border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Inazuma Eleven 3 - Lampo Folgorante



Inazuma Eleven 3 - Lampo Folgorante
inazuma-eleven-3-lampo-folgorante-cover-eur-27-sett_1380614638086684000
Sistema
Nintendo 3DS
Genere
GdR
Giocatori
1/4
Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Leve--5
Distributore
Nintendo Italia
Versione
Eur
Requisiti
/
Uscite    
N.D.
N.D.
Disponibile
scheda_networkon scheda_pegi7
   
 
scheda_bottom

inazuma-eleven-3-lampo-folgorante-logo_1380614323014176300


Ai tempi delle vecchie console Nintendo, soprattutto in piena epopea (ma sarebbe meglio definirla “odissea”) Nintendo 64 e GameCube, accadeva spesso che tra l'uscita nipponica di alcuni giochi e quella europea passassero interi semestri, a volte persino un anno. Poi per fortuna la Casa di Kyoto ha ridotto le distanze con il Vecchio Continente, ed oggi le uscite nei tre mercati si sono fatte sempre più ravvicinate. Nel caso di Pokémon X e Pokémon Y avremo addirittura un inatteso day one mondiale.

Tuttavia, qualche gioco che rischia di perdersi nei meandri della localizzazione c'è sempre, ed è sicuramente il caso di Inazuma Eleven 3 – Fuoco Esplosivo e di Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante.



UN VASTO CENTROCAMPO

Ricordate i cartoni animati di Holly e Benji? Se avete, come noi, tre decadi sulle spalle, non potrete certo non conoscerli! Uno degli aspetti caratteristici di quel cartone era il fatto che il centrocampo fosse interminabile: gli attaccanti lo attraversavano per ore, pareva che stessero scalando una montagna, nel mentre dribblavano decine di difensori avversari e avevano pure tutto il tempo di concludere il proprio pistolotto mentale che durava diversi minuti.

Ebbene, eravamo convinti che Inazuma Eleven 3, visto il ritardo accumulato si stesse inerpicando per un centrocampo di “tsubasiana” memoria!

Uscito infatti in Giappone nell'ormai lontana Estate 2010, questo capitolo non solo ha mancato di un triennio l'uscita europea, ma ha addirittura mancato la console di riferimento: il vecchio Nintendo DS.

Il predecessore dell'attuale portatile ha infatti chiuso le sue valve da ormai un anno e mezzo, e a Nintendo Europa non è rimasto altro da fare che avviare un veloce lavoro di conversione che, come vedremo, non ha soddisfatto appieno.

 

AUTOGOL?

In Giappone Inazuma Eleven 3 è debuttato in tre versioni: Spark, Bomber e The Ogre, quest'ultimo uscito dopo qualche mese sugli altri due, nel Dicembre del 2010. Noi dovremo accontentarci di Inazuma Eleven 3 – Fuoco Esplosivo ed Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante che differiscono essenzialmente per un pugno di personaggi, stile Pokémon, tra cui due calciatori (l'italiano Paolo Bianchi e l'africano Hector Helio) attorno ai quali verterà gran parte della sinossi.

Ma, come dicevamo poco sopra, prima di parlare del gioco in sé, è obbligatorio affrontare la questione dell'improvviso cambio di console, dal vecchio DS al 3DS.

Trasportare un progetto tra due macchine tanto differenti, specie in termini grafici, non è affatto facile, specie se il trasloco non viene fatto con cognizione di causa.

Data la diversità di hardware, probabilmente gli sviluppatori avrebbero fatto meno fatica a radere al suolo tutto e a riniziare lo sviluppo daccapo, anziché provare ad imbellettare il vecchio gioco qua e là, per non far sentire troppo le conseguenze del “salto” generazionale.

Ma ovviamente Level-5 non ha rimesso mano al codice del gioco, perché una soluzione simile avrebbe portato via troppo tempo e troppi soldi. La Casa del Prof. Layton si è invece limitata a modificare il comparto tecnico laddove ne aveva più bisogno.

Inazuma Eleven 3 – Fuoco Esplosivo e Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante appaiono così sui nostri 3DS nel loro disarmante aspetto originario.

Ad iniziare, naturalmente, dai filmati che enfatizzano la sinossi. Curati dal medesimo team creativo che ha realizzato l'omonimo cartone animato, non sono stati più toccati dalla versione per DS, dunque si trascinano dietro la risoluzione grafica della precedente console. Il problema, però, non sta tanto nella qualità dei fotogrammi, quanto nel fatto che i due handheld Nintendo abbiano visori di dimensioni molto differenti: 256x192 pixel il DS, 800x240 il 3DS, con una diagonale da 3,25'' il primo e da 3,53'' il secondo.

Level-5 ha risolto il problema incorniciando i filmati con enormi bande nere orizzontali e verticali. Le stesse che potete mettere, per farvi capire, quando giocate ad un gioco DS su 3DS per rispettare le proporzioni della diagonale originaria.

Fin dai primi istanti si ha dunque la sensazione di giocare ad un prodotto emulato e non nuovo. Peccato però che, stando al listino di GameStop, i due titoli saranno comunque proposti a prezzo intero.

Ma non è finita qui.

Sul fronte grafico, Level-5 ha infatti ritoccato le sequenze in cui i modelli poligonali dei giocatori calciano in porta o si avvalgono dei loro tiri speciali per segnare, così da renderle compatibili con il 3D stereoscopico. Tuttavia, il gruppo di sviluppatori ha lasciato pressoché intatte le sessioni a visuale isometrica, durante le quali avviene l'esplorazione delle tante locations presenti (si girerà un po' tutto il mondo, prendendo parte alla prestigiosa Football Frontier).

Oltretutto, non si segnala il benché minimo supporto della stereoscopia, dato che l'esplorazione del mondo di gioco avviene tramite il visore inferiore, mentre quello superiore, 3D, è inutilmente relegato alla funzione di mappa o di menu di gioco.

Una scelta discutibile, che ha evitato a Level-5 di riadattare i due titoli secondo le nuove caratteristiche del 3DS. Abbiamo scattato delle foto alla versione giapponese di Inazuma Eleven 3 per il vecchio DS e le abbiamo confrontate con quelle ufficiali di Nintendo Italia per 3DS, e si può dunque constatare che le migliorie tecniche siano ridotte al lumicino.

Solo aguzzando la vista è infatti possibile notare che qualche modello poligonale è stato rivisto e leggermente rimpolpato, che i colpi speciali godono ora di maggior dettaglio, che gli elementi 3D degli scenari ora sono più dettagliati e risaltano maggiormente e che qualche texture è stata resa un po' più definita, ma in linea generale dobbiamo dire che Inazuma Eleven 3 – Fuoco Esplosivo ed Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante sono delle vere e proprie emulazioni, quasi indistinguibili dalle versioni originarie.

 

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA?

Per il resto, Inazuma Eleven 3 – Fuoco Esplosivo ed Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante non differiscono affatto dai loro predecessori e dunque presentano ancora un gameplay saldamente ancorato agli RPG di origine nipponica in cui la trama è sempre ben presente in ogni istante dell'avventura, forse anche troppo, vista la mole di dialoghi che ci si trova di fronte. Chi cerca un titolo di calcio vero e proprio, aspetti insomma Fifa 14, in uscita sull'eShop proprio il giorno in cui Inazuma Eleven 3 – Fuoco Esplosivo ed Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante debutteranno nei negozi, ovvero il prossimo 27 Settembre.

Questo perché tra PNG con cui scambiare quattro chiacchiere, sfide casuali e bauli da rinvenire, il gioco del calcio classico rischia indubbiamente di essere sacrificato.

Gli amanti della serie si ritroveranno invece subito a casa: il terzo capitolo presenta ancora una volta una forte suddivisione di meccaniche di gioco e verte essenzialmente sull'esplorazione delle locations e la fase di “combattimento” sui campi da calcio.

La prima segue le regole dei role play game tradizionali: la visuale isometrica ci accompagnerà dunque lungo cittadine, boschi, spiagge, negozi alla ricerca essenzialmente di oggetti, il più delle volte contenuti nei classici bauli. Inazuma Eleven 3 – Fuoco Esplosivo ed Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante permettono difatto di potenziare i propri calciatori vestendoli di tutto punto: dagli scarpini alle magliette, passando naturalmente per nuove e fenomenali tecniche calcistiche. Tutti questi items potranno essere rinvenuti gratuitamente nei forzieri, o acquistati nei negozi. L'esplorazione delle aree premierà i più curiosi anche perché, qua e là, delle side-quest permettono di ampliare la propria rosa di giocatori aggiudicandosi nuovi atleti: in tutto sono oltre 2.200, molti dei quali saranno ottenuti solo dopo averli sconfitti sul campo.

La seconda fase che costituisce la dorsale di Inazuma Elven 3 – Fuoco Esplosivo e Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante è invece quella del combattimento (termine poco adatto al calcio, ma sicuramente affine all'anima GDR del gioco) vero e proprio: possono essere sfide casuali, sfide secondarie animate da obiettivi particolari (es. realizzare gol senza subirli), oppure le sfide ufficiali della Football Frontier. In tutti i casi le meccaniche di gioco vertono sul touch screen e vi chiederanno, come se foste il mister della Inazuma Japan, di scarabocchiare attivamente su schermo le azioni che dovranno compiere i vostri calciatori, in modo da intercettare il pallone e fare goal. Quando si è in area di tiro o due avversari si scontrano, l'azione entra in pausa e voi dovrete scegliere la tecnica da utilizzare e la potenza della stessa: in questo caso il risultato sarà dato da complessi algoritmi che, come nei GDR, si basano sul livello dei personaggi interessati, sul loro equipaggiamento e sulle loro caratteristiche.

Tornano naturalmente i Punti Energia, che determinano la freschezza dei vostri atleti, i Punti di Passione, che invece possono essere scambiati con oggetti e allenamenti speciali, i Punti Tecnici, essenziali per eseguire le tecniche speciali che hanno reso noto il cartone, mentre vera e propria innovazione di questo terzo episodio sono i Punti Tecnici di Squadra, che determineranno la possibilità di attuare tecniche speciali che coinvolgono più giocatori.

 

CARTELLINO GIALLO

L'intelaiatura è rimasta quella, non si registrano novità di sorta e purtroppo si nota semplicemente che i principali difetti della saga (tra cui la sovrabbondanza di dialoghi, spesso inutili ed il gran numero di incontri casuali) sono riproposti tali e quali, senza che Level-5 abbia fatto tesoro delle critiche che le sono state mosse contro in questi anni.

Dal punto di vista grafico, Inazuma Eleven 3 – Fuoco Esplosivo ed Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante sono prodotti mediocri, in linea con quella che era la potenza di calcolo del vecchio DS, ma ben poco aderenti agli standard attuali. Gli scenari sono spogli, le texture stiracchiate, i modelli poligonali dei calciatori piuttosto grezzi e malamente animati, il 3D stereoscopico è solo un orpello, peraltro anche piuttosto poco visibile e buttato lì in modo immotivato. Solo le tecniche speciali sono state riviste per apparire un minimo spettacolari anche su 3DS, ma anche in questo caso si sarebbe potuto fare molto di più.

Decisamente migliore il sonoro: gli effetti FX sono forse un po' gracchianti, ma le musiche in compenso sono orecchiabili ed il doppiaggio in italiano è soddisfacente.

Dal punto di vista della longevità, invece, il discorso si fa più complesso: sta infatti a come vi ponete nei confronti della serie calcistica di Level-5. Il fatto che il terzo episodio non porti in dote alcuna novità di sorta (se non un migliore bilanciamento storia-azione ed una sinossi meno dispersiva) limita in modo significativo le potenzialità di questo GdR di stampo classico, che non punta troppo sul gameplay per stupire, quanto sulla simpatia dei personaggi e sul fattore collezionismo stile Pokémon. Nel 2013 spiace lamentarsi ancora dei troppi incontri casuali e della ridondanza di alcuni dialoghi, difetti classici dei JRPG che speravamo di esserci lasciati alle spalle con la fine degli anni '90.

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


A cura di : Leonardo Gatto


pro_contro_piu Tutta la simpatia della Inazuma Eleven
pro_contro_piu Oltre 2200 calciatori
pro_contro_piu Gli amanti del collezionismo impazziranno
pro_contro_piu Buono il doppiaggio in italiano
Pigra trasposizione dal vecchio DS pro_contro_meno
3D stereoscopico superficiale pro_contro_meno
La meccanica di gioco non cambia di una virgola da anni pro_contro_meno
Troppi, troppi, troppi dialoghi! pro_contro_meno

Valutazione Inazuma Eleven 3 - Lampo Folgorante
pagella_termometro10
pagella_mario
8.0
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
6.7
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.5
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.4
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.3
pagella_luigi2
7.4
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
In definitiva, Inazuma Eleven 3 – Fuoco Esplosivo ed Inazuma Eleven 3 – Lampo Folgorante si mantengono in linea con i passati episodi della serie. Chi ha amato la bizzarra rivisitazione del “gioco più bello del mondo” secondo Level-5 si ritroverà dunque subito a casa, chi non lo ha apprezzato continuerà a tenersene a distanza. Le novità sono ridotte al lumicino e la versione europea soffre della pigra trasposizione di console. Per il prossimo capitolo pretendiamo dagli sviluppatori un gameplay rinnovato.
pagella_bottom
Potrebbero interessarti anche:
inazuma-eleven-3-ogre-all-attacco-3ds-recensione-meyf-banner_1392375007062709900
Inazuma Eleven 3 Ogre all'Attacco
inazuma-eleven-3ds-recensione-meyf-banner_1393234455012406100
Inazuma Eleven
inazuma-eleven-3-lampo-folgorante-3ds-anteprima-meyf-banner_1378544850004226700
Inazuma Eleven 3 - Lampo Folgorante
inazuma-eleven-3-fuoco-esplosivo-3ds-anteprima-meyf-banner_1378545412038934300
Inazuma Eleven 3 - Fuoco Esplosivo
teamimage
Inazuma Eleven 3 Ogre a metà Febbraio
inazuma-eleven-3_1377681108060139000
Inazuma Eleven 3, cover e foto europee
inazuma_1348136721038728900
Inazuma Eleven, 2 titoli su 3DS!
bktezg9iqaai6lj:large
Inazuma Eleven Go Luce e Ombra in Italia
border_tr