border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Ink



Ink
Sistema
Nintendo Switch
Genere
Platform
Giocatori
2
Produttore
zackbell games
Sviluppatore
stage clear studios
Distributore
digerati distribution
Prezzo
8,99
Uscite    
disponibile
disponibile
disponibile
scheda_networkoff scheda_pegi3
   
scheda_bottom

ink_logo_1532781157031429600

Un platform game con macchia ma senza paura


Cos’è dunque Ink?
E’ un platform game basato su un’idea semplice quanto geniale: le piattaforme non si vedono finché non vengono ricoperte di pittura.


LE MACCHIE SEGNANO IL CAMMINO
Nei primi livelli tutorial si impareranno le poche, semplici mosse a nostra disposizione: con stick o tasti direzionali si muove il protagonista, un cubetto bianco che strisciando sul pavimento o toccando un muro li tinge rendendone visibili i contorni.
Saltando contro un muro sarà possibile appiccicarsi ad esso ed arrampicarsi sfruttando i salti a parete, inoltre è presente un doppio salto che rilascia degli schizzi colorati in tutte le direzioni.
Morendo, cosa che avverrà spesso, si ottiene lo stesso effetto ed anche se siamo costretti a ricominciare il livello dal punto di partenza, ciò che pitturato era, pitturato resta.
Proseguendo nei 75 livelli proposti, verranno gradualmente introdotti nuovi elementi.
Per esempio ci saranno livelli con presenti dei nemici che dovremo eliminare affinchè si apra il portale d’uscita del livello.
Ad essi si aggiungeranno via via piattaforme mobili, trappole e boss.
Tutto ciò si traduce in un platform concettualmente simile a Super Meat Boy ma che si differenzia da esso per un approccio più ragionato ed una curva della difficoltà meno ripida che si traduce in sessioni impegnative ma mai frustranti.
Per chi desidera sfide aggiuntive ci sono inoltre le monete collezionabili che si ottengono raggiungendo l’uscita senza morire, e la possibilità di attivare un cronometro per divertirsi con lo speedrun.
Da citare poi l’interessante feature del multiplayer locale in cui è possibile affrontare i livelli giocando in due.
Dal punto di vista grafico, Ink offre uno stile essenziale ponderato attorno ad esigenze di gameplay, con sfondi scuri e macchie di pittura dai colori accesi. Il risultato è chiaro e conciso ma magari non sarebbe stato male dividere i livelli in “temi cromatici” per una maggiore varietà visiva.
A deliziare le nostre orecchie ci penserà una colonna sonora dei ritmi gentili e pacati che rilassano la tensione mentre si attraversano i livelli.
Se siete alla ricerca di un titolo con cui mettervi alla prova da soli o con un amico, Ink è il gioco che fa per voi.

A cura di : Alessio Cosolo


pro_contro_piu tanti livelli
pro_contro_piu difficoltà ben calibrata
pro_contro_piu possibilità di giocare in due 
una certa monotonia visiva pro_contro_meno

Valutazione Ink
 
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.0
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.0
pagella_termometro10
pagella_mario
8.0
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.0
pagella_luigi2
7.3
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
Basato su un’idea semplice ma geniale, Ink è consigliato ai veterani dei platform ma può essere apprezzato anche dai meno esperti grazie alla sua perfetta calibrazione della difficoltà  
pagella_bottom
Potrebbero interessarti anche:
border_tr