border_tl
blocchi_social Facebook Twitter RSS
center_top
 

Disney Infinity



Disney Infinity
disney-infinity-wii-u-recensione-meyf-cover-pal_1379280685068534500
Sistema
Nintendo Wii U
Genere
Sandbox / Azione
Giocatori
1/2
Produttore
Disney Interactive
Sviluppatore
Avalanche Soft.
Distributore
Disney Interactive
Versione
PAL
Requisiti
/
Uscite    
N.D.
N.D.
Disponibile
scheda_networkon scheda_pegi7
   
 
scheda_bottom

disney-infinity-wii-u-recensione-meyf-logo_1379280703055420700

QUANDO IL SANDBOX SI TRASFORMA IN SABBIE MOBILI


Dato il successo che ha ottenuto Activision con il suo esercito di plasticosissimi Skylanders (al 31 Luglio aveva messo nel portafogli qualcosa come 1,5 miliardi di dollari soltanto dai proventi statunitensi), era solo questione di tempo prima che altre software house la seguissero nel suo solco. Tuttavia, non è da tutte riuscire a mettere assieme una simile impalcatura che unisca videogiochi ad una serie di statuine plasticose da abbinarci: occorrono soldi, tantissimi soldi.

Ecco perché, ad oggi, si contano solo due tentativi di emulare il bestseller della Casa di Santa Monica: Nintendo, con il suo mediocre Pokémon Rumble U e Disney Interactive, con il pubblicizzatissimo Disney Infinity. Il titolo Nintendo lo abbiamo già scansionato a raggi X la scorsa settimana, e non ci ha affatto convinto. Vediamo allora di vedere cos'ha combinato la software house di zio Walt...



VALANGHE LETALI

La prima cosa che stupisce all'avvio di Disney Infinity (venduto in una voluminosa confezione denominata starter pack, il cui prezzo si aggira sui 70 Euro e comprendente oltre al gioco, la pedana e tre statuine) è che Disney Interactive abbia deciso di affidare lo sviluppo di un simile pezzo da 90 a Avalanche Software.

Non nutriamo alcun pregiudizio nei confronti di questo team statunitense, con sede nello stato dello Utah, tuttavia è innegabile che, dalla fondazione ad oggi, non sia mai riuscito a sviluppare qualcosa di memorabile (da Toy Story 3 a Bolt, passando per Rampage 2 a Mortal Kombat Trilogy).

Per questo, su due piedi, non ci sembra il gruppo più adatto a sviluppare un gioco simile, su cui Disney Interactive ha investito una ingentissima quantità di denaro.

Tuttavia non sono considerazioni che ci spettano, perciò torniamo al gioco. Anzitutto è bene precisare una cosa: definire Disney Infinity come “lo Skylanders con Topolino” è assai riduttivo. Infatti, come avremo modo di vedere, gli sviluppatori hanno tentato di ampliare l'esperienza, fondendo le meccaniche del gioco Activision con quelle di Little Big Planet.

Il risultato è dunque un bizzarro miscuglio di generi, legati assieme dall'immensa opzione sand-box. Insomma, Disney Infinity vi dà un mezzo fantastiliardo di tool-set e vi permette di costruire il vostro gioco. Questo almeno su carta. Nella realtà dei fatti la situazione non è proprio così ed avremo modo di spiegarvi perché.

Inizialmente, l'impatto è sconcertante: si viene infatti soverchiati da una mole di opzioni in grado di perplimere anche il più navigato degli sviluppatori.

Menu zeppi di voci si scavalcano l'uno con l'altro, dando la possibilità, a chi li saprà interpretare, di creare un gioco a tutto tondo, con un suo perché e vivacizzato da enigmi unici ed intelligenti.

Naturalmente ci si può limitare a creare uno scenario, una sorta di cittadina Lego a sfondo Disney nella quale passeggiare senza una meta. Oppure si possono scaricare le mappe create dagli altri utenti. Ma in questo caso si rischia di sprecare le tante opzioni di un editor complesso e discretamente variegato, che consentono di creare da zero anche opere piuttosto pretenziose.

Scartabellando tra le opzioni, è infatti possibile fare in modo che una chiave apra un forziere, un tasto spalanchi un portone o un PNG elargisca un particolare oggetto. Azioni “semplici” per un profano, ma che nella realtà dei fatti debbono essere programmate con cura dallo sviluppatore in erba di turno.

Resta da chiedersi, considerata la platea di riferimento di Disney Infinity, se i giocatori che hanno da poco superato la decina possano trarre il massimo da un sandbox che per certi versi è professionale.

 

SALI SULLA PEDANA MAGICA!

Chi non volesse avventurarsi nell'editor “Scatola dei giochi” e preferisse godersi il lato più Skylanders di Disney Interactive, può iniziare a mettere da parte i soldi e selezionare l'altra grande macro-modalità del gioco: Mondi.

Per giocare a Mondi abbiamo bisogno della pedanina magica (purtroppo cablata e non wireless...) e delle relative statuette. Lo starter pack ne contiene tre: Sulley di Monster University, Jack Sparrow di Pirati dei Caraibi e Mr. Incredible de Gli Incredibili.

Posizionando una delle tre sagome sulla pedana, vedremo il rispettivo eroe materializzarsi su schermo e potremo accedere al mondo di gioco corrispondente.

Si tratta di micro-avventure da tre ore l'una nelle quali occorrerà interagire con i PNG e accettare semplici quest (raccogli questo oggetto, raggiungi il punto X, portami indietro quell'item...) per arrivare ai titoli di coda.

Il gameplay di Disney Infinity sotto questo punto di vista è stiracchiato che più stiracchiato non si può.

Non solo non si può morire (o meglio, si muore e si riciccia fuori all'istante, senza subire malus di sorta), ma anche il livellamento del proprio alter ego è piuttosto fine a sé stesso, in quanto permette semplicemente di ottenere più monete da utilizzare per sbloccare oggetti nell'opzione Scatola dei giochi.

Accettando le side-quest e completando le missioni si ha la sensazione che l'intelaiatura del gioco sia posticcia, e priva di un suo perché. Scialbe fasi platform si alternano a discutibili sessioni racing, rari momenti picchiaduro si intervallano nelle nostre ricerche... Più che un'avventura, si è di fronte ad un minestrone. Anche piuttosto insipido.

 

CHE PREZZI QUESTI PEZZI!

Non ci è certo sfuggita la malizia di Disney Interactive nel progettare il godimento del gioco in modo tale da indurre il giovane videogiocatore a comprare quante più statuine possibili: sparsi per i mondi si trovano ad esempio degli scrigni che però possono essere aperti solo da determinati personaggi. Chi vuole scoprire che contengano dovrà per forza correre dal giocattolaio più vicino.

Inoltre, in via teorica Disney Infinity potrebbe essere giocato in cooperativa con un amico, ma dato che occorre una seconda action-figure, e che ciascun Mondo ospita soltanto gli eroi corrispondenti (Jack Sparrow non può comparire in Monster University), ecco che per giocare in due dovrete per forza dotarvi di altre statuine, visto che lo Starter Pack ne è sprovvisto. Siamo probabilmente al primo esempio di gioco che vi vende a parte l'opzione multiplayer!

La stessa esiguità di ogni avventura della modalità “Mondi”, dalla durata di tre ore o poco più l'una, induce l'utente a dotarsi di nuovi set. Non a caso, in contemporanea con il lancio di Disney Infinity, faranno la loro comparsa nei negozi i set dedicati a Lone Ranger e Cars, mentre in futuro dovrebbero approdare anche tool dedicati a cartoni più classici: da La Bella e la Bestia al Re Leone, passando per Aladdin e Toy Story.

C'è poco da fare: per evitare di riporre nello stanzino il titolo dopo qualche settimana, dovrete mettere in considerazione l'acquisto degli altri Mondi di Gioco. Come vi abbiamo detto, infatti, le tre avventure incluse durano appena 3 ore l'una, e visto che per completarle al 100% dovrete comunque sfruttare dei personaggi venduti separatamente, riuscirete a finirle anche prima.

Facciamo allora due conti: Disney Interactive Starter Pack costa circa 70 Euro, ma offre appena un decimo dell'esperienza promessa. Per rimpolparla un po' dovrete allora affidarvi agli altri set, e vengono 29,90 Euro l'uno con soli 2 personaggi. Siamo già a 100 Euro dopo aver acquistato un solo set. Per acquistare i singoli eroi, dovrete poi sborsare 13 Euro l'uno. Tenete conto che ogni Mondo ha almeno tre personaggi, che possono salire a cinque nel caso de Gli Incredibili.

Ci sono infine i Gettoni Extra Power, che non aggiungono personaggi e mondi, ma inseriscono nel gioco degli oggetti particolari: la macchina di Topolino, le guarnizioni zuccherose di Ralph Spaccatutto, le texture grafiche di Cenerentola o le ambientazioni di Alla Ricerca di Nemo. Vengono 5,90 Euro, e sommandole alla spesa che abbiamo prospettato si ottiene sicuramente una bella sommetta.

Come se tutto questo non fosse già sufficiente, occorre dire anche che completando delle quest o ponendo in essere azioni particolari, è possibile sbloccare i medesimi assets grafici dei Gettoni Extra Power. Non solo: i gettoni sono chiusi in bustine, dunque potreste portarvi a casa qualche doppione, o un gettone con un contenuto che avevate già sbloccato giocando. Il rischio doppioni è accettabile con le figurine dei calciatori, ma con un giocattolo che costa 5,90 Euro non può proprio essere ritenuto tollerabile...

 

TEMPESTE DI SABBIA

Strettamente interconnessa all'opzione Mondi resta invece la seconda modalità di Disney Infinity: Scatola dei Giochi. Si tratta di quel sandbox di cui vi abbiamo parlato all'inizio e che consente all'opera di Avalanche Software di differenziarsi dal diretto concorrente firmato Activision.

In Scatola dei Giochi sarete liberi di creare il vostro luna park tematico. Partirete avendo davanti a voi un universo vuoto, e potrete successivamente riempirlo come meglio credete, intervenendo dapprima sulla geografia del posto, alzando montagne e spianando spiagge, per poi iniziare ad abitarlo e abbellirlo, posizionandoci magari il Castello di Cenerentola vicino al circuito di Cars, sormontato da qualche grattacielo preso di peso da Gli Incredibili, con il Deposito di Zio Paperone che svetta sullo sfondo. Oppure, se vi aggrada, potreste trasferire il tutto in fondo al mare, e far solcare la superficie dalla Perla Nera di Jack Sparrow.

Le possibilità sulle prime sembrano infinite, ma grattando la superficie, si scopre invece il problema opposto: l'esiguità dei tool-set a disposizione. Per sbloccarne di più dovrete per forza acquistare nuovi pupazzetti, i soli in grado di ampliare i set grafici tratti dai vari universi Disney e di aprire i forzieri mentre si gioca a Mondi. Gli oggetti secondari si attengono casualmente e possono esservi assegnati per aver completato un'azione particolare, per aver concluso una side-quest o, più frequentemente, vinti nella roulette apposita, nella quale dovrete investire la maggior parte dei gettoni virtuali guadagnati in Mondi.

Allargando i set grafici, l'opzione Scatola dei Giochi diviene più intrigante, ma anche in questo caso, non mancano i problemi che delimitano il divertimento. Anzitutto per posizionare con la dovuta cura i vari oggetti, incastrandoli tra loro, dovrete procedere per tentativi, dandoci a colpi di stick. A volte poi accade che qualche muro invisibile vi impedisca di porre in aderenza due elementi grafici, e che il terreno venga giudicato troppo piccolo per ospitarli, quando basta spostarsi di pochi millimetri per avere il via libera. Si tratta di evidenti bug di progettazione che rischiano di rendere frustrante la costruzione del proprio universo personalizzato.

Ma l'aspetto più tedioso riguarda l'eliminazione dei vari elementi: inspiegabilmente non è possibile cestinare nulla dall'editor, ma bisognerà prima avviare la mappa, usufruire della visuale in terza persona del personaggio controllato e cancellare i propri errori per mezzo di una bizzarra bacchetta magica. Una prassi talmente lunga che quasi frena la sperimentazione, obbligandovi a procedere con molta cura nel posizionamento di ogni singolo asset grafico.

Una volta che vi sarete sbizzarriti con la costruzione dello scenario, potrete poi provare a progettare la vostra avventura. L'editor di Disney Infinity si rivela tanto profondo quanto complesso: i menu sono zeppi di voci, ricchi di rimandi a sotto-menu, e piuttosto lenti da esplorare, non avendo un mouse a portata di mano. Solo chi avrà la pazienza di infilarsi in questa selva di finestre, tendine e opzioni, potrà tirar fuori qualcosa di carino.

Ma, anche allora, si scopre una ossatura piuttosto modesta: è possibile creare piccoli enigmi, ma non ci è consentito di intervenire attivamente sulla routine dei nemici, la cui IA li rende più dei molestatori che non degli ostacoli.

I numerosi ostacoli concettuali e la difficoltà di navigazione dei menu, rallentano ulteriormente il tutto, allontanando la fruizione dell'editor non solo dalla platea base di riferimento (che difficilmente supererà i dodici anni, sia per il marchio Disney, sia per i pupazzetti), ma anche da tutti coloro che ci si volessero sbizzarrire.

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


A cura di : Luisa Grotti


pro_contro_piu Skylanders a tema Disney
pro_contro_piu Sandbox variegato e approfondito
pro_contro_piu Editor discretamente congegnato
Lo Starter Pack offre davvero poco pro_contro_meno
Per avere tutti i contenuti bisogna investirci diverse centinaia di Euro pro_contro_meno
Gameplay limitato e banale, adatto ad una platea poco pretenziosa pro_contro_meno
Errori e imperfezioni minano la costruzione del proprio universo pro_contro_meno

Valutazione Disney Infinity
 
pagella_termometro10
pagella_mario
7.7
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
7.0
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
6.2
pagella_termometro7_5
pagella_luigi
6.5
pagella_luigi2
6.9
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_stellina
pagella_mezzastellina
In definitiva, Disney Infinity prometteva grandi cose, ma ne mantiene meno della metà. Dopo qualche ora di comprensivo stupore, si sbatte infatti il naso contro le limitazioni di un gameplay che per riuscire a divertirvi vi impone di non superare i dieci anni e di un editor inutilmente arzigogolato e sussiegoso, dalle possibilità tutt'altro che “infinite”. Come se non bastasse, il gioco è studiato appositamente per farvi spendere centinaia di euro nelle statuine e nei set che verranno, e la sensazione di aver acquistato un prodotto incompleto è davvero molto forte, oltreché troppo fastidiosa...
pagella_bottom
Potrebbero interessarti anche:
disney-infinity-2-wii-u-recensione-meyf-banner_1413810293088707600
Disney Infinity 2.0 Marvel Super Heroes
disney-infinity-wii-u-recensione-meyf-banner_1379280240082886700
Disney Infinity
disney-magical-world-3ds--recensione-meyf-banner_1414140357023492400
Disney Magical World
disney-planes-wii-u-recensione-meyf-banner_1384175774020629500
Disney Planes - Il Videogioco
infinity-logo-it-fe6c2397ade67f49d5254ee12f7c9b95
Disney Infinity 2, segui la diretta!
infinity-logo-it-fe6c2397ade67f49d5254ee12f7c9b95
Eroi Marvel in Disney Infinity 2.0
disney-infinity_1358282385030826100
Disney Infinity, debut trailer
infinity-logo-it-fe6c2397ade67f49d5254ee12f7c9b95
Disney Infinity, la "scatola dei giochi"
border_tr