border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Cube Tactics



Cube Tactics
cube-tactics-3ds-recensione-meyf-cover-pal_1394618583022609900
Sistema
Nintendo 3DS
Genere
Strategico
Giocatori
1/4
Produttore
Teyon
Sviluppatore
Peakvox
Distributore
Teyon
Versione
Eur
Requisiti
ADSL
Prezzo
4,99 Euro
Uscite    
N.D.
N.D.
13 Marzo 2014
scheda_networkon scheda_pegi3
   
scheda_bottom

cube-tactics-3ds-recensione-meyf-logo_1394618565046018400

IL MONDO E' BELLO PERCHE' CUBICO!


Sono sicuramente tre i titoli per il vecchio Nintendo DS che abbiamo letteralmente consumato giocandoci: Final Fantasy Tactics Advance 2: Grimoire of the Rift, Advance Wars - Dual Strike e Advance Wars – Dark Conflict.

Il passaggio di consegne tra i due bivalve Nintendo non ha purtroppo ravvivato il genere degli strategici e oggigiorno, dopo aver finito l'ottimo Fire Emblem Awakening da troppo tempo, ci ritroviamo inevitabilmente a girarci i pollici.

Quando, all'improvviso, sul Nintendo eShop arriva il gioco che non ti aspetti.



LE SEI FACCE DELL'ARTE DELLA GUERRA

Chiariamo subito una cosa: a dispetto del nostro cappello introduttivo, Cube Tactics non è uno strategico vero e proprio, di quelli seri ed integerrimi. L'opera di Peakvox non è dunque paragonabile ai titoli che abbiamo riportato poco sopra.

Tuttavia, dato il prezzo (4,99 Euro), il periodo piuttosto povero di uscite (specie per ciò che riguarda il genere di cui parliamo) e la simpatia del gameplay, riteniamo che rappresenti davvero un ottimo antipasto in attesa di titoli più seri e profondi.

Ma tentiamo di introdurvi ora nel folle mondo di Cube Tactics. Come nella maggior parte degli strategici, il vostro scopo sarà quello di avanzare lungo una sorta di scacchiera e debellare le unità nemiche, distruggendone il “nucleo”.

Rispetto però ai tanti titoli che affollano in genere, il gioco di Peakvox si caratterizza per l'assenza di un vero e proprio campo di battaglia, che andrà invece creato sul momento, edificando tanti piccoli cubi che permettano ai nostri uomini di raggiungere il quartier generale avversario.

I cubi che aggiungeremo possono essere semplici zolle di terreno, oppure ospitare unità abitative che influiranno direttamente sulla qualità del vostro esercito. Le fortezze aggiungono soldati, le tende incrementano gli arcieri, le chiese i sacerdoti e via discorrendo, permettendovi così di poter usufruire di tutte le unità che possono aiutarvi ad assediare il nemico. Andare avanti a testa bassa la maggior parte delle volte è infatti controproducente: la fanteria può essere facilmente annientata da un nemico ben preparato. Meglio quindi schierare diverse unità di supporto, che bersaglino l'avversario da lontano e curino le vostre armate.

Bisogna anche ricordarsi che più unità abitative identiche affiancate creano soldati più forti: disponendone quattro in quadrato, invece, si può contare su unità di una classe superiore. Naturalmente fortezze, chiese, fucine e via discorrendo andranno dislocate con intelligenza, per evitare che finiscano facili prede dell'esercito nemico. E bisogna pure ricordarsi che ciascun cubo consuma parte della nostra energia, che si ripristina col passare del tempo: restare a zero significa essere costretti ad una penosa pausa mentre l'esercito nemico furoreggia sul campo di battaglia.

Dopo che avrete creato tutto l'occorrente per affrontare la pugna, sarete finalmente pronti per iniziare la guerra. Il più delle volte, almeno inizialmente, l'azione successiva a quella della costruzione del campo sarà quella di disporre nuovi cubi così da unire la vostra isola fluttuante con quella dell'avversario. Solo creando le passerelle, infatti, i due eserciti avranno modo di incrociare le lame e provare a distruggere il nucleo avversario.

Naturalmente, anche durante la battaglia potrete espandere l'arena con altri cubi. Dovrete però tenere a mente due regole: anzitutto, potrete disporre i cubi solo accanto ad altri del vostro stesso colore (l'azzurro), e in secondo luogo questi andranno scelti tra una rosa di cinque che compare nel vostro stock casualmente, come in Tetris.

Quanto alla prima caratteristica, distruggere le fortezze nemiche trasforma i cubi avversari in cubi azzurri e vi permette dunque di edificare su quei terreni o nelle immediate vicinanze altre unità abitative di supporto. Naturalmente questa regola vale anche per il nemico, almeno in parte: il vostro avversario non può aggiungere nuovi cubi. Certo: ha già il campo di battaglia predisposto fin dal primo turno, e può erodere delle zone dalla zona sotto il vostro controllo, così da impedirvi nuovi tentativi di espansione, ma spiace constatare che la partita a scacchi non avvenga ad armi pari.

A mano a mano che si avanza, si imparerà ad impilare più cubi l'uno sull'altro, così da creare vere e proprie barriere naturali contro l'avanzata del nemico e le sue macchine d'assedio, e si sbloccheranno anche nuovi cubi speciali, come le catapulte, utili a lanciare i propri soldati al di là di venefiche paludi o di burroni insormontabili o i cannoni, davvero ideali quando occorre radere al suolo fortificazioni molto solide.

Insomma, i vari pezzi si sbloccheranno livello dopo livello e questo vi consentirà di tessere strategie sempre più ardite e di far fronte anche a situazioni molto variegate tra loro, dato che ogni quadro corrisponderà anche ad un campo di battaglia avversario inedito, che vi costringerà a studiare nuove strategie d'attacco.

 

TETRIS E TATTICHE

Come dicevamo all'inizio del precedente paragrafo, Cube Tactics è sicuramente uno strategico all'acqua di rose. Il suo gameplay tanto eclettico lo rende infatti sia spiccatamente action, visto che le partite debbono concludersi il prima possibile, per evitare improvvise rimonte dell'avversario, sia un gioco in perenne balia del caso, dal momento che, come in Tetris, bisogna cavarsela con i pezzi che ci arrivano. Inoltre, nei 26 quadri che compongono la modalità principale, i vari cubi disponibili cambieranno da partita a partita. Non sempre, insomma, si può fare affidamento sugli arcieri, sui ninja o sulle catapulte, perché sono gli sviluppatori a scegliere per noi le unità arruolabili e questo, certo, limita parecchio le strategie che possono essere elaborate.

Ma, a prescindere da ciò, la modalità in singolo elaborata da Peakvox resta estremamente godibile e divertente. Ventisei missioni sono forse un po' poche -e si spera infatti che gli sviluppatori approntino quanto prima dei DLC, magari gratuiti-, ma non bisogna comunque dimenticare che, accanto a queste, si trovano intriganti opzioni multiplayer on line fino a quattro giocatori. Avendo potuto provare il gioco prima del suo rilascio, non possiamo pronunciarci sulla solidità del gioco via Nintendo Network e sull'eventuale presenza di fenomeni di latenza, ma in cambio possiamo dire che le meccaniche di gioco frenetiche ed intelligenti ben si prestano al multiplayer competitivo, tant'è che abbiamo trascorso davvero tante ore in appassionanti sfide contro avversari umani. Stupisce invece l'assenza di modalità multiplayer in locale: per competere con i vostri amici è dunque necessario collegarsi ad Internet, anche se vi trovate tutti nella medesima stanza.

Terminiamo la recensione parlando brevemente dell'aspetto meramente tecnico.

Graficamente, l'opera di Peakvox non farà certo gridare al miracolo, ma si registra comunque una buona pulizia dell'immagine, ed un'ottima elaborazione poligonale di personaggi e edifici, che li rende distinguibili a colpo d'occhio anche da lontano, mentre sul campo di battaglia infuria la guerra. Molto buono inoltre il character design tipicamente nipponico, ulteriormente ingentilito dallo stile super-deformed.

Discreto il comparto audio: le fanfare medievaleggianti all'inizio galvanizzano, salvo poi costringere ad abbassare il volume appena ci si accorge del fatto che i pochi brani, oltre a somigliarsi tutti, si ripetono in loop all'infinito.

Decisamente migliori, invece i parametri relativi alla giocabilità e longevità. Cube Tactics è un titolo innovativo, fresco e frizzante che ben amalgama una commistione di regole sicuramente inedita. Una volta terminata la modalità principale, la longevità è poi assicurata non solo dalla possibilità di intavolare contro la CPU sfide calibrate al millimetro, ma anche e soprattutto dal multiplayer on line.

 

 

 

 © RIPRODUZIONE RISERVATA


A cura di : Carlo Terzano


Valutazione Cube Tactics

In definitiva, Cube Tactics si è rivelato essere un simpatico strategico, ancorché mitigato da una esecuzione insolitamente frenetica e da regole di gioco che lasciano buona parte della partita in preda al caso (es. non è possibile determinare i “cubi” a propria disposizione, che invece arrivano a caso come in Tetris) e dunque al di fuori della vostra sfera di controllo. Il risultato è un concept insolito, straniante ma anche divertente, che ben si presta tanto alle partite di pochi minuti contro la CPU quanto a lunghe sfide contro altri tre giocatori via Nintendo Network!

 
Potrebbero interessarti anche:
cube-tactics-3ds-recensione-meyf-banner_1394618544081545800
Cube Tactics
mario-party-island-tour-meyf-3ds-anteprima-meyf-banner_1381933862096040800
Mario Party - Island Tour
wii-party-u-anteprima-meyf-banner_1379408879086250000
Wii Party U
wii-party-u-wii-u-recensione-meyf-banner_1383661174068574400
Wii Party U
bannere_cubetactics
Teyon annuncia Cube Tactics per 3DS!
11025784_935897586450600_6531195262324006982_n?oh=a431adf52bd6a3df8fedf3cc67bae7e8&oe=55fbc3de
Cube Life Island Survival, video e prezzo
eshop-banner
Questa settimana su Nintendo eShop
Scoppia la guerra WiiWare
border_tr