border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Mario Party - Island Tour



Mario Party - Island Tour
 
Sistema
Nintendo 3DS
Genere
Party Game
Giocatori
1/4
Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nd Cube
Distributore
Nintendo Italia
Versione
Filmato
Requisiti
/
Uscite    
22 Novembre
Dicembre 2014
2014
scheda_networkon scheda_pegi3
   
scheda_bottom

mario-party-island-tour-3ds-anteprima-meyf-logo_1381933875036877500

SIETE ALLA RICERCA DEL POSTO PIU' “IN” DOVE ORGANIZZARE LE FESTE? E' IL NINTENDO 3DS!


Per moltissimi anni, la saga di Mario Party ha rappresentato una delle più floride (nonché delle prime) collaborazioni tra Nintendo ed una software house esterna: Hudson Soft.

Una collaborazione davvero d'oro, che ha permesso ai due colossi nipponici di incassare miliardi e di piazzare qualcosa come 30 milioni di copie in tutto il mondo frazionati tra nove episodi, di cui uno per DS ed un altro per Advance.

Ma, stranamente proprio a seguito dei capitoli più venduti (Mario Party DS ha venduto circa 9 milioni di copie, Mario Party 8 quasi 8, contro la media che si assestava sui 2mln), l'incantesimo si è rotto e le due software house hanno deciso di separarsi...


L'ANIMA DEL PARTY

Probabilmente non sapremo mai perché, ad un certo punto, l'idillio si sia spezzato, il fidanzamento si sia interrotto, e Nintendo abbia deciso di chiudere le porte in faccia alla casa del mitico Bomberman. Come le migliori storie d'amore, del resto, anche l'intenso rapporto tra Mario e quei festaioli di Hudson è finita un po' all'improvviso, arruginita dalla noia, logorata dagli anni.

Gli episodi di susseguivano troppo uguali, i minigiochi rischiavano di apparire fotocopie in carta-carbone di quelli precedenti, e l'ottavo episodio, il primo per Nintendo Wii, era talmente identico al settimo per GameCube da non chiamare quasi in causa le specifiche innovative del Wiimote.

Resta il fatto che la decisione di Nintendo ha mandato a gambe all'aria i conti finanziari di Hudson, che infatti ha capitombolato nel giro di pochi anni, finendo assorbita da un'antica rivale: Konami.

Invece, Nintendo, da parte sua, ha preferito affidarsi per Mario Party 9 alla giovanissima ND Cube, composta da molti ex impiegati di Hudson Soft. Il cambio di direzione ha fatto bene alla serie, che finalmente ha iniziato ha mostrare alcune attese rivoluzioni, e adesso ci si aspetta di capire cos'abbiano in serbo per 3DS.

 

LOCALE PIU' PICCOLO, FESTE PIU' GRANDI

A quanto pare, visti anche gli ottimi risultati ottenuti da Mario Party DS, il gioco dell'oca a base di idraulici, principesse, gorilla e tartarughe è destinata a trasferirsi su console portatile, lasciando così spazio di manovra ai Mii ed alle loro folli feste su quelle da salotto.

Una scelta in apparenza infelice, vista la difficoltà di organizzare partite multiplayer su 3DS e le tante possibilità festaiole offerte invece dal GamePad Wii U, che però ha permesso a ND Cube di cambiare il concept alla base del gioco.

Al pari di Mario Party DS, infatti, anche Mario Party - Island Tour presenta meccaniche che strizzano maggiormente l'occhio al lupo solitario.

Si prevede quindi non solo una fase sul tabellone velocizzata, per evitare di perdere troppo tempo guardando la CPU tirare il dado, ma soprattutto tavole diversificate le une dalle altre, così da invitare l'utente a provarle un po' tutte.

Ad oggi sappiamo che saranno almeno 7 e di queste ne abbiamo potuto visionare alcune. In quella campestre, ambientata tra le verdi praterie del Regno dei Funghi, ad esempio, ogni casella blu farà guadagnare ai partecipanti degli items di mariokartesca memoria, che potranno essere utilizzati a proprio vantaggio e a discapito dei concorrenti. I Pallottoli Bill, inseguiranno chi è davanti a noi, per farlo retrocedere, mentre i Lakitu ruberanno le monete agli avversari, portandole nel nostro borsello virtuale. Nel tabellone spaziale, che strizza l'occhio alla Star Road e passa lungo l'osservatorio astronomico di Rosalina, si guideranno dei veri e propri bolidi à la F-Zero e le caselle blu doneranno dei boost rappresentati da dadi extra che moltiplicheranno anche x 4 il risultato ottenuto con i dadi. Così facendo, insomma, le partite saranno più concitate e veloci pur giocando da soli contro bot del computer.

Inoltre, vista la natura portatile del gioco, si potrà intervenire sulle opzioni così da scegliere un numero insolitamente ridotto di turni. Si avrà anche modo di salvare la propria partita in ogni momento, il ché ci consentirà di giocare a Mario Party – Island Tour mentre si è sull'autobus o si attende il proprio turno alle poste. A seconda del tabellone scelto, intervenendo sulle opzioni, si potrà comprimere una partita potrà in appena 5 minuti, o 10 e comunque fare in modo che non superi mai la mezz'ora, mentre nei Mario Party classici poteva impegnarvi addirittura un intero pomeriggio.

Non viene scalfito il gameplay storico: ancora una volta lo scopo finale sarà accaparrarsi più stelle dei propri avversari, comprandole o semplicemente raggiungendole sulla mappa a seconda dei tabelloni. Ad ogni turno avanzeremo di un certo numero di caselle, il cui colore determinerà il tipo di minigiochi: tutti contro tutti (finendo tutti sulle caselle del medesimo colore), tutti contro uno (il povero tapino che finisce sulla casella di colore diverso), o due contro due.

Quanto ai minigiochi, saranno naturalmente i veri protagonisti di Mario Party – Island Tour, e, come potete vedere osservando le immagini di contorno a questa anteprima, chiameranno in causa ora il touch screen, ora il giroscopio interno alla console, ora lo stick analogico, così da sfruttare appieno ogni caratteristica del 3DS, microfono incluso, si spera.
Quel che è certo, è che il titolo di Nd Cube sarà compatibile sia con StreetPass, sia con la modalità download play, che consentirà a tre giocatori di unirsi alla partita dell'unico che possiede il gioco!
Inoltre, proprio poco prima che pubblicassimo questo articolo, Nintendo ha fatto sapere che tra gli oltre 80 minigiochi presenti ce ne saranno alcuni che sfrutteranno la Realtà Aumentata.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


A cura di : Luisa Grotti


Aspettativa Mario Party - Island Tour

Speravamo di poter trovare Mario Party – Island Tour nei negozi sotto Natale, invece a quanto sembra la festicciola del nostro idraulico quest'anno mancherà clamorosamente il periodo più propizio, posizionandosi nel primo trimestre del 2014. Non è comunque un gran danno, considerata la rinnovata natura single-player portata in dote da questo episodio per 3DS. Resta da capire se e quanto ci si divertirà da soli alle prese con dadi, pedine e tabelloni e, soprattutto, se dopo 12 episodi (compresi quelli per GBA e DS) la saga abbia ancora qualcosa da dire!

 
Potrebbero interessarti anche:
mario-party-island-tour-meyf-3ds-anteprima-meyf-banner_1381933862096040800
Mario Party - Island Tour
mario-party-island-tour-3ds-recensione-meyf-banner_1389633699060015400
Mario Party - Island Tour
barbie-dreamhouse-party-3ds-recensione-meyf-banner_1391507407098806200
Barbie Dreamhouse Party
wii-party-u-anteprima-meyf-banner_1379408879086250000
Wii Party U
bg_box-art
Mario Party - Island Tour, spot TV
feature_download-to-play
Mario Party - Island Tour, bocciato dalla critica
mario-party-island-tour_1377713792029463500
Mario Party Island Tour, cover USA
mario-party-island-tour-b_1383337129081179500
Mario Party - Island Tour, debut trailer
border_tr