border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Injustice: Gods Among Us



Injustice: Gods Among Us
injustice-gods-among-us-wii-u-review-meyf-cover-pal_1367848317061404700
Sistema
Nintendo Wii U
Genere
Picchiaduro
Giocatori
1/4
Produttore
Warner Bros. Interactive
Sviluppatore
Nether Realm
Distributore
Warner Bros. Interactive
Versione
PAL
Requisiti
/
Uscite    
N.D.
N.D.
Disponibile
scheda_networkon scheda_pegi16
   
 
scheda_bottom

injustice-gods-among-us-wii-u-review-meyf-logo_1367847920057093000

...DEL RESTO, CHI NON S'E' MAI CHIESTO SE SIA PIU' FORTE SUPERMAN O BATMAN?


I picchiaduro piacciono a tutti, grandi e piccini, c'è poco da fare, specie se hanno il giusto grado di violenza e se sono sufficientemente distruttivi.

Inutile andare troppo per il sottile: quando in ogni scontro si susseguono a ritmo serrato ossa che si rompono, sangue che sgorga a flotti ed un buon numero di esplosioni, i maschietti all'ascolto sanno già che potrebbero essere di fronte ad un buon prodotto.

Se il gioco, poi, lo cura la software house che ha dato vita alla saga Mortal Kombat ed ha come protagonisti nientemeno che gli eroi della DC Comics... beh, iniziate a mettere i soldi necessari all'acquisto...



SUPER-DITTATORE

Benvenga l'idea dello scontro tra celebrità in calzamaglia ma... quale potrebbe essere il pretesto per far venire alle mani i paladini della giustizia, inquilini di fumetti distinti e molto diversi tra loro?

Ce lo raccontano, con una sinossi inaspettatamente credibile, gli sceneggiatori di Nether Realm Studios, che per l'occasione hanno messo in piedi un futuro alternativo dominato da un crudele dittatore: Clark Kent.

Proprio così: Superman alla fine ha usato i propri poteri per conquistare il mondo, non per proteggerlo come aveva giurato e da allora l'umanità vive una triste e mesta esistenza.

Chi sgarra se la deve vedere con l'uomo di Krypton, che non è molto tenero con i criminali, specie da quando alcuni malviventi capeggiati dal solito Jocker sono riusciti a nuclearizzare Metropolis, uccidendo sua moglie e suo figlio.

Da quell'evento il mite Superman ha perso la testa ed ha deciso di governare il mondo con il pugno di ferro. La lotta al crimine s'è fatta spietata e tutti debbono rispettare le sue regole, pena la morte.

Molti supereroi hanno provato a fermarlo, rimettendoci la vita. Solo Batman è ancora in piedi, ma da solo non può far molto. Braccato in quanto nemico del regime vive nascosto, col timore di essere passato a sua volta per le armi. Per fortuna l'Uomo Pipistrello riesce a teletrasportare, da una dimensione alternativa in cui Metropolis non è stata rasa al suolo e Superman è ancora buono, i supereroi DC che nella sua sono già passati a miglior vita.

Assieme avranno forse qualche chances in più di sconfiggere il malevolo dittatore kriptoniano...

Non aspettatevi un plot shakespeariano, sia chiaro, eppure la modalità “Storia” si rivela estremamente godibile, anche grazie ad un buon numero di entrate di scena piuttosto spettacolari.

Certo, a rovinarla ci pensa un nutrito numero di frangenti poco credibili, se non paradossali (doppi che si scontrano, personaggi che all'improvviso rivivono...) e di battute smargiasse da latte alle ginocchia, ma in compenso questa opzione permette non solo di fare una rapida conoscenza con le calzamaglie più note di DC Comics, ma anche di calarsi nei panni di tutti i personaggi del gioco.

La modalità è infatti inflessibile: l'eroe di turno va cambiato ogni quattro combattimenti. Così facendo si ha la possibilità di famigliarizzare con il sistema di combattimento, apprendere tecniche speciali e combo segrete e, soprattutto, trovare il proprio combattente ideale.

 

CHI FA DA SE' SI DIVERTE PER TRE?

Le opzioni single-player non si fermano qui. Troppo spesso i picchiaduro tendono a dimenticare il lupo solitario che vuole divertirsi da solo a favore di una cascata di modalità pensate su misura per le sfide con gli amici, ma Nether Realm Studios non è certo una neofita del settore e non è caduta in un errore tanto banale.

Dopo che avrete passato per le armi il cattivo Clark Kent potrete infatti intrattenervi con gusto in Battaglia.

Tale modalità di gioco propone all'utente sfide particolari. A volte dovremo passare per le armi più nemici senza la possibilità di ristabilire la propria barra vitale, altre volte dovremo combattere oltre che con l'avversario anche con un avvelenamento incipiente o contro il tempo tiranno, e via discorrendo.

Le prove dovranno essere sbloccate salendo di livello ed ottenendo le cosiddette “schede di accesso”. Una trovata, questa, parecchio intelligente che evita di appiattire il livellamento dei singoli eroi fine ad un ruolo marginale, dandogli un senso ben preciso all'interno dell'economia del gioco.

Solo completando le molteplici branche di questa opzione potrete inoltre mettere in saccoccia un buon numero di costumi alternativi per i vostri beniamini e robina comunque gustosa come musiche, sfondi e bozzetti. Insomma, anche da soli ce n'è per divertirsi davvero a lungo.

Simili alla modalità “Battaglia”, le 240 sfide dei Laboratori S.T.A.R. (l'ultima modalità single-player) consentono di prender parte a combattimenti alterando i parametri di gioco. Anche qui occorrerà sbloccarle a poco a poco, ottenendo valutazioni lusinghiere in quelle precedenti.

Naturalmente c'è poi il multigiocatore il quale, come ogni buon picchiaduro che si rispetti, riveste l'anima di Injustice – Gods Among Us. Il titolo di Nether Realm Studios consente a due giocatori di sfidarsi in locale e a otto di battersi on line.

Non siamo riusciti a testare a fondo quest'ultima modalità dal momento che abbiamo ricevuto la copia per la recensione alcune settimane prima dell'uscita, ma qua e là abbiamo incontrato qualche utente statunitense che ci ha comunque consentito di testare la solidità del sistema, lambito solo parzialmente da fenomeni di latenza.

 

DA GRANDI POTERI DERIVANO GRANDI RESPONSABILITA'

Ok, la frase in realtà proviene da Sten Lee di Marvel, ma casca proprio a fagiuolo per il paragrafo che stiamo per analizzare: quello del sistema di combattimento.

Qui Nether Realm Studios ha operato una scelta di fondo piuttosto intrigante: tutti i personaggi si rassomigliano in quanto ad abilità. Alcuni, come Cyborg e Freccia Verda, posseggono più mosse utili sulla lunga distanza, ma in generale non ci sono combattenti mirati per il corpo a corpo ed altri per il cecchinaggio. Tutti posseggono un parco di mosse sufficientemente variegato che consente al giocatore di trovarsi a proprio agio in ogni circostanza.

A variare sensibilmente è solo l'agilità dell'eroe di turno, collegata a doppiofilo alla sua stazza, più o meno possente. Una cosa, insomma, è calarsi negli aderenti e sensuali panni di Catwoman, un'altra è provare a muovere quell'ammasso putrescente che risponde al nome di Solomon Grundy.

Questa particolarità ha consentito agli sviluppatori di creare tante “tavolozze bianche”, che i giocatori potranno personalizzare come vogliono, dato che il gioco parte senza preconcetti. In più il roster appare quantomai bilanciato: volendo è possibile sconfiggere un nemico del calibro di Doomsday anche con un peso piuma (nel vero senso del termine!) come Hawkgirl.

Tutto ruota principalmente a tre attacchi, che potranno variare a seconda della direzione impressa con lo stick, delle combo nei quali vengono inanellati e del sistema delle prese. Il sistema di combattimento è insomma estremamente semplice e funzionale ma incredibilmente ricco di mosse spettacolari, che naturalmente pescano a piene mani dal background di ciascun figuro.

Così Jocker combatte a suon di torte in faccia, Aquaman richiama il potere di Atlantide evocando antichi mostri marini, un ceffone di Superman può mandare persino nel cosmo il povero Batman, il quale di rimando utilizzerà magari il proprio Batarang per affettare l'avambraccio di Flash!

I volti si illividiscono, le tutine attillate si sgualciscono, le membra grondano sangue e le ossa si spezzano: i supereroi Marvel mostrano il loro volto più umano e spingono il proprio corpo verso limiti mai raggiunti prima, mentre lottano per la sopravvivenza reciproca.

Un cazzotto ben assestato fa volare Solomon Grundy che trancia come burro i piloni di un parcheggio a più piani che collassa su sé stesso, scomparendo in una coltre di polvere e detriti. Un calcio in faccia deforma la mandibola della povera Harley Quinn, fratturandola in più punti e facendo zampillare sul televisore diversi litri di sangue denso e grumoso. Un gancio mirabolante di Bruce Wayne affonda nel costato di Nightwing come se fosse fatto di burro, facendogli sfondare per il contraccolpo la parete blindata di una base militare. Il corpo di Catwoman si ricopre di piaghe e di ustioni mentre Superman la bersaglia con la propria vista a raggi laser...

Insomma, i supereroi di DC Comics non scherzano affatto e stanno affilando le unghie per dar vita ai combattimenti più cruenti che si siano mai visti, soprattutto dalle parti di Nintendo!

 

DISTRUZIONE E SODDISFAZIONE

Se le scene da 18+ del Pegi non mancano, sembra comunque che Nether Realm Studios sia intenzionata a non ripetere gli errori fatti in passato con Mortal Kombat, quando i vari capitoli si succedevano a ritmo serrato assomigliandosi drammaticamente e le uniche novità riguardavano il nuovo limite di violenza sadica e perversa raggiunto dagli sviluppatori (ancora adesso alcune fatality turbano i sogni di diversi redattori).

Il comparto grafico, strutturato sul mitico Unreal Engine, è difatti in gran forma, in grado di stupire soprattutto per le arene di dimensioni generose particolarmente dettagliate e ricche di oggetti distruttibili. Palazzi, carrarmati, container, elicotteri... i nostri eroi potranno prendere e scagliarsi addosso di tutto, mentre lo scenario esplode, prende fuoco o semplicemente si deforma, si sbriciola e si polverizza sotto i loro colpi.

L'asfalto si liquefa quando Superman utilizza il suo sguardo infuocato, l'acciaio diventa malleabile come carta quando i nostri eroi in calzamaglia ci capitombolano contro, i grattacieli implodono come fuscelli quando vengono bersagliati dalla furia dei duellanti.

In più, come nella saga di Dead or Alive, ogni arena è strutturata su più piani: quando si combatte sul tetto di un grattacielo è possibile scaraventare l'avversario nel vuoto per continuare il combattimento su di un terrazzo sottostante, da lì sfondando il muro giusto è quindi possibile entrare in un nuovo ambiente e così via, fino ad arrivare in strada e ancora più sotto, combattendo tra le linee della metropolitana!

Ogni stage presenterà poi diversi elementi interattivi: nella Batcaverna, ad esempio, avvicinandosi ad un terminale sarà possibile azionare un pulsante che farà sparare alla Batmobile due razzi a ricerca all'indirizzo dell'avversario!

Insomma, Nether Realm Studios non si è limitata a vestire con le tutine DC Comics il vecchio Mortal Kombat, perché Injustice – Gods Among Us appare come un titolo carismatico, ben orchestrato e molto divertente.

La cura per i dettagli è encomiabile, la presenza di sequenze stereotipate vagamente ironiche risulta ben bilanciata da un'atmosfera cupa e a tratti funerea, che ci ricorda in ogni momento che la Terra è soggiogata dal perfido Superman, il sistema di controllo sarà forse limitato per i maniaci del genere, ma permette di divertirsi fin da subito e sorprende per i tanti risvolti approfonditi che riesce ancora a rivelare dopo ore ed ore di gioco intenso. Del resto era chiaro che lo sfruttamento del noto marchio DC Comics avrebbe imposto a Nether Realm Studios una deriva “pop” al proprio modo di sviluppare picchiaduro: siamo contenti che sia stata contenuta entro argini piazzati con arguzia e buongusto!

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 


A cura di : Andrea Bruno


pro_contro_piu Tanti personaggi celebri, ottimamente caratterizzati
pro_contro_piu Animazioni superlative
pro_contro_piu Roster ben bilanciato
pro_contro_piu Arene distruttibili e interattive
pro_contro_piu Molte modalità di gioco single e multiplayer
pro_contro_piu Sistema di combattimento immediato...
...Ma troppo facile per i veterani pro_contro_meno
Nel single player occorre livellare troppo per sbloccare gli extra pro_contro_meno

Valutazione Injustice: Gods Among Us
 
pagella_termometro10
pagella_mario
9.5
pagella_termometro10
pagella_mario
8.7
pagella_termometro10
pagella_mario
8.8
pagella_termometro10
pagella_mario
9.4
pagella_my
9.1
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
In definitiva, Injustice – Gods Among Us non tradisce le alte aspettative che i fans del genere e degli eroi DC Comics avevano costruito fin dalla sua presentazione allo scorso E3 e si piazza meritatamente tra i migliori picchiaduro usciti negli ultimi anni. Probabilmente i puristi avranno da ridire su di un sistema di controllo non sufficientemente tecnico, ma il titolo di Nether Real Studios è comunque molto divertente, incredibilmente spettacolare ed in grado di intrattenere a lungo. Perciò perché lamentarsi?
pagella_bottom
Potrebbero interessarti anche:
injustice-gods-among-us-wiiu-preview-meyf_1348057440010892000
Injustice: Gods Among Us
marvel-avengers-battaglia-per-la-terra-wii-u-preview-meyf-banner_1359993279018186300
Marvel Avengers: Battaglia per la Terra
marvel-avengers-battaglia-per-la-terra-wii-u-preview-meyf-banner_1352763519072103800
Marvel Avengers: Battaglia per la Terra
injustice-gods-among-us-wiiu-recensione-meyf_1367847906012962300
Injustice: Gods Among Us
injustice_1348131219030624700
Injustice: Gods Among Us, video e info
green-arrow_1349867688010870200
Injustice, Green Arrow si getta nella mischia!
injustice-data-pal_1358265867003325600
Injustice: Gods Among Us, data PAL
Injustice: Gods Among Us, Catwoman
border_tr