border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Mario Golf - World Tour



Mario Golf - World Tour
mario-golf-world-tour-3ds-recensione-meyf-cover-eur_1399019475084362400
Sistema
Nintendo 3DS
Genere
Sportivo
Giocatori
1/4
Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Camelot
Distributore
Nintendo Italia
Versione
Eur
Requisiti
/
Uscite    
N.D.
N.D.
2 Maggio 2014
scheda_networkon scheda_pegi3
   
 
scheda_bottom

mario-golf-world-tour-3ds-recensione-meyf-logo_1399019150040688500

UN IDRAULICO SEMPREVERDE SUL GREEN


La collaborazione tra Nintendo e Camelot ha conosciuto il suo massimo splendore a cavallo tra l'epoca Nintendo 64 e quella GameCube. In quel periodo, infatti, la mascotte italiota iniziava a mettere il suo rubicondo nasone fuori dal mondo dei platform e ad avventurarsi lungo i territori inesplorati di spin-off a sfondo sportivo.

E' sicuramente con le saghe di Mario Tennis e Mario Golf che il sodalizio tra le due case nipponiche ha dato il meglio di sé. Oggi, entrambe rivivono su 3DS dopo un insolito periodo di pausa. Mario Tennis Open ha già avuto modo di farsi apprezzare circa un anno e mezzo fa, ora vediamo come se la cava Mario Golf – World Tour.



GOLFISTI DELLA DOMENICA E NON SOLO

Coloro che hanno già giocato ai precedenti episodi di questa serie sportiva, sapranno che, tra le tante escursioni di Mario & Co. nelle discipline agonistiche più disparate, questa a tema golfistica è di certo la più seriosa e meno arcade.

Certo, siamo ancora ben distanti dalle simulazioni firmate EA che si sono avvalse del nome di Tiger Woods, ma l'idraulico del Regno dei Funghi si muove sul campo da golf con una professionalità inattesa, piuttosto distante dal modo di fare caciarone che ha caratterizzato altre sue discese in campo o nei circuiti automobilistici.

Mario Golf – World Tour si mantiene in questo filone di titolo tutto sommato serioso e, col suo debutto su 3DS, tenta di compiacere tanto la platea solita di Nintendo, che si fionderà ad acquistarlo solo per gli innumerevoli riferimenti al Regno dei Funghi ed ai suoi principali personaggi, quanto soprattutto gli appassionati del gioco del golf, che troveranno certamente nel titolo Camelot un valido passatempo.

Per non scontentare nessuno, gli sviluppatori hanno anzitutto approntato due diversi sistemi di controllo: uno automatizzato ed uno invece lasciato all'abilità dell'utente.

Il primo conferisce alla CPU gran parte del lavoro: vengono infatti suggeriti sia la traiettoria ottimale per completare la buca in meno tiri, sia la potenza consigliata per spedire la palla proprio dove la si vuole.

Il secondo, invece, prevede di settare tutti i parametri predetti via stylus. E' addirittura possibile definire il tocco che la mazza darà alla pallina, scegliendo dove colpire fisicamente la sfera bianca, così da impostare tiri brevi e arcuati o lanci lunghi dalla bassa traiettoria.

Non crediate che il sistema di controllo automatizzato renda comunque Mario Golf – World Tour una passeggiata perché, fedele alla tradizione, lo sportivo di Camelot vi farà sudare comunque sette camicie per avanzare e finire nel palmarès del Club Castello. Le indicazioni fornite dal software aiutano, è vero, ma bisogna anche analizzare altri fattori prima di tirare, quali ad esempio il vento e la conformazione del terreno, o otterrete risultati assai magri.

Per superare le prime tre competizioni (Torneo Foresta, Spiaggia e Montagna) è sufficiente imparare a padroneggiare il sistema di controllo automatizzato. Viceversa, per primeggiare in quelle successive (Giardini di Peach, la Giungla di Donkey Kong ed il Lago di Yoshi), bisogna necessariamente affidarsi al secondo tipo, che consente tiri più accurati per imprimere alla pallina l'esatto effetto voluto.

A questo proposito, occorre anche menzionare la possibilità di migliorare le statistiche del proprio alter ego, così da renderlo affine ai nostri gusti.

 

BIRDIE, PAR E SHOPPING!

Esattamente come accadeva nell'episodio Mario Golf – Toadstool Tour per GBA, selezionando la modalità principale “Club Castello” si finisce per essere avviluppati da interessanti caratteristiche ruolistiche che consentono di creare un personaggio (il proprio Mii) e di seguirlo lungo tutta la strada che lo condurrà al successo.

Questo, dal punto di vista ludico, si traduce nel poter girovagare in un hub piuttosto grande e colorato, che riprende le fattezze del castello di Peach di Super Mario 64, e poter parlare con decine e decine di PNG tratti di peso dagli episodi marieschi. Koopa, Goomba, ma anche Martelkoopa, Toad e Tipi Timidi vi elargiranno consigli preziosi e magari vi doneranno anche qualche strumento. Qua e là è possibile persino lasciarsi andare a qualche risata incontrando Birdo, il personaggio dalla sessualità incerta per antonomasia, guardacaso proprio nello spogliatoio femminile, o provare a “barare” servendosi della magia nera di Kamek.

Insomma, Camelot ha creato attorno alle competizioni un piccolo microcosmo vivo, colorato e divertente da godere, che certo saprà intrattenervi tra un campionato ed un minigioco in cui vi verrà chiesto di centrare degli anelli volanti, o di raccogliere le monete sparse lungo le buche, naturalmente sempre a colpi di pallina.

Ma la componente ruolistica non si esaurisce certo con le bizzarre locations da visitare ed i PNG con cui intrattenersi, visto che verte principalmente sulla facoltà di costruire il proprio alter ego.

All'inizio del gioco si sceglie il proprio Mii, si decide qual è la mano principale e se i suoi tiri tenderanno a destra o a sinistra. Successivamente sarà comunque possibile intervenire su questi parametri agghindandoli con i tanti, improbabili, vestiti, scarpe e cappellini che sbloccherete vincendo le partite e potrete successivamente acquistare all'emporio gestito da due Toad. Altri premi (come la tenuta Game Boy) saranno invece regalati primeggiando nelle competizioni on line indette mensilmente da Nintendo. Combinando con precisione i tanti strumenti presenti, potrete decidere se crearvi un atleta più forte che preciso o viceversa.

 

MI HAI DATO BUCA!

Il titolo Camelot non dimentica nemmeno i golfisti della domenica, quelli, cioè, che allo stress della modalità carriera prediligono quattro tiri veloci. Data anche la natura portatile, Mario Golf – World Tour ben si presta a partite brevi, che possano essere giocate mentre si attende il bus o nella sala d'aspetto del dentista.

L'opzione nominata, senza troppa fantasia, “Mario Golf” rappresenta la classica voce “partita veloce” e tira fuori dall'armadio i classici personaggi Nintendo, che in Club Castello vi faranno da sfidanti. Qui il gioco vira più verso l'arcade, perché i vostri tiri cambieranno a seconda del personaggio scelto (Yoshi e Peach sono personaggi tecnici, Bowser e DK incredibilmente forti, Mario e Luigi golfisti nella media, ecc...) ed in più potrete contare su dei tiri speciali che possono cambiare all'improvviso il risultato della partita.

Al fianco di tale modalità, troviamo poi le tante iniziative on line: a partire dal 2 Maggio, giorno in cui Mario Golf – World Tour sarà messo in vendita, Nintendo darà il via a competizioni temporanee via Nintendo Network, che si caratterizzeranno per regole insolite e andranno giocate in differita, salvo poi condividere con l'intera comunità il proprio punteggio.

A proposito di on line, non dimentichiamoci che, sempre dal 2 Maggio, da eShop sarà possibile acquistare anche i DLC del gioco:

 

 

  • Mario Golf World Tour: Free-Trial Course Pack - Gratis

  • Mario Golf World Tour: Mushroom Pack - €5.99

 

  • Mario Golf World Tour: Three-Pack Set - €11.99

 

 

Insomma, l'offerta del titolo Camelot è tutt'altro che risicata e ben si adatta a giocatori di tutte le estrazioni.

 

IL FASCINO DEI CALZONI ALLA ZUAVA

Tecnicamente parlando, Mario Golf World Tour è un titolo assai solido e convincente. Non solo per ciò che riguarda la resa grafica, colorata e morbida, sicuramente in linea con le altre produzioni Nintendo, ma anche e soprattutto per ciò che concerne il versante della gestione della fisica, che in un titolo del genere riveste un fattore a dir poco determinante.

La pallina si muove infatti in modo credibile lungo i tracciati, venendo influenzata dai venti e dalle condizioni metereologiche, che potranno incidere tanto sugli effetti impressi alla sua traiettoria, quanto sulla forza dei suoi rimbalzi. Sul green, poi, occorrerà fare molta attenzione alla conformazione del terreno, perché le irregolarità dello stesso influenzeranno il suo rotolamento. Piccole salitine rallenteranno la sua corsa, leggeri declivi le potrebbero donare accelerazioni non volute e le pendenze di altro tipo potrebbero portarla lontano dalla buca. La stereoscopia 3D, peraltro, permette di avere una visione d'insieme eccellente ed una prospettiva meno falsata, ideale per quando si è a pochi metri dalla buca.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


A cura di : Leonardo Gatto


pro_contro_piu Due sistemi di controllo
pro_contro_piu Adatto ai golfisti della domenica e professionisti
pro_contro_piu Colorato, ma dal forte animo simulativo
pro_contro_piu Tante sfide
pro_contro_piu Possibilità di crescita del proprio alter ego
Comparto sonoro sottotono pro_contro_meno
Le corse avanzate hanno solo 9 buche pro_contro_meno
Parecchie buche interessanti sono vendute a parte pro_contro_meno

Valutazione Mario Golf - World Tour
 
pagella_termometro10
pagella_mario
8.5
pagella_termometro10
pagella_mario
7.9
pagella_termometro10
pagella_mario
8.6
pagella_termometro10
pagella_mario
8.5
pagella_mario2
8.4
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
In definitiva, Mario Golf – World Tour si mantiene all'altezza dei precedenti episodi. Camelot non sbaglia il colpo e mantiene il proprio swing fisso sull'intento di creare un gioco sì colorato e zuccherino, ma anche serio e professionale. Se da un lato la modalità partita veloce riuscirà ad intrattenere i golfisti della domenica, dall'altro Club Castello si rivela essere la sfida adatta per tutti i giocatori ansiosi di superare sette camicie e di confrontarsi con una CPU alla loro altezza. Completa degnamente l'offerta, la possibilità di costruire un proprio personaggio e di prendere parte alle competizioni on line organizzate da Nintendo.
pagella_bottom
Potrebbero interessarti anche:
mario-golf-world-tour-3d-3ds-preview-banner-meyf_1362409420055016400
Mario Golf World Tour
mario-golf-world-tour-3ds-recensione-banner-meyf_1399019134069238700
Mario Golf - World Tour
mario-party-island-tour-meyf-3ds-anteprima-meyf-banner_1381933862096040800
Mario Party - Island Tour
mario-party-island-tour-3ds-recensione-meyf-banner_1389633699060015400
Mario Party - Island Tour
mario-golf-world-tour-cover-b_1393511917022625300
Mario Golf World Tour, cover JAP!
mario-golf-gba-b_1397469168030341000
Mario Golf GBC gratis con World Tour
slide1-logo
Mario Golf World Tour, nuovo video
mario-golf-world-tour-b_1391697793035874100
Mario Golf World Tour ha una data?
border_tr