su attacchi e difese. Il nostro ha a disposizione l'arco per colpire da lontano (purtroppo la visuale ristretta non consente di andare troppo distante), e ovviamente la spada. Ma sarà lo scudo a salvarci in più occasioni. Inutile colpire a testa bassa: meglio imparare la routine d'attacco dei nemici, difendersi e poi mollare rapidi fendenti prima di tornare ad alzare il proprio scudo.

 

ARS BELLICA

Sulle prime vi sembrerà di impazzire: non è affatto facile tenere d'occhio tutto quello che avviene su schermo, nonostante le distanze tra i due castelli non sia mai grandissima (anzi). Però in breve tempo si verrà inghiottiti nel caos della battaglia e, complice un sistema di controllo della balista tutt'altro che perfetto, potreste credere che CastleStorm sia un titolo parecchio ostico.

Non è affatto così: il gioco di Zen Studios è molto accessibile, ma ha come unico difetto quello di esser stato pensato prima per altre console. Ne consegue che gli sviluppatori non abbiano colpevolmente approntato un sistema di controllo sensibile al tocco o, in alternativa, compatibile con il Telecomando Wii, come avviene invece nel già citato Angry Birds. Sia l'editor, sia il delicato frangente in cui prenderete la mira con la balista, dovranno essere gestiti con stick analogico e tasti, il ché è un vero peccato, visto che così il controllo è più farraginoso e meno immediato di come lo sarebbe stato se fosse stato implementato il touch screen.

Una dimostrazione di pigrizia che per lungo tempo ha messo a rischio il punteggio pieno del nostro sistema di valutazione semplificata. Se la quinta stellina splende, Zen Studios lo deve al fatto che il single player sia comunque parecchio longevo e molto divertente. Finito quello (difficoltosi obiettivi secondari allungano il brodo), inoltre, troveremo ad attenderci il multiplayer competitivo e co-op in grado di allungare ulteriormente la nostra permanenza nelle lande medievali di CastleStorm. Saranno queste modalità di contorno a farvi spendere tutto il denaro guadagnato in battaglia per potenziare i bastioni, le stanze bonus, le singole unità del vostro esercito, o i molteplici proiettili della balista, così da dar vita a battaglie senza esclusioni di colpi, all'ultimo troll e all'ultimo drago.

Un plauso va poi al comparto tecnico: la grafica è colorata e ben definita. Le singole unità sono riprodotte non solo in modo buffo, ma anche ben diversificate le une dalle altre, il ché aiuta molto quando bisognerà comandarle e si sarà immersi nella confusione della battaglia (questo purtroppo non vale per la fazione dei Vichinghi, che s'assomigliano notevolmente). Gli scenari poligonali sono dettagliati e la palette cromatica usata calza a pennello con lo stile poco serioso dell'opera. La gestione della fisica è semplicemente perfetta: i bastioni, le colonne e le torri del castello si afflosciano in modo credibile colpendo i punti deboli. Viceversa offrono maggiore resistenza se proverete a colpirli altrove. Questo sistema premia il giocatore che non spara a caso e che gestisce con profitto i proiettili più distruttivi. Sul versante sonoro, si registrano simpatiche marcette medievaleggianti.

Sulle altre piattaforme, CastleStorm ha avuto un ottimo supporto in termini di DLC: anche la versione Wii U prevede un'apposita schermata ma, al momento in cui scriviamo questa recensione, tutto ancora tace.

Proposto al prezzo di 9,99 Euro, l'ultima fatica di Zen Studios vale fino all'ultimo centesimo!

 

 

 

 

  © RIPRODUZIONE RISERVATA


A cura di : Carlo Terzano


Valutazione CastleStorm

In definitiva, CastleStorm ha dimostrato di essere ben più profondo di un tower defense, più completo di un Angry Birds, più frenetico e divertente di Crush the Castle. Il titolo di Zen Studios sbaraglia insomma la concorrenza, e sebbene su Wii U non possa contare su di un sistema di controllo che sfrutti il touch screen del GamePad o il puntatore del Telecomando Wii, ci troviamo comunque di fronte con un titolo longevo ed appassionante che beneficia poi di ottime modalità multigiocatore competitive o co-op.

 
Potrebbero interessarti anche:
castlestorm-wii-u-recensione-meyf-banner_1389629796052583300
CastleStorm
swords-e-soldiers-3d-3ds-recensione-meyf-banner_1391770113032486300
Swords & Soldiers 3D
cs_wp_02
CastleStorm, domani on line il primo DLC
castle-clout-3d_1390819746055831600
SelectSoft porta Castle Clout su 3DS!
buon-natale-felice-2014-meyf-b_1387904997090017900
Buon Natale dal Mario & Yoshi's friends!
nintendo-eshop-logo-b_1389182737093764300
Il meglio (e il peggio) di Nintendo eShop
border_tr